Itinerario Londra 2017: cosa c’è da visitare e da fare





Londra è una città che vale assolutamente la pena visitare almeno una volta nella vita. Una vera e propria metropoli, in continua evoluzione e in continuo movimento.

Ricca di eventi, perfetta per chi ama l’arte, la musica i mercatini e desidera scoprire sempre qualcosa di nuovo, ma anche per chi ama lo shopping e non vuole mai farsi mancare un po’ di sana vita mondana. Londra è una città per tutti.

Se state progettando il vostro primo viaggio, qui troverete un piccolo tour di quei luoghi che sono un po’ una tappa obbligatoria per tutti coloro che visitano la città, con qualche deviazione alternativa.

Prima di cominciare ricordate che è di vitale importanza portare scarpe comode ed è altrettanto vitale considerare il fattore clima.

Londra è una città il cui clima può cambiare anche due o tre volte nel corso di 24 ore, contrariamente a ciò che si pensa il cielo non è sempre grigio e le giornate di sole permettono di apprezzare il paesaggio ancora di più.

Se potete, durante la settimana evitate di prendere i mezzi pubblici dalle 7 alle 9.30 e dalle 16.30 alle 18.30, queste sono le ore di punta, il cosiddetto pick time in cui praticamente qualsiasi mezzo voi decidiate di prendere è assolutamente stracolmo di gente che va o torna dal lavoro.

Siete turisti in vacanza, potete permettervi di scegliere di viaggiare comodi.

 

Itinerario Londra 2017




Cominciamo dal principio, partendo da quei luoghi che non potete perdervi e che fanno parte della Londra più classica.

Se siete degli appassionati e non volete rinunciare al cambio della guardia di Buckingham Palace, sappiate che da aprile fino a fine luglio si svolge tutti i giorni alle 11:00, mentre durante il resto dell’anno si svolge a giorni alterni sempre alla stessa ora.

Le nuove guardie arrivano sul piazzale in circa 5 minuti, accompagnati dalla banda durante tutto il tragitto. Partono dal vicino Wellington Barracks e la cerimonia dura circa 45 minuti, ma per poter essere sicuri di vedere qualcosa dovete arrivare sul posto molto presto.

Se decidete di non farvi mancare questa esperienza, alla fine della cerimonia potete fare una passeggiata in St. James Park, ammirare gli animali del parco e fare tante foto. Gli animali che popolano i parchi londinesi sono estremamente rilassati nonostante le tante persone. Provate a portare con voi delle noccioline da dare agli scoiattoli, divertimento assicurato!

Dopo aver visitato il parco, percorrendo il largo viale chiamato The Mall, arriverete dritti dritti in Trafalgar Square, la piazza con i leoni e con la National Gallery, uno dei tanti musei gratis di Londra che ospita più di 2300 opere dal 1250 al 1900. A mio avviso è imperdibile.

Finita la visita al museo e le foto ai leoni, proseguendo verso nord trovate Leicester Square, con i suoi cinema spesso utilizzati per le premiere di importanti film, e a pochi metri due negozi che sicuramente attireranno la vostra attenzione, l’M&M’s World ed il Lego Store.

A pochi minuti a piedi da Leicester Square potete visitare la Chinatown di Londra, attraversata questa potete dirigervi verso la caratteristica piazza di Piccadilly Circus, con la sua statua dell’Eros e il famoso maxi schermo.

Per gli amanti della cultura nipponica, in Piccadilly Circus potrete trovare il Japan Centre, un supermercato giapponese dove è possibile acquistare gadget, fumetti, libri e soprattutto tanto buon cibo, anche fresco.

Allontanandovi da Piccadilly Circus, potete percorrere Regent Street ed addentrarvi in una delle zone dello shopping più famose. Da Burberry a Calvin Klein Jeans, passando per il famosissimo negozio di giocattoli Hamley’s, ma anche Michael Kors, Furla, Apple Store e chi più ne ha più ne metta.

Percorrendo questa lunga via in salita, ad un tratto sul lato destro troverete Great Marlborough Street, imboccarla vi porterà in una delle vie storiche del centro di Londra, Carnaby Street.

Nel lato sinistro di Regent St. invece, poco più avanti potete imboccare Hanover St. e ritrovarvi in New Bond Street che vi condurrà nell’elegantissima Mayfair. Qui troverete Victoria’s Secret e prevalentemente negozi di grandi stilisti, da Dolce&Gabbana a Chanel, Hermes ecc.

Se queste deviazioni non vi interessano potete proseguire su Regent St. fino ad arrivare alla sempre caotica Oxford Circus e quindi Oxford Street. Altra via piena zeppa di negozi, da Primark a H&M, ma anche grandi magazzini come John Lewis e il famoso e costoso Selfridges.

Una volta arrivati in Oxford Circus potete scegliere se andare a sinistra verso Marble Arch e Hyde Park oppure a destra verso Tottenham Court Road e Soho.

Come prima visita vi consiglierei di andare verso Soho, perdervi nei vicoletti e sbucare in Covent Garden. Soho è una zona da vivere a qualsiasi ora, piena di negozietti, locali, pubs, bar e ristoranti.

Dopo Soho un po’ di relax nel poco distante e bellissimo quartiere di Covent Garden, con il suo mercato, gli artisti di strada e anche qui vicoletti tutti da scoprire. Da non perdere le stradine intorno alla piazza di Seven Dials e la pittoresca Neal’s Yard.

La cosa migliore da fare è girare queste zone a piedi.

La metropolitana è comoda se dovete spostarvi in breve tempo da una zona all’altra, ma vi limita di molto la visuale. Oltretutto queste zone sono vicinissime tra loro anche se collegate con il trasporto pubblico, perciò a mio avviso è inutile prendere la metro. Personalmente per i tragitti brevi ho sempre preferito camminare o prendere il bus, trovo sempre molto affascinante guardarmi intorno, soprattutto nelle belle giornate.

Una volta finita la visita di Covent Garden potete tornare verso sud, sulle rive del Tamigi che a qualunque ora offre delle panoramiche bellissime.

La passeggiata lungo il fiume è una delle cose che preferisco, soprattutto quando arriva la primavera/estate.

Percorrendo il Victoria Embankment e tornando un po’ indietro arriverete al Westminster Bridge e quindi il Big Ben, la sede del Parlamento inglese e la maestosa Westminster Abbey.

Attraversate il Westminster Bridge e lasciatevi incantare dal panorama, che sia durante il giorno che la sera regala una visuale secondo me splendida.

Una volta attraversato il ponte, scendete e proseguite verso il London Eye, la ruota panoramica e continuate la passeggiata percorrendo The Queen’s Walk. Da questo lato del Tamigi mercatini che vendono libri usati, artisti di strada e skater si alternano a ristoranti, caffè e teatri. Superate il Waterloo Bridge ed il Blackfriars Bridge e arrivate alla Tate Modern e allo Shakespeare’s Globe Theatre. Mentre l’accesso al Globe Theatre è a pagamento, la Tate Modern è possibile visitarla gratuitamente. Se amate l’arte moderna e contemporanea non potete farvela scappare.

Di fronte alla Tate Modern c’è il Millennium Bridge che attraversandolo vi porta alla Cattedrale di St. Paul’s. Restando invece sempre sullo stesso lato, continuando a camminare arrivate a London Bridge, con il Tower Bridge e ancora un panorama meraviglioso ad attendervi.  

 

Cosa c’è da visitare a Londra




Abbiamo visto alcune delle tappe fondamentali che chi visita la Capitale Inglese per la prima volta non può assolutamente perdersi. Ma di fatto a Londra c’è ancora tantissimo da visitare.

Ogni angolo della città ha qualcosa che vale la pena vedere.

Londra è una città molto verde, ci sono tantissimi parchi. Ogni quartiere ne ha almeno uno più o meno grande, ci sono poi quelli che proprio vale la pena visitare anche se sono molto lontani da dove si abita o si alloggia in vacanza tra cui:

  • Hyde Park
  • Green Park
  • St. James Park
  • Regent’s Park e Primrose Hill
  • Hampstead Heath
  • Richmond Park
  • Greenwich Park

I primi tre parchi sono centralissimi, praticamente nelle zone di cui vi ho parlato, mentre gli ultimi tre sono più distanti.

Il primo, Hampstead Heath, si trova a nord di Londra e si raggiunge in metropolitana con la Northern Line (la linea nera) fino all’omonimo stop di Hampstead. E’ un parco situato in una zona bellissima, residenziale ed è grande circa 320 ettari. Vengono organizzati spessissimo eventi di vari tipi.

Il Richmond Park è invece situato a sud-ovest e si raggiunge in metropolitana con la District Line (la linea verde) scendendo all’omonimo stop di Richmond. Si tratta del parco più grande di Londra ed è una vera e propria riserva naturale. E’ importante sia a livello nazionale che internazionale per via del suo programma di conservazione di flora e fauna. Il parco, quasi una vera e propria foresta date le sue dimensioni, risale al 17esimo secolo e fu creato in un luogo popolato da cervi. E’ tutt’ora possibile ammirarli liberi nella natura.

Il Greenwich Park si trova nella zona di Greenwich, a sud-est di Londra. Il modo migliore per raggiungerlo è prendendo la linea DLR fino alla fermata di Cutty Sark. Se decidete di arrivare fino a Greenwich, dedicategli almeno una mezza giornata perchè a parte il bellissimo parco potete visitare i Royal Museums di Londra, ovvero i musei reali tra cui l’Osservatorio, la Queen’s House, il Museo Nazionale Marittimo e la bellissima nave Cutty Sark.

Se amate i mercatini, il Greenwich Market non vi deluderà. Negozietti indipendenti, banchetti gastronomici e artisti vi accoglieranno dal martedì alla domenica dalle 10:00 alle 17.30.

 

Itinerario romantico a Londra




Trattandosi di una città con tutto da offrire, se state pensando di sorprendere il vostro partner avete la possibilità di farlo alla grande.

I parchi senza dubbio vi offrono la possibilità di un picnic e di una passeggiata immersi nel verde e nel relax, ma ci sono dei luoghi che secondo me sono delle piccole perle che vale assolutamente la pena visitare.

Partiamo dalla piccola Venezia di Londra, Little Venice, che si trova a nord-ovest della città ed offre un panorama senza dubbio diverso. Si raggiunge sia in bus che in metropolitana, con quest’ultima si scende allo stop di Warwick Avenue sulla Bakerloo line (la linea marrone). Un’area bagnata da due canali che vi permette di vivere una Londra diversa, meno turistica e più rilassata rispetto al caos delle zone più centrali.

Se volete portare a casa il ricordo di una Londra che toglie il fiato potete scegliere tra tre attrazioni che vi porteranno molto in alto:

  • il London Eye, la famosa ruota panoramica che affaccia sul Tamigi. L’attrazione è a pagamento, si può acquistare il biglietto sul posto oppure online, ovviamente l’acquisto su internet vi farà saltare la spesso interminabile coda.
  • lo Sky Garden situato anch’esso sulle rive del Tamigi ma più a sud, nel cuore della City. A 155 metri di altezza vi sarà possibile ammirare Londra, il Tamigi e i grattacieli intorno, il tutto circondati da un bellissimo giardino botanico. L’ingresso è gratuito ma è obbligatoria la prenotazione online.
  • lo Shard, il grattacielo di Renzo Piano situato a London Bridge. Ad oggi il più alto della Capitale, di tutto il Regno Unito e di tutta l’Unione Europea. La visita vi porterà al 68esimo ed al 72esimo e ultimo piano dell’edificio. La visuale è a 360 gradi, potrete ammirare la città da ogni lato del grattacielo, ed ovviamente è mozzafiato. L’ingresso è a pagamento, anche in questo caso è possibile prenotare online ad un costo ridotto ma tenete in considerazione il meteo, assicuratevi che il cielo sia sgombro per poter ammirare Londra nel migliore dei modi.

 

Itinerario Londra musica




Qualunque sia il genere musicale che più di rappresenta ed appassiona, Londra non vi deluderà. I teatri ospitano musicals tra i più vari, da The Lion King a Mamma Mia!, passando per Aladdin, Les Miserables e Kinky Boots. Gli appassionati del genere hanno solo l’imbarazzo della scelta.

Gli amanti della vita notturna non possono non apprezzare night clubs come il Ministry of Sounds vicino alla zona di Waterloo o il Fabric vicino Barbican, che spesso ospitano Dj set da varie parti del mondo.

Il quartiere di Camden Town ospita diversi locali dove si suona dal Rock&Roll alla musica alternativa al Jazz. E’ famoso il Roundhouse, consacrato al Rock dopo gli anni 60/70 dopo aver visto esibirsi artisti del calibro di Jimi Hendrix e The Doors.  

Famoso anche il KOKO, un ex teatro che ospita una mezza dozzina di bar e diverse terrazze. Usato come club ma anche per esibizioni live. Importante anche il Jazz Cafè che ha ospitato artisti quali Amy Winehouse, D’Angelo e Adele.

I nostalgici non possono non visitare la famosa Abbey Road ed il suo attraversamento pedonale reso famoso dai Beatles e dalla copertina del loro omonimo album Abbey Road, l’ultimo registrato in studio ed uscito nel 1969. La via si trova a nord ovest di Londra e si raggiunge scendendo alla fermata della metropolitana di Maida Vale, sulla Bakerloo line (la linea marrone) peraltro non distante da Little Venice.

Per i più curiosi: esiste la visuale dell’attraversamento pedonale di Abbey Road di Londra, un sito che permette a chiunque di osservare la via in tempo reale attraverso una telecamera di sicurezza. C’è anche una panoramica degli attraversamenti migliori.

 

Itinerario Londra mercatini

Londra non ci delude neanche in questo caso.

Nei mercati londinesi infatti è possibile trovare di tutto: dal cibo, all’artigianato ai fiori, passando per antiquariato e abbigliamento vintage.

Ce ne sono per tutti i gusti. Ne ho citati alcuni nel corso di questo articolo, ma ne restano altri che non sono stati precedentemente menzionati ma che vale davvero la pena visitare.

Vediamo nel dettaglio i più famosi:

  • Portobello Road Market: si trova nel quartiere di Notting Hill, reso celebre dall’omonimo film del 1999. Ospita tantissime bancarelle che vendono di tutto, dall’antiquariato all’abbigliamento vintage al cibo di varie parti del mondo. La giornata ideale, nonché la più frequentata, è il sabato, dal mattino presto fino alle 17:00. Nonostante con gli anni sia cambiato moltissimo e non sia più uno dei mercati dove trovare gli affari migliori, vale sicuramente la pena visitarlo, se non altro per l’architettura della via e le sue casette colorate. Si raggiunge con la Central Line (la linea rossa) scendendo allo stop Notting Hill Gate.
  • Camden Market: il grande mercato alternativo di Camden Town. Abbigliamento, cibo, gadgets e musica in una zona tutta da vivere e da visitare. Si raggiunge con la Northern Line (la linea nera) scendendo allo stop Camden Town. E’ aperto tutti i giorni dalle 10:00 alle 18:00.  
  • Brick Lane Market: situato in East-London, nella zona Hipster di Shoreditch, si può visitare la domenica dal mattino presto fino alle ore 17:00. E’ considerato un mercato povero e ci si trova un po’ di tutto, a prezzi abbastanza economici, dall’abbigliamento all’oggettistica. Si raggiunge con la Central Line (la linea rossa) scendendo allo stop di Aldgate East.
  • Old Spitalfields Market: si tratta di un mercato coperto molto popolare anch’esso situato in East-London, in Spitalfields. Questo luogo ospita un mercato da circa 350 anni. Il mercato vende dall’abbigliamento al cibo alle opere d’arte. E’ aperto tutti i giorni dalle 10:00 alle 17:00. Si raggiunge con la Central line (la linea rossa) scendendo allo stop di Liverpool Street.
  • Borough Market: un variopinto e bellissimo food market al coperto. Vende cibi provenienti da tutte le parti del mondo, ma anche prodotti freschi come frutta, verdura, formaggi. Il mercato è aperto dal lunedì al sabato (lun-gio 10:00/17:00 ven 10:00/18:00 e sabato 8:00/17:00), ma raggiunge la piena attività dal mercoledì al sabato. Nel mese di dicembre il mercato è aperto tutti i giorni, inclusa la domenica, fino alla vigilia di Natale. Si raggiunge arrivando allo stop di London Bridge, dove viaggiano la Jubilee line (la linea grigia), la Northern line (la linea nera) ed i treni.
  • Bermondsey Antiques Market: circondato da bar, cafè e ristoranti, il mercato dell’antiquariato di Bermondsey si svolge tutti i venerdì dalle 6:00 alle 14:00. Ci si può trovare dai mobili, alle posate, alla gioielleria.  
  • Greenwich Market: come già anticipato il mercato coperto di Greenwich è aperto dal martedì alla domenica dalle 10:00 alle 17:30 e ospita dall’artigianato alle cucine del mondo, il tutto circondato da negozietti adorabili. Si raggiunge con la linea DLR fino allo stop di Cutty Sark.
  • Broadway Market: si svolge ogni sabato dalle 9:00 alle 17:00 e si trova nel cuore di Hackney, in East-London. Negozietti indipendenti, street food, artigianato e artisti locali. Si raggiunge con la Central line (la linea rossa) fino allo stop di Bethnal Green.
  • Columbia Road Flower Market: aperto solo la domenica dalle 8 alle 14:00, si tratta di un bellissimo mercato di fiori circondato da negozietti indipendenti, artigianato e antiquariato. Anche questo mercato si trova in East-London e si può raggiungere scendendo allo stop di Bethnal Green (Central line) oppure si può prendere la linea Overground fino allo stop Shoreditch High Street.
  • Alfies Antique Market: il più grande mercato dell’antiquariato al coperto di Londra, dove poter trovare dai mobili, al vintage a oggetti di design. Aperto dal martedì al sabato dalle ore 10:00 alle ore 18:00. Situato nella centralissima Marylebone, si raggiunge con la Bakerloo line scendendo allo stop di Edgware Road oppure si può arrivare in Baker Street con le linee Jubilee (la linea grigia), Bakerloo (la linea marrone), Metropolitan (la linea bordeaux), Hammersmith&City (la linea rosa) e Circle (la linea gialla).
  • Covent Garden Market: si tratta del cuore del quartiere di Covent Garden, un mercato al coperto pieno di negozietti, bar, ristoranti e sale da tea, nonché bancarelle variopinte. Ospita spesso cantanti e artisti di strada. E’ aperto tutti i giorni, dal lunedì al sabato dalle ore 10:00 alle ore 19:00 e la domenica dalle 11:00 alle 18:00. Si raggiunge con la Piccadilly line (la linea blu) scendendo all’omonimo stop di Covent Garden.
  • Brixton Market: situato nel coloratissimo e multietnico quartiere di Brixton, a sud di Londra, si sviluppa sia al coperto che all’aperto e offre dallo street food all’abbigliamento alle cose per la casa. Un quartiere che vale la pena visitare, che negli ultimi anni si è sviluppato molto, esplodendo di colori, culture e sapori da ogni parte del mondo. E’ aperto dal lunedì al sabato dalle ore 8:00 alle ore 18:00 e si raggiunge con la Victoria line (la linea celeste) scendendo all’omonimo stop Brixton. 

Con la speranza di essere riuscita a darvi un’idea delle mille e una cose che possono essere visitate, assaporate e ammirate, di questa bellissima città in cui non mi stanco mai di vivere, nonostante le difficoltà, il clima e il caos metropolitano. Londra la si ama o la si odia, ma se la si ama sicuramente si avrà voglia di tornare e scoprirla ancora. L’essenziale è indossare sempre scarpe comode e portare con se un ombrello, che non si sa mai.

Caterina Giordo

Sarda itinerante, romana di adozione.
Amante dell’arte, dei libri, della scrittura e degli animali, in particolare dei gatti.

Laureata in Arti Visive e discipline dello Spettacolo presso la Rufa – Libera Accademia di Belle arti di Roma, attualmente vivo a Londra.

Scrivo, disegno, scatto tante foto, colleziono fallimenti e piccoli successi.
Parlo di ciò che amo, con la speranza di essere d’aiuto a chi, come me, è sempre alla ricerca di nuovi stimoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: