Cos’è Esta USA visto 2017: costo, durata, come funziona e il rinnovo





Che cos’è l’ESTA USA? È una domanda che sicuramente vi state ponendo se avete in programma un viaggio per gli Stati Uniti d’America o semplicemente se è la prima volta che ne sentite parlare.

Dato che si tratta di un documento importante per chi sta per andare negli USA vi voglio spiegare che cos’è nella prima parte di questo articolo e successivamente approfondire tutto quello che c’è da sapere: requisiti per ottenerlo, come inoltrare la domanda, costi, eventuali modifiche, rinnovo, rifiuti, cosa tratta il questionario e tutto quello che è bene sapere prima di mettersi in viaggio dato che l’assenza di questo documento potrebbe non farvi salire a bordo del vostro volo per il Nuovo Continente, e dato che la scelta di un’agenzia piuttosto che un’altra potrebbe portarvi a spendere più di quello che realmente dev’essere pagato.

 

Cos’è ESTA Usa visto?





L’ESTA USA (Electronic System for Travel Authorization) è il Sistema elettronico per l’autorizzazione al viaggio verso gli Stati Uniti d’America che dev’essere richiesto al posto del visto, per motivi turistici, d’affari o scalo, dalle persone (maggiorenni o minorenni che siano) provenienti da uno dei 22 paesi dell’Unione Europea iscritti al piano di esenzione al visto per l’America (così come per altri paesi extra europei) che decidono di recarsi negli USA con un aereo o con un traghetto (tutti coloro che raggiungono il paese via terra saranno soggetti ai consueti controlli della polizia di frontiera) per un periodo di tempo non superiore ai 90 giorni.

ESTA USA è entrato in in vigore il 12 gennaio 2009 (l’anno successivo è diventato a pagamento) con il programma Visa Waiver Program, un piano nato per fini legati alla sicurezza, ovvero per prevenire eventuali ingressi di terroristi o persone ritenute pericolose per gli Stati Uniti d’America.

La richiesta per ESTA USA dev’essere fatta online tramite la compilazione di un formulario che richiede dati personali, motivazione e durata del viaggio. Al termine del questionario si può avere un esito positivo o negativo al soggiorno provvisorio in America. Il Dipartimento di Sicurezza Americano stima una risposta entro e non oltre le 72 ore.

Come fare l’ESTA USA? Fondamentalmente sono 5 i passaggi per ottenere questa autorizzazione di viaggio:

  1. compilare il modulo online (come vedremo più avanti);
  2. inviare la domanda (che può essere fatta solo online);
  3. effettuare il pagamento per la domanda;
  4. ottenere (o meno) l’autorizzazione al viaggio;
  5. ricevere via email o posta l’autorizzazione ESTA USA.

Adesso ne sai di più sull’ESTA USA, sai di che cosa si tratta e soprattutto a cosa serve.

Tuttavia prima di inoltrare la domanda ti consiglio di prenderti qualche minuto per leggere tutto l’articolo dato che un esito negativo della richiesta, se non preso per tempo, può annullare il tuo viaggio verso il Nuovo Continente, e dato che ci sono delle questioni, delle tempistiche e dei costi che è bene conoscere prima di cominciare il procedimento.

 

Come funziona ESTA USA





Come abbiamo visto si tratta di un sistema di sicurezza che il Governo Americano ha messo in piedi per avere una più alta qualità di controllo, nonché una maggiore consapevolezza, di tutti gli individui che decidono di entrare in America.

Ma vediamo di capire: chi deve fare la richiesta per ESTA USA?

La domanda dev’essere inoltrata da tutti coloro che decidono di visitare gli Stati Uniti d’America, per piacere o per motivi di lavoro, che appartengono alla lista dei 22 paesi europei per i quali è prevista l’esenzione al visto USA, così come per le persone provenienti da altri paesi inclusi nel progetto.

L’elenco dei paesi aderenti all’ESTA USA oggi vede più di trenta nazioni coinvolte.

elenco-paesi-aderenti-esta-usa-visa-waiver-program

Nessuno dei soggetti interessati è esente da questa prassi, non ci sono limiti d’eta, dev’essere fatto da maggiorenni e minorenni. Infatti ESTA USA è anche per famiglie e bambini, ovvero la richiesta dev’essere fatta da ogni singolo componente della famiglia.

In pratica questo documento sostituisce il visto turistico o lavorativo ma vale solo per le persone che soggiorneranno per un periodo di tempo non superiore ai 90 giorni in America.

Bisogna fare l’ESTA USA se si viaggia facendo scalo negli Stati Uniti d’America? La risposta è sì. Se avete programmato un viaggio che prevede uno scalo aereo o marittimo negli USA è bene sapere che prima di partire dovete aver fatto la domanda ESTA ed essere risultati idonei.

Quindi ogni persona ha bisogno di inoltrare una singola istanza, ma esiste anche la possibilità di inviare una domanda collettiva, utile per le famiglie o i viaggi di gruppi, come vi spiegherò più avanti.

Quali documenti servono per fare l’ESTA USA? Per inoltrare la domanda di esenzione dal visto c’è la necessità di avere solamente il passaporto. Nel caso in cui non disponete ancora di questo documento non potete richiedere l’ESTA USA né tanto meno recarvi negli Stati Uniti d’America. In questo caso vi invito a leggere come fare il passaporto Italiano.

Quest’ultimo documento non sempre è valido per l’ESTA USA: vecchi passaporti e il modello Delphine a lettura ottica rilasciato dopo il 26 ottobre 2005 non sono compatibili. Per tutti i possessori di quest’ultimi documenti è necessario il visto.

Sono, invece, idonei tutti i passaporti a lettura ottica ottenuti prima del 26 ottobre 2005, quelli elettronici e i passaporti biometrici come specificato dall’ESTA Autorizzazioni per gli Stati Uniti.

Prima di effettuare la domanda online vi voglio elencare i requisiti per richiedere l’ESTA USA, che sono:

  • essere cittadino di uno dei paesi ammessi al programma viaggio senza visto;
  • aver programmato un soggiorno negli Stati Uniti inferiore ai 90 giorni;
  • essere in possesso di un biglietto di ritorno dagli USA o verso un paese diverso;
  • essere in possesso di un passaporto;
  • non avere altri tipi di visto in corso.

Ora che sono più chiari i requisiti utili per l’ESTA vediamo dove farlo.

La domanda ESTA Stati Uniti va fatta online, ovvero compilando il modulo ESTA di autorizzazione USA viaggio senza visto. Una volta compilata bisognerà eseguire il pagamento e attendere una risposta.

Il questionario è disponibile in diverse lingue tra cui l’italiano.

Il Dipartimento di Sicurezza Americana evidenzia che tutti i dati sono protetti in base alle vigenti normative sulla privacy e sono salvaguardati da moderni sistemi di sicurezza che non permettono l’accesso a terze persone.

Una volta ricevuto esito positivo dell’ESTA USA, si potrà stampare la propria domanda (che viene inoltrata via mail) oppure richiederne una copia via posta.

Ci sono diverse agenzie online che si occupano della compilazione del documento. Come vedremo più avanti, il modo più economico per farlo è presso il sito ufficiale del Governo Americano.

È anche possibile fare una domanda di gruppo ESTA USA, utile per una famiglia o per i gruppi di viaggio. In questo caso verrà fornito alle autorità un unico nominativo per eventuali contatti e successivamente verranno inseriti tutti i dati delle persone che si recheranno negli Stati Uniti d’America, potendo così effettuare anche un unico pagamento.

Cosa fare se si perde l’ESTA? Nel caso in cui smarrite la vostra copia potete contattare l’ufficio ESTA per averne una nuova. Questo servizio non comporta spese aggiuntive. Basterà fare l’accesso al sito e chiedere un nuovo documento.

Per viaggiare sicuri, ed evitare di avere sorprese (come magari la possibilità di una domanda negata che rischia di non farvi salire a bordo del vostro aereo) è bene conoscere gli aspetti legati ai costi, alla durata e alle tempistiche per la presentazione della domanda che tratterò nei prossimi paragrafi di questo articolo.

 

Quanto costa, dura e come si rinnova ESTA Usa





Il costo è stato introdotto l’8 settembre 2010 ed è giustificato dalla richiesta di una somma per le spese legate alla domanda che viene fatta.

Il prezzo dell’ESTA USA ammonta a $14 divisi in due voci, quali:

  • $4 per l’elaborazione della domanda;
  • $10 per l’autorizzazione (voce che viene accreditata solamente se c’è un esito positivo della domanda).

Come specificato nella sezione “domande frequenti” alla voce costi e pagamenti ESTA USA, al richiedente verranno addebitati $4 una volta inoltrata la domanda, nel caso in cui questa risulti positiva ci sarà l’addebito di ulteriori $10, quindi per un totale di $14.

Come avete potuto notare, in questo articolo ho inserito i collegamenti diretti con il sito del Governo degli Stati Uniti, il quale offre un ottimo servizio sul suo portale, tra l’altro anche in lingua italiana.

Vi consiglio di fare la vostra domanda presso quest’ultimo per spendere solamente $14.

Infatti ci sono anche diverse agenzie private che si occupano di gestire la domanda per ESTA USA. Ho avuto modo di visitare diverse di queste agenzie, facilmente reperibili presso tutti i motori di ricerca, e in linea di massima per la domanda ESTA USA tutte chiedono una somma che parte dai 35 euro fino ad arrivare ai 70 euro.

Per questo motivo vi consiglio di utilizzare il portale ufficiale del Governo Americano, anche perché diverse agenzie non prevedono nemmeno il rimborso di quanto versato qualora ci sia un esito negativo della domanda.

Il pagamento può essere fatto con carta di credito, con i circuiti VISA, MasterCard, American Express, Discover e PayPal.

Quanto dura l’ESTA USA? La durata di questo documento si estende per due anni salvo nei casi in cui in questo lasso di tempo il passaporto scade. In questo caso sarà necessario inoltrare un’altra domanda dopo aver rinnovato il vostro documento di viaggio.

Quante volte può essere usato l’ESTA USA? Nei due anni di validità, questa domanda vi permette di entrare diverse volte all’interno del territorio americano. Basterà solo apportare alcune modifiche alla vostra domanda, come quelle legate al modo in cui si arriverà negli Stati Uniti e dove si alloggerà.

Le modifiche della domanda ESTA USA possono essere fatte accendendo nuovamente al sito in cui è stata compilata la prima domanda, selezionando la voce modifica e cambiando i dati interessati. Una volta inviato nuovamente il formulario bisognerà attendere una risposta dall’ufficio competente.

In base ai dati che devono essere cambiati nel formulario è possibile o meno modificare la domanda. Ad esempio se avete inserito un indirizzo mail errato sarà possibile utilizzare l’opzione modifica. Se, invece, avete inserito i dati del passaporto sbagliati in questo caso non potete utilizzare la modalità modifica dati ma dovete fare una nuova richiesta ESTA.

È da sottolineare che un eventuale cambio di dati potrebbe anche portare una domanda precedentemente accettata ad essere rifiutata.

Inoltre è bene evidenziare che l’ESTA non assicura l’ingresso di una persona in America dato che non è un visto: infatti l’autorizzazione finale verrà rilasciata dalla polizia di frontiera che effettuerà i dovuti controlli prima del reale ingresso nel territorio americano.

Il rinnovo dell’ESTA esiste solo tra un ingresso e l’altro negli Stati Uniti per il quale bisogna rinnovare la domanda, accedendo al sito ufficiale, inserendo i dati relativi al nuovo itinerario. Come visto, l’ESTA dura per 24 mesi e allo scadere di questo lasso di tempo bisognerà avanzare una nuova istanza.

Se l’ESTA USA viene negato è possibile presentare una domanda per fare un normale visto per gli Stati Uniti d’America previsto per i soggiorni temporanei in questo paese.

Tuttavia se le condizioni che hanno portato al rifiuto della domanda cambiano (magari avete inserito i dati del passaporto scaduto e il vostro ESTA USA è stato rifiutato), dopo un esito negativo è possibile presentare una nuova domanda dopo aver fatto passare un determinato lasso di tempo.

Sono diversi i motivi per cui può essere negato l’ESTA, quali: motivi di sicurezza, il non appartenere ad uno dei paesi aderenti al programma, passaporto scaduto, pianificare un soggiorno in America superiore ai 90 giorni, errori nella compilazione del formulario (magari vengono inseriti dati non corretti del passaporto per errore), essere stati contagiati da particolari malattie e altri casi.

Il Dipartimento di Sicurezza Americana evidenzia che non verranno indicate le motivazioni del rifiuto ESTA al richiedente. Nel dire questo aggiungo che se la vostra domanda viene rifiutata e decidete, quindi, di richiedere un normale visto per gli Stati Uniti, il personale dell’Ambasciata Americana che vi accoglierà non conoscerà la motivazione del rifiuto della vostra domanda.

 

Quanto tempo prima dev’essere richiesto

Le tempistiche per la presentazione della domanda ESTA USA variano di caso in caso. È, quindi, molto importante presentare la domanda per tempo dato che l’assenza di tale autorizzazione comporta l’esclusione dal viaggio stesso (anche se avete già pagato i biglietti dell’aereo).

Una volta compilato l’apposito modulo la risposta arriva entro e non oltre i 3 giorni, anche se solitamente dopo pochi minuti viene rilasciato l’esito. Difatti le autorità competenti evidenziano che ogni singola domanda richiede le sue tempistiche per essere analizzata ma che in nessun caso si supereranno le 72 ore di tempo.

Tuttavia ci sono dei casi in cui è possibile richiedere l’ESTA USA all’ultimo minuto.

Dopo aver spiegato le tempistiche che ci sono dietro la domanda per l’ESTA USA mi sento di dare un consiglio a tutti: fate la vostra richiesta con largo anticipo, tenendo a mente che può essere inoltrata in qualsiasi momento, anche se il vostro viaggio non è ancora definito, anche se non avete ancora prenotato alcun biglietto aereo e non conoscete con esattezza la data di andata e di ritorno. In questo modo avrete tutto il tempo necessario per capire cosa e come fare qualora ci fossero problemi.

Limitarsi agli ultimi giorni nel presentare la domanda dell’ESTA USA può comportare la pena di far saltare il vostro viaggio e di farvi perdere i vostri soldi dato che un eventuale esito negativo non vi permetterà nemmeno di salire a bordo del vostro aereo, anche se avete acquistato il biglietto regolarmente.

 

Domande per ESTA Stati Uniti d’America

Le domande per ottenere l’ESTA USA sono tutte riportate nel formulario online. Quest’ultimo si divide in quattro diverse sezioni:

  1. dati relativi al passeggero;
  2. dati relativi al passaporto del passeggero e al suo soggiorno;
  3. dati relativi alle informazioni di viaggio;
  4. dati relativi al passato del viaggiatore.

Il Dipartimento di Sicurezza Americana evidenzia che quanto viene dichiarato nel formulario ESTA è di responsabilità dell’interessato stesso, quindi è bene rileggere tutto il modulo prima di inviarlo.

Ora che siete pronti a mettervi in regola per il vostro viaggio per gli USA non vi rimane che godervi il vostro tempo e condividere la vostra esperienza nei commenti.

Marco Valeri

Mi chiamo Marco Valeri, sono nato a Roma ed ora sono in giro per il mondo a raccontare le mie storie anche se la mia base operativa si trova a Londra, città che mi ha cambiato la vita. Ho fatto praticamente ogni tipo di lavoro per mantenermi fino ad arrivare a fare il web writer, il webmaster e qualche volta anche l’autore. Divoro libri, amo scrivere e non mi stanco mai di conoscere cose nuove. Sono cresciuto nel settore della comunicazione con il gruppo InnovaMedia (al quale devo molto) e altri progetti affini. Vivo attualmente a Londra e giro il mondo per raccontare le mie storie a tutti coloro che vogliono sapere cosa c’è oltre i confini nazionali, che vogliono uscire dall'Italia o stanno cercando di cambiare vita. “La disciplina è libertà” è un quel concetto che provo a mettere in pratica ogni giorno.

2 pensieri riguardo “Cos’è Esta USA visto 2017: costo, durata, come funziona e il rinnovo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: