Passaporto Regno Unito e Gran Bretagna dopo la Brexit





Che documenti servono per andare nel Regno Unito?

La Brexit ha portato con sé tanta confusione nei confronti di chi viaggia verso il territorio di Inghilterra, Scozia, Galles e Irlanda del Nord, per non parlare di chi ci vive.

Ecco un nuovo articolo che ti farà luce sulla questione e ti permetterà di partire informato e senza problemi.

 

Passaporto Regno Unito nel 2017 dopo la Brexit




Regno Unito, passaporto o carta d’identità?

La risposta è, per il momento, ancora carta d’identità.

Gli accordi per la Brexit continuano ad andare avanti e sembra che a marzo del 2018 saranno del tutto effettivi.

Fino a quest’ultima data, o fino a quando il Governo Inglese e l’Unione Europea non concluderanno gli accordi, tutto resta invariato.

Quando si parla di Regno Unito ci si riferisce ad uno Stato composto da quattro nazioni, quali:

  • Inghilterra;
  • Scozia;
  • Galles;
  • Irlanda del Nord.

In tutto il territorio del Regno Unito, quindi all’interno delle quattro nazioni che la compongono, tutti i cittadini europei possono entrare semplicemente esibendo la carta d’identità al confine.

Aggiornerò questo contenuto ad ogni passaggio rilevante della Brexit (vivo a Londra, ti puoi immaginare quanto sia importante per me seguire questo evento).

 

Passaporto Gran Bretagna nel 2017 dopo la Brexit?




Cito anche la Gran Bretagna perché alle volte si tende a fare confusione (e credimi che ho visto gli stessi inglesi essere confusi sull’argomento).

Quando parliamo di Gran Bretagna ci si riferisce all’Isola composta dalle tre nazioni che seguono:

  • Inghilterra;
  • Scozia;
  • Galles.

Come evidenziato nel primo paragrafo, su tutto il territorio della Gran Bretagna vigono ancora i Trattati dell’Unione Europea, quindi tutti i cittadini europei possono entrare al loro interno semplicemente esibendo la carta d’identità.

Appena gli accordi per la Brexit saranno effettivi aggiornerò l’intero contenuto con quanto riportato dai negoziati.

Se vuoi rimanere aggiornato in tempo reale puoi iscriverti alla nostra newsletter.

 

Come fare e il rinnovo del passaporto nel Regno Unito




Se sei italiano e vivi stabilmente nel territorio del Regno Unito puoi richiedere il passaporto direttamente al Consolato Italiano senza dover tornare in Italia.

La stessa cosa vale se hai bisogno di rinnovare il documento.

Procedura

È necessario essere iscritti all’AIRE, l’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero, altrimenti non puoi accedere a questo servizio (dato che molto probabilmente risulterai residente in Italia o al tuo ultimo Comune di residenza).

Bisogna scaricare il modulo per fare e/o rinnovare il passaporto nel Regno Unito.

Una volta compilato il modulo bisogna allegare ad esso la documentazione richiesta, quale:

  • documento di riconoscimento (se stai facendo per la prima volta il passaporto) o precedente passaporto (in caso di rinnovo di quest’ultimo);
  • l’apposito modulo compilato e firmato;
  • 2 foto formato tessera.

All’appuntamento sarà possibile pagare con carta di credito/debito.

Il rinnovo del passaporto è immediato mentre nel caso di una prima richiesta bisogna attendere circa trenta giorni.

Per qualsiasi dubbio scrivimi nei commenti o visita il sito del Consolato Italiano nel Regno Unito.

 

Validità residua passaporto Regno Unito



Booking.com


Che cos’è la validità residua del passaporto e come si applica nel caso del Regno Unito?

Per validità residua s’intende la validità del passaporto prima della partenza, ovvero il tempo di validità che rimane al documento dal momento in cui parti a quello della scadenza.

Hai sicuramente capito ma ti faccio un esempio: se parti il primo gennaio del 2018 e il tuo passaporto scade il primo giugno dello stesso anno, significa che la sua validità residua è di sei mesi.

Con la fine degli accordi della Brexit quasi certamente ci sarà una validità residua da rispettare per chi vuole viaggiare verso il Regno Unito.

Aggiornerò tempestivamente questo post, in caso di dubbi scrivimi nei commenti.

 

Passaporto per Londra e Inghilterra


Come evidenziato nei paragrafi precedenti, in Inghilterra e nella sua Capitale, facendo appunto parte del territorio del Regno Unito, si può accedere ancora con la carta d’identità.

Se vuoi approfondire l’argomento ho scritto due articoli specifici, uno che tratta il passaporto per andare a Londra e un altro il passaporto per recarsi in Inghilterra.

Nonostante la validità della carta d’identità, il passaporto è consigliato e rimane un documento di viaggio migliore dato che è più facilmente riconoscibile dalle autorità.

Se sei una persona che viaggia abitualmente te lo consiglio.

 

Documenti Regno Unito (Inghilterra, Scozia, Galles e Irlanda del Nord) per i minorenni

Dal 26 giugno 2012 tutti i minorenni devono essere muniti di un proprio documento per viaggiare oltre i confini nazionali (sia che si tratti di paesi appartenenti all’UE, sia che si tratti di paesi extra UE).

Tutti i minori si possono avvalere di due documenti per viaggiare:

  • Passaporto (valido in Europa e oltre i suoi confini);
  • Carta d’identità (valida solo in Europa).

L’attuale normativa prevede due diverse fasce d’età per i documenti, questo per fare in modo che la foto sia il più possibile aggiornata (si applica sia al passaporto che alla carta d’identità):

  • Da 0 a 3 anni (valido per tre anni);
  • Da 3 a 18 anni (valido per quattro anni).

Esibendo questo documento tutti i minori possono entrare nel suolo della Gran Bretagna.

Il passaporto e la carta d’identità per i minori possono essere richieste mediante il portale della Polizia di Stato.

I minori al di sotto dei 14 anni devono viaggiare accompagnati dai genitori (o da chi ne fa le veci) nel territorio della Gran Bretagna.

Altresì, i genitori possono indicare due diversi accompagnatori dei propri figli che non hanno ancora compiuto 14 anni.

I minorenni che hanno tra i 14 e i 18 anni possono, invece, viaggiare da soli.

Conclusione

Mi auguro di averti chiarito le idee sui documenti che servono per viaggiare dall’Italia alla Gran Bretagna.

Se hai dei dubbi a riguardo scrivimi pure nei commenti.

Buon viaggio

ps = non dimenticare l’ombrello!!

Marco Valeri

Mi chiamo Marco Valeri, sono nato a Roma e attualmente vivo a Londra, città che mi ha cambiato la vita.

Divoro libri, amo scrivere e non mi stanco mai di conoscere cose nuove, soprattutto legate alla comunicazione, alla crescita personale e allo sviluppo del web.

Ho fatto praticamente ogni tipo di lavoro per mantenermi e questo mi ha permesso di capire che l’età non è mai un limite per essere ciò che vuoi essere.

“La disciplina è libertà” è quel concetto che provo a mettere in pratica ogni giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: