Passaporto Inghilterra 2017? Documenti per andare





Passaporto Inghilterra 2017: la Brexit, l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea, sembra aver confuso le idee a chi deve trasferirsi in Inghilterra, a chi già ci vive e a chi deve andarci semplicemente per un viaggio di qualche giorno, magari con figli minorenni. 

In questo articolo chiariamo e specifichiamo quali documenti servono per viaggiare o trasferirsi in questo paese, sia per persone maggiorenni che minorenni.

 

Passaporto Inghilterra 2017




Brexit passaporto? Sarà molto probabilmente necessario in un futuro prossimo ma per il momento non è ancora indispensabile il passaporto per andare in Inghilterra.

Dopo il referendum del 23 giugno 2016, che ha deciso l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea, sono cominciati dei lunghi negoziati che dovrebbero terminare ed entrare in vigore il 29 marzo 2019, data in cui molto probabilmente ci sarà bisogno di avere un passaporto per entrare in questo paese e di un eventuale visto per viverci.

Per ora non c’è ancora nulla di certo a riguardo, aggiornerò questa pagina giorno dopo giorno sull’evoluzione della Brexit, chi volesse ricevere tutte le informazioni in tempo reale può iscriversi alla nostra newsletter.

 

Per andare in Inghilterra serve il passaporto




Per andare in Inghilterra ci vuole il passaporto? Come abbiamo visto per il momento il passaporto non è ancora indispensabile per andare in questo paese.

Vivendo a Londra vi posso riportare che il più delle volte è molto più comodo viaggiare con il passaporto, un documento facilmente riconoscibile dalle autorità straniere rispetto alla nostra carta d’identità e che spesso facilita alcune pratiche, a partire dalla fila ai controlli all’aeroporto, dove chi ha il passaporto usufruisce di accertamenti automatici molto più veloci.

Tuttavia se vi volete mettere in viaggio per l’Inghilterra con la vostra carta d’identità non c’è alcun problema, l’importante è che sia valida per l’espatrio.

 

Serve il passaporto per vivere in Inghilterra? La risposta è no, ma c’è da spendere qualche riga su questo argomento.

Questo paese fa ancora parte dell’Unione Europea, quindi c’è ancora libertà di circolazione in tutto il suo territorio.

Per aprire un conto in banca, prendere un contratto d’affitto e fare tutte le pratiche relative alla vita in Inghilterra, come il National Insurance Number per lavorare, la carta d’identità va ancora bene.

Mi è capitato di leggere su altri blog che non è così, ma vivendo a Londra da anni vi posso assicurare che non avrete alcun tipo di problema con la carta d’identità valida per l’espatrio.

Tuttavia il passaporto è veramente utile se decidete di trasferirvi in Inghilterra dato che si tratta di un documento riconosciuto a livello internazionale e dato che nella maggior parte delle situazioni le autorità lo accettano più volentieri (agenzie immobiliari, istituti di credito, università ed istituzioni vari con cui potete interagire se vi trasferite oltremanica).

Il consiglio che vi do è quello di partire muniti di passaporto o di farlo sul posto se già vivete in Inghilterra. Il Consolato Italiano specifica e chiarisce tutta la procedura su come fare il passaporto in Inghilterra.

 

Passaporto Inghilterra marca da bollo

Serve mettere la marca da bollo sul passaporto per andare in Inghilterra? La risposta è no.

La marca da bollo sul passaporto italiano è stata abolita con la legge numero 143 del 24 giugno 2014, data a partire dalla quale non dev’essere più pagato il bollo sul passaporto.

Sulla base di questa legge potete partire tranquilli anche verso l’Inghilterra.

Infatti dal 24 giugno 2014 il passaporto non necessita più della marca da bollo ma del rinnovo che avviene ogni 10 anni.

Giusto alla prima domanda viene richiesto un contrassegno amministrativo come specificato nella documentazione per il passaporto italiano dalla Polizia di Stato.

 

Per andare a Londra ci vuole il passaporto 2017




Per andare a Londra dall’Italia serve il passaporto? Come specificato in un recente articolo Passaporto per Londra 2017, questo documento non è necessario per andare nella Capitale dell’Inghilterra, città dove la carta d’identità è ancora valida sia per chi viaggia, sia per chi si trasferisce.

Anche in questo caso il passaporto può esservi d’aiuto per fare una fila più veloce all’aeroporto, ma non è indispensabile.

Dedico un paragrafo intero a questa città dato che la maggior parte dei turisti che viaggia verso l’Inghilterra si reca a Londra e dato che sono molti gli italiani che vanno a vivere a Londra.

Su quanto emerge dalle trattative legate alla Brexit sembra che una volta che queste ultime saranno portate a termine ci sarà bisogno del passaporto per andare a visitare questa città e di un probabile visto per viverci. Nulla è ancora certo, aggiornerò questi righe giorno dopo giorno così come la nostra newsletter.

 

Documenti per Inghilterra minorenni

Tutti i minorenni che si vogliono recare in Inghilterra devono avere un documento di riconoscimento proprio.

Secondo la normativa vigente anche chi non ha ancora compiuto 18 anni dev’essere in possesso di un documento proprio per espatriare.

C’è la possibilità di munirsi sia della carta d’identità che del passaporto. Per viaggiare in Inghilterra vanno bene entrambi i documenti.

La richiesta di un passaporto per minorenni dev’essere fatta alla Polizia di Stato.

Le attuali leggi dividono il passaporto per persone che hanno dai 0 ai 3 anni (passaporto con validità triennale) e per persone che hanno dai 3 ai 18 anni (con validità quinquennale).

La richiesta di un passaporto per minori non può essere fatta da parte dell’interessato (in quanto minorenne) ma dev’essere avanzata da un genitore il quale dovrà inserire i dati di entrambi i genitori, per poi avanzare una domanda a nome del figlio.

La documentazione per richiedere il passaporto per un minorenne è la seguente:

  • modulo stampato e compilato per la richiesta passaporto (attenzione a scaricare quello relativo ai minorenni);
  • un documento di riconoscimento valido dell’interessato o un’autocertificazione da parte dei genitori;
  • due fototessera;
  • contributo amministrativo e la ricevuta di pagamento.

Una volta in possesso del passaporto, anche la persona minorenne potrà viaggiare verso l’Inghilterra senza problemi.

Una volta che le trattative della Brexit saranno portate a termine aggiorneremo questo paragrafo sulla nuova procedura da seguire anche per tutti coloro che non hanno ancora compiuto 18 anni.

 

Passaporto Inghilterra conclusione

Mi auguro di aver chiarito le vostre idee in merito ai documenti necessari per un eventuale viaggio o trasferimento in Inghilterra.

Per qualsiasi dubbio o perplessità potete scrivermi nei commenti o nella nostra pagina Facebook, vi rispondo appena possibile.

Fate buon viaggio

Marco Valeri

Mi chiamo Marco Valeri, sono nato a Roma ed ora sono in giro per il mondo a raccontare le mie storie anche se la mia base operativa si trova a Londra, città che mi ha cambiato la vita. Ho fatto praticamente ogni tipo di lavoro per mantenermi fino ad arrivare a fare il web writer, il webmaster e qualche volta anche l’autore. Divoro libri, amo scrivere e non mi stanco mai di conoscere cose nuove. Sono cresciuto nel settore della comunicazione con il gruppo InnovaMedia (al quale devo molto) e altri progetti affini. Vivo attualmente a Londra e giro il mondo per raccontare le mie storie a tutti coloro che vogliono sapere cosa c’è oltre i confini nazionali, che vogliono uscire dall'Italia o stanno cercando di cambiare vita. “La disciplina è libertà” è un quel concetto che provo a mettere in pratica ogni giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: