Portare gatto o cane a Londra 2017? Cosa serve e come tra Inghilterra e UK





Portare un gatto e cane nel Regno Unito, in Inghilterra o a Londra non è così facile come sembra ma nemmeno impossibile. L’Isola di oltre Manica continua ad essere un luogo che offre molto per chi vuole studiare, lavorare o semplicemente fare un’esperienza al di fuori dei confini nazionali. Purtroppo, però, non è molto semplice entrare con il proprio animale domestico ma niente paura, oggi vi raccontiamo e spieghiamo nel dettaglio come fare.

 

Portare gatto e cane a Londra nel 2017 è possibile?




Le politiche di Inghilterra e Regno Unito per il trasporto di animali domestici sono leggermente diverse rispetto al resto d’Europa. Mi sono trovata di recente a dover viaggiare con la mia gatta ed è stata una vera e propria sfida, ma non impossibile. Fino al 2012 era ancora in vigore la quarantena obbligatoria ma, fortunatamente, da quel momento in poi è stata abolita ed è ora possibile evitare un eccessivo stress al proprio compagno peloso, risparmiando anche un bel pò di soldi.

Bisogna però ricordarsi che qualora l’animale non soddisfi i requisiti richiesti e sia sprovvisto di tutta a documentazione necessaria, le autorità si riservano il diritto di avvalersi della quarantena fino ad un massimo di sei mesi a vostre spese.

Il Governo Inglese mette a disposizione tutte le informazioni relative al Pet Travel Scheme 2017 (PETS) inerenti al solo trasporto di cani, gatti e furetti accompagnati dal padrone.

 

Perché gli animali domestici non possono entrare facilmente in UK?




Come accennato in precedenza, il trasporto animali in UK è soggetto a condizioni leggermente diverse dal resto d’Europa ed il motivo è legato prevalentemente alla differenza dal territorio e all’assenza totale di malattie come la rabbia, considerata estinta.

Gli animali domestici possono, quindi, entrare in UK ma solo ed esclusivamente se soddisfano una serie di requisiti e purtroppo non possono viaggiare con noi in aereo.

Qualche precauzione extra che può apparire superflua, ma che senza dubbio protegge e tutela i nostri amici a quattro zampe.

I londinesi, ad esempio, sono molto attenti e premurosi con gli animali da compagnia.

Molte case di Londra hanno il giardino e capita spesso di vedere soprattutto gatti girare liberi per il quartiere.

 

Cosa serve?




Quali documenti servono per entrare nel Regno Unito con un animale domestico?

Ecco di cosa avrà bisogno il vostro animale domestico prima della partenza:

  • Microchip (con conseguente iscrizione all’anagrafe canina/felina);
  • vaccino antirabbica;
  • passaporto europeo degli animali domestici;
  • certificato di buona salute;
  • test immunologico di verifica degli anticorpi della rabbia (non obbligatorio per paesi UE – consultate il veterinario);
  • trattamento contro la tenia (solo per il cane);

portare-gatto-cane-animali-domestici-inghilterra

La partenza dell’animale potrà avvenire non prima di 21 giorni dalla vaccinazione contro la rabbia.

Si potrà occupare di tutto il vostro veterinario di fiducia, solo per quanto riguarda il passaporto europeo dovrete rivolgervi alla ASL veterinaria della vostra zona. Il passaporto europeo potrà essere rilasciato solo dopo l’inserimento del microchip e la vaccinazione.

Tenete sempre in considerazione i tempi e l’organizzazione delle ASL veterinarie italiane, per evitare le corse dell’ultimo minuto. Il costo del passaporto europeo per il gatto e’ variabile ma contenuto (io ad esempio ho pagato 19 euro) e la sua validità si estende a tutta la vita dell’animale, non sarà quindi necessario rinnovarlo.

 

Come arrivare?

Il viaggio da e per il Regno Unito insieme al proprio animale domestico è possibile solo in traghetto.

Contrariamente al resto d’Europa, dove un cane di piccola taglia o un gatto fino a 10kg possono viaggiare comodamente nella cabina dell’aereo pagando il biglietto (a prezzi normalmente modici), il Regno Unito non ammette questa opzione.

In molti puntano al treno Parigi Londra con cane e gatto ma purtroppo gli animali non sono ammessi sull’Eurostar che attraversa la Manica.

Alcune compagnie aeree, come il servizio British Airways trasporto animali, si avvalgono dell’opzione cargo ovvero è possibile imbarcare il proprio animale domestico come si fa con la merce, con la sola differenza che stiamo parlando di un essere vivente. Personalmente ho escluso questa opzione a priori ma resta comunque un’opzione valida per portare il vostro animale domestico nel Regno Unito.

In alternativa si può prendere il traghetto dalla Francia o dall’Olanda.

Se scegliete la Francia, tenete presente che i traghetti con partenza da Calais e arrivo a Dover, ammettono animali solo se a bordo di un’auto. Ai passeggeri a piedi non sarà consentito il trasporto animali domestici.

Ho di recente scoperto, tramite un viaggiatore come me, che esiste un’opzione taxi per chi viaggia con animali verso il Regno Unito e non dispone di una propria auto. La tratta coperta è quella dell’Eurotunnel – Le Shuttle, che da Calais vi porta a Folkestone in soli 35 minuti e viceversa. Non si accede come passeggeri a piedi, ma come accennato si può noleggiare un taxi dedicato che vi permetterà di effettuare la traversata in poco tempo. 

Per diverse ragioni io ho scelto l’Olanda come punto di partenza. Sono arrivata ad Amsterdam con un volo diretto dall’aeroporto di Olbia, viaggiando comodamente con la gatta in cabina e da li ho preso un treno verso il porto da cui partono le navi dirette in UK: Hoek Van Holland. Il viaggio in treno da Amsterdam è durato circa un’oretta e mezza e il biglietto che ho acquistato direttamente sul posto, ha un costo di 16 euro. La vostra stazione di arrivo sarà Hoek Van Holland Haven, con pochi minuti a piedi arriverete al luogo da cui fare il check in per la partenza.

Qualora Rotterdam sia più comoda per voi, il treno da li impiega anche un tempo minore, con un minor costo del biglietto.

Il traghetto, della compagnia Stena Line, da Hoek Van Holland arriva al porto di Harwich, ad est dell’Inghilterra, e la traversata dura circa 8 ore. Scendendo dalla nave vi ritroverete direttamente in stazione e da li potrete muovervi comodamente verso la vostra prossima destinazione (io ad esempio ho preso un treno diretto per Londra Liverpool Street al costo di £32, anche questo acquistato direttamente sul posto).

Sul traghetto Stena Line si viaggia comodamente, il gatto ha viaggiato in un kennel per gatti, all’interno di in una gabbietta abbastanza spaziosa nella quale è possibile mettere il trasportino, una lettiera e le ciotole con cibo e acqua. Anche le gabbiette per cani (ovviamente in un locale dedicato solo a loro) sono molto spaziose, adatte anche a cani di grossa taglia.

Il kennel è dotato di telecamere e dalla propria cabina si può monitorare il proprio animale domestico durante tutto il viaggio, oltre alla possibilità di andarlo a visitare di persona in ogni momento.

Un consiglio per chi prenota online, dal sito Stena Line britannico non vi sarà possibile prenotare un viaggio dall’Olanda al Regno Unito, ma solo il contrario.

Consultate perciò il sito della Stena Line Olanda (la parte della compagnia olandese), scegliendo dal menù a tendina in alto la lingua l’inglese.

 

Quali sono i cani e i gatti non ammessi

Per quanto riguarda i gatti non ci sono limitazioni, mentre ci sono delle razze di cani che purtroppo non sono ammesse nel Regno Unito, quali:

  • Pit Bull Terrier
  • Japanese Tosa
  • Dogo Argentino
  • Fila Braziliero

Il Governo Britannico fornisce tutte le informazioni relative alle razze di cani non ammesse nel Regno Unito e al regolamento in caso di possesso di una di queste razze o di un cane con caratteristiche simili.

In conclusione, se decidete di andare a vivere a Londra in futuro o nel resto del Regno Unito sapete, ora, come portare anche i vostri amici a quattro zampe.

Caterina Giordo

Sarda itinerante, romana di adozione. Amante dell’arte, dei libri, della scrittura e degli animali, in particolare dei gatti. Laureata in Arti Visive e discipline dello Spettacolo presso la Rufa – Libera Accademia di Belle arti di Roma, attualmente vivo a Londra. Scrivo, disegno, scatto tante foto, colleziono fallimenti e piccoli successi. Parlo di ciò che amo, con la speranza di essere d’aiuto a chi, come me, è sempre alla ricerca di nuovi stimoli.

110 pensieri riguardo “Portare gatto o cane a Londra 2017? Cosa serve e come tra Inghilterra e UK

  • 20 ottobre 2016 in 5:38 PM
    Permalink

    ciao, volevo sapere come prendo il treno da amsterdam aeroporto per il porto Hoek Van Holland Haven. e se devo anche prenotare il biglietto per la mia cagnolina , se riesci a darmi più detagli. grazie

    Risposta
    • 20 ottobre 2016 in 9:23 PM
      Permalink

      Ciao,
      Il treno puoi prenderlo direttamente dall’interno dell’aeroporto.
      E’ tutto collegato, basta seguire le indicazioni che ti portano ai binari. Anche il biglietto puoi acquistarlo alla biglietteria che si trova dentro l’aeroporto.
      Non e’ necessario prenotare in anticipo, gli animali di piccola taglia viaggiano gratis mentre per i cani di grossa taglia il costo del supplemento parte da €3.10.
      Grazie per averci contattato e buona serata.

      Risposta
      • 12 agosto 2017 in 9:04 PM
        Permalink

        Ciao ,volevo chiederti se il traghetto lo devo prenotare online oppure una volta arrivati lo compro li direttamente?

        Risposta
        • 13 agosto 2017 in 9:00 AM
          Permalink

          Buongiorno Giorgia,
          Il biglietto del traghetto puoi acquistarlo sia online che sul posto. Ovviamente l’acquisto online – con il giusto anticipo, può darti la possibilità di risparmiare notevolmente. Esattamente come quando acquisti un biglietto aereo, o del treno.
          Grazie per il tuo commento e a presto.

          Risposta
          • 13 agosto 2017 in 12:59 PM
            Permalink

            Grazie a te ! Io sto andando a Londra con il mio cane !o almeno ci provo ahahahah (ho un Po di ansia per i controlli ) ma il mio cane ha il passaporto vaccino anti rabbia ,microchip …dovrò fargli il vaccino contro la tenia e il test immunologico ?giusto?
            E il tragitto che devo fare è arrivata in Olanda ad Amsterdam prendo un treno per Van holland mi imbarco per Hardwich e poi da lì prendo un treno per Liverpool Street? Giusto? Scusa se ti sto tartassando di domande ma è il mio primo viaggio in traghetto grazie in anticipo

          • 14 agosto 2017 in 11:06 AM
            Permalink

            Ciao Giorgia,
            Il test immunologico non è obbligatorio per i paesi UE, mentre il vaccino contro la tenia si (per i cani).
            In ogni caso il mio consiglio è sempre quello di consultare il veterinario, anche perchè avrai bisogno di un certificato di buona salute del cane poco prima del viaggio.

            Per quanto riguarda il tragitto, quello che scrivi è tutto esatto: arrivi in aeroporto ad Amsterdam e da li prendi un treno per Hoek van Holland Haven. Da Harwich puoi prendere il treno per la destinazione che ti interessa, in questo caso Londra, Liverpool Street.

            Buona giornata!

          • 15 agosto 2017 in 10:04 AM
            Permalink

            Grazie mille !!!

          • 29 agosto 2017 in 7:56 AM
            Permalink

            Buongiorno ,ho fatto fare al mio cagnolino il vaccino anti rabbia e la tenia ,certificato di buona saluge ecc…pero sul sito di stenaline dice che vogliono pure il test del sangue ,credo che sia il test immunologico?giusto?Però il mio veterinario mi ha detto che non serviva …voi che dite?

          • 1 settembre 2017 in 8:41 AM
            Permalink

            Buongiorno Giorgia,
            Stando alle direttive attualmente in essere, per gli animali provenienti da paesi comunitari non è obbligatorio il test immunologico.

      • 19 agosto 2017 in 7:29 PM
        Permalink

        Ciao Caterina ,ma quanto costa il treno per hoek van holland?

        Risposta
        • 19 agosto 2017 in 9:51 PM
          Permalink

          Un altra cosa dato ke il mio cane andrà in kennel sulla nave che vogliono un trasportino ? Sul sito di stenaline non ci sta scritto nulla

          Risposta
          • 19 agosto 2017 in 9:52 PM
            Permalink

            Ci vuole un trasportino specifico o va bene qualsiasi trasportino standard perché sul sito non specifica nulla

  • 6 dicembre 2016 in 8:42 PM
    Permalink

    Salve,
    devo trasferirmi a Londra i primi mesi del prossimo anno e finalmente sono riuscito a capire come portare il mio cane in Inghilterra

    Molti articoli parlano di trasporto aereo ma quando contatti le compagnie ti negano il biglietto per il cane se la destinazione e’ Londra, cosi’ come ha fatto anche la British Airwais

    Ho un po’ di ansia per la traversata che mi aspetta ma vi ringrazio per le info dettagliate

    Risposta
    • 6 dicembre 2016 in 8:55 PM
      Permalink

      Ciao Giacomo,

      Conosco la tua preoccupazione avendo vissuto la stessa situazione con la mia gatta.

      Purtroppo non è possibile far viaggiare il cane – anche se di piccola taglia, nella cabina dell’aereo come nel resto d’Europa. Trattandosi di un’isola, il Regno Unito ha delle politiche differenti in merito al trasporto animali e se vuoi che il cane viaggi con te devi prendere il traghetto dalla Francia (Calais) o dall’Olanda (Hoek Van Holland).
      Se invece preferisci far viaggiare il cane in aereo l’unica alternativa è il cargo – praticamente lo spedisci.

      In questo articolo troverai tutte le informazioni necessarie a prenotare il viaggio nella maniera più comoda per te.

      Non esitare comunque a scriverci ancora qualora avessi necessità di informazioni più specifiche.

      Buona serata!

      Risposta
  • 6 dicembre 2016 in 9:03 PM
    Permalink

    Ciao Caterina,

    grazie ancora!!!

    Risposta
  • 19 gennaio 2017 in 10:46 PM
    Permalink

    Ciao, anche io sto portando il mio cagnolino in UK, a Glasgow precisamente, e farò come te: arrivo a Rotterdam e da lì il traghetto fino a Hull e poi treno. Ti volevo chiedere, una volta arrivati in Inghilterra ci sono dei controlli per i cani o cose simili oppure scesi dal traghetto si è liberi? Ti chiedo questo perché vorrei prenotare prima il treno che sarà un ora dopo il mio arrivo ma ho paura di qualche imprevisto che me lo faccia perdere, come appunto dei controlli. Ti ringrazio in anticipo per la risposta. E grazie soprattutto per il tuo articolo! Ero disperato per come portare il cane e stavo per spendere più di mille euro per un volo d’aereo.

    Risposta
    • 19 gennaio 2017 in 11:06 PM
      Permalink

      Ciao, sono felice che l’articolo ti sia stato d’aiuto. I controlli ai documenti del cagnolino li faranno in Olanda, controlleranno il passaporto, i vaccini e il microchip prima dell’imbarco. Ti rilasceranno poi un foglio che dovrai tenere con te fino all’uscita dall’area portuale e che attesterà che il cane è in regola. Una volta arrivati nel Regno Unito ci sarà il controllo del passaporto/carta d’identità e la verifica di tutti i documenti in tuo possesso. Un po’ come quando si arriva in aereo anche scesi dal traghetto c’è da passare attraverso il controllo passaporti. La cosa più lenta per noi, come quasi sempre accade quando si prende il traghetto, è stata la fase di discesa di tutti i passeggeri a piedi – eravamo davvero tanti. Il resto è stato molto scorrevole, non dovresti avere nessun tipo di problema.
      Grazie per il tuo commento e buon viaggio!

      Risposta
      • 20 agosto 2017 in 6:34 PM
        Permalink

        Ciao Caterina Ma ci vuole il passaporto per il traghetto stenaline oppure é sufficiemte la carta d’identita per ora?

        Risposta
        • 21 agosto 2017 in 8:56 AM
          Permalink

          Ciao Giorgia,
          – la carta d’identità va benissimo
          – per quanto riguarda il trasportino va bene uno standard basato sulle misure del pet, ma all’interno del kennel non è necessario usarlo perchè le gabbiette sono molto spaziose e l’animale può stare libero
          – il biglietto del treno dall’aeroporto di Amsterdam a Hoek Van Holland l’ho pagato 16€
          Grazie e a presto

          Risposta
          • 21 agosto 2017 in 9:40 AM
            Permalink

            Grazie mille

  • 20 gennaio 2017 in 11:29 PM
    Permalink

    Ciao Caterina! Con quale compagnia hai volato per arrivare ad amsterdam? Grazie 🙂

    Risposta
    • 21 gennaio 2017 in 11:49 AM
      Permalink

      Ciao Mattia,
      Ho volato con Transavia (www.transavia.com). Sono partita da Olbia ed era l’unica compagnia che effettuava quella tratta partendo dal nord Sardegna. E’ stato il mio primo viaggio con loro e devo dire che non mi hanno affatto deluso 🙂
      Buona giornata e a presto!

      Risposta
  • 23 gennaio 2017 in 4:24 PM
    Permalink

    per cortesia potete dirmi come posso portare 2 cani a Londra… 9 e 12 kg. grazie !

    Risposta
    • 23 gennaio 2017 in 5:42 PM
      Permalink

      Ciao Fiorenza,
      Non sapendo esattamente da dove parti posso dirti comunque che hai due opzioni: puoi scegliere tra l’opzione cargo, quindi far volare i cani in aereo in stiva – in una delle apposite “scatole” per il trasporto animali (in questo caso i can viaggiano con te) o in alternativa puoi viaggiare fino a Calais (in Francia) oppure fino in Olanda e prendere il traghetto.
      Se tu dovessi decidere di volare fino in Francia o fino in Olanda tieni presente che i tuoi cani superano il peso di 10kg consentito per il trasporto in cabina, pertanto viaggerebbero in stiva.
      Qualora tu decidessi di arrivare in UK con il traghetto e viaggiare quindi a stretto contatto con i tuoi cani, in questo articolo puoi trovare tutte le informazioni necessarie per avere un’idea di cosa c’è da fare. Ricorda che i tuoi cani hanno bisogno delle dovute vaccinazioni, microchip e passaporto.
      Non esitare a contattarmi se dovessi avere ulteriori perplessità.
      Grazie e buona serata!

      Risposta
  • 24 gennaio 2017 in 3:02 PM
    Permalink

    Ciao, sai dirmi se porto 2 valigie se sono incluse nel traghetto o pure devo pagare a parte?
    Grazie

    Risposta
    • 25 gennaio 2017 in 12:45 AM
      Permalink

      Ciao,
      Quando viaggi sul traghetto non paghi a parte i bagagli. Non preoccuparti.
      A presto

      Risposta
  • 28 gennaio 2017 in 5:34 PM
    Permalink

    Ciao Caterina!
    Vorrei portare la mia gattina disabile a Londra da Taranto. Cosa mi consigli???

    Risposta
    • 29 gennaio 2017 in 9:33 AM
      Permalink

      Ciao Silvia,
      Ti consiglierei l’opzione volo + traghetto piuttosto che il cargo (che comunque normalmente sconsiglio a prescindere – ma nel caso della gattina con disabilità ancora di più). In traghetto potrai visitare la gattina nel kennel tutte le volte che desideri. Perciò se dovesse aver bisogno di cure o attenzioni particolari potrai starle accanto e monitorala durante tutto il viaggio. Si tratta in ogni caso di un viaggio molto lungo, consultati prima con il veterinario che sicuramente sarà in grado di consigliarti cosa fare per prepararla al meglio
      Non esitare a scrivermi ancora se dovessi avere bisogno di ulteriori informazioni più specifiche.
      Buona giornata!

      Risposta
      • 6 agosto 2017 in 2:11 PM
        Permalink

        Ho compilato il form per prenotare il traghetto dall’Olanda a Harwich ma mi dice che non è possibile viaggiare con i gatti senza un veicolo!!! Come è possibile se tu ci sei riuscita??

        Risposta
        • 6 agosto 2017 in 8:58 PM
          Permalink

          Ciao Alessandra,
          Non so perchè ti da problemi. Io ho fatto una prova proprio ora, sempre dal sito https://www.stenaline.nl ma non ho riscontrato nessuna problematica. Quando selezioni l’opzione pet ricordati di selezionare la terza, quella che dice “in kennel”.

          Risposta
  • 3 febbraio 2017 in 5:48 PM
    Permalink

    Ciao, ho pena prenotato il volo fino ad amsterdam e anche il traghetto , volevo sapere se il trasportino deve essere quello rigido, o va bene anche quello morbido in tessuto? Perche la compagnia aerea dice di portare quello morbido e nel traghetto non lo so come vogliono. Un altra cosa anche i cani proveniente Dall Unione Europea devono fare il test immunologico? Mio veterinario ha detto di no , dice che serve solo il vacini contri la rabbia, passaporto, micro chip e certificato di buona salute

    Risposta
    • 4 febbraio 2017 in 8:20 PM
      Permalink

      Ciao Siomara,
      il trasportino che hai preso va benissimo anche per il traghetto. All’interno del kennel troverai tutte gabbiette individuali e coperte qualora volessi mettere qualcosa di comodo insieme a cibo e acqua.
      Il test immunologico, come ti ha anche confermato il veterinario, non è necessario trattandosi per ora di un animale proveniente da un paese comunitario.
      Buona serata 🙂

      Risposta
  • 6 marzo 2017 in 11:35 PM
    Permalink

    Ciao, anche io sto tornando a Londra per i primi di giugno con mio marito e i nostri 2 mici ed ho scelto la tratta Roma Amsterdam e da lì il traghetto fino ad Harwich. Leggendo i vari commenti ho già trovato risposta al mio dubbio sul trasportino non rigido richiesto dalla vueling e quello consentito sul traghetto. Un altro mio dubbio riguarda i controlli una volta scesi dall’aereo ad Amsterdam. Devo recarmi in qualche posto in particolare per far controllare i miei 2 mici prima di uscire dall’aeroporto? E seconda cosa, pensi che per i primi di giugno le norme rimangano uguali quindi avrò bisogno soltanto del certificato che attesti la buona salute dei mici e non il test per l’immunità alla rabbia, vero? Grazie in anticipo.

    Risposta
    • 7 marzo 2017 in 12:08 AM
      Permalink

      Ciao Deborah,

      Ad Amsterdam non avrai nessun problema, trattandosi della città di un paese comunitario ti chiederanno semplicemente i documenti in aeroporto a Roma, prima dell’imbarco. Per il resto sarà come viaggiare sul territorio nazionale. Le verifiche approfondite le faranno prima dell’imbarco sul traghetto perché è lì che avrai bisogno di dimostrare che i gatti hanno i requisiti necessari per entrare in UK.

      Per quanto riguarda invece il discorso Brexit, non ci sono stati fino ad ora cambiamenti relativi al trasporto animali. Per quanto mi è stato possibile leggere non credo ce ne saranno, il discorso legato alla libera circolazione si riferisce alle persone più che agli animali. Perciò se i gatti hanno tutti i documenti in regola non dovresti avere problemi.

      In ogni caso il mio consiglio è quello di tenere sotto controllo il sito del governo inglese, che verrà eventualmente aggiornato in caso di cambiamenti.
      Ma non preoccuparti, qualora ci fossero variazioni – sul sito daranno la comunicazione con largo anticipo in maniera da consentire a tutti di potersi adeguare per tempo e senza difficoltà.

      Spero di esserti stata d’aiuto.

      Buona serata e buon viaggio

      Risposta
    • 9 marzo 2017 in 8:53 AM
      Permalink

      Buongiorno Simone,

      le compagnie presenti su quella lista permettono il trasporto animali solo con l’opzione Cargo – quindi come spiegato nell’articolo, puoi spedire il tuo animale domestico facendolo viaggiare nella stiva dell’aereo ad un costo non proprio vantaggioso.
      Peraltro bisogna sempre contattare la compagnia con cui si pensa di voler effettuare il viaggio per verificare che sia effettivamente possibile prenotare la tratta desiderata e per verificare anche le modalità di viaggio.

      Trattandosi comunque di una lista aggiornata di recente (il 03/03/17) ho contattato alcune delle compagnie che viaggiano dall’Italia al Regno Unito per avere delle conferme.
      Ad esempio la Lufthansa – una delle compagnie presenti nella lista, mi ha confermato che ad oggi loro non effettuano ancora questo servizio su voli che trasportano passeggeri. Quindi è si possibile utilizzare questa compania aerea per far viaggiare gli animali, ma se decidi di viaggiare con Lufthansa, il tuo pet non viaggerà con te.
      British Airways effettua lo stesso servizio, loro si avvalgono di una compagnia di supporto che loro definiscono “sister company” che si chiama IAG World Cargo. Puoi trovare qui le info relative https://www.britishairways.com/en-gb/information/travel-assistance/travelling-with-pets

      Ricapitolando: esiste la possibilità di usufruire dell’aereo, ma non è ancora possibile far viaggiare animali di piccola taglia in cabina come nei voli nazionali o EU.

      Grazie per il commento e a presto.

      Risposta
      • 9 marzo 2017 in 10:45 AM
        Permalink

        Grazie a te x i suggerimenti, tra poco piu’ di un mesetto mi dovrei trasferire a londra con il mio pelosone Gas Gas e sinceramente sono molto preoccupato.
        Grazie

        Risposta
        • 9 marzo 2017 in 3:40 PM
          Permalink

          Ciao Simone,
          Figurati, capisco benissimo la tua preoccupazione. Ma avendo tutti i documenti in regola non può che andare nel migliore dei modi 🙂 Sembra più complicato di quel che è in realtà.
          Come hai deciso di partire? Scrivici ancora se ti va, per raccontarci la tua esperienza una volta arrivato a Londra.
          Buona giornata!

          Risposta
  • 19 marzo 2017 in 12:24 AM
    Permalink

    Salve Caterina, grazie per le utilissime informazioni. Ho una cagnetta di 24 kg che soffre di ansia da separazione, forse dovrò trasferirmi in Inghilterra, partendo da Palermo, qual è la soluzione meno stressante per viaggiare? Grazie

    Risposta
    • 19 marzo 2017 in 7:26 PM
      Permalink

      Ciao Fiorella,

      Grazie per il tuo commento! Sono felice che tu abbia trovato informazioni utili.

      Trattandosi di un cane che soffre di ansia da separazione, penso che prima di tutto sia importante consultare il veterinario.

      Io per i viaggi lunghi ho sperimentato le salviette della Feliway a base di feromoni e sono state utilissime per tranquillizzare la mia gatta. Magari esiste qualcosa di analogo anche per cani.

      Partendo da Palermo un viaggio in treno è davvero molto lungo e faticoso, forse converrebbe arrivare in Francia o in Olanda con l’aereo. Però non conoscendo la situazione in maniera approfondita il consiglio migliore che posso darti è quello di consultare il veterinario prima di tutto, così che possa metterti al corrente di eventuali rischi per la salute del cane. Questo ti permetterà di valutare in maniera adeguata.

      Buona serata e a presto!

      Risposta
  • 20 marzo 2017 in 3:56 PM
    Permalink

    Grazie per l’articolo! Mi hai letteralmente salvato la vita! Già mi vedevo bloccata per sempre in UK! Ho 2 gatti da portare dal Regno Unito in Italia e ho fatto, seguendo i tuoi consiglio, tutto l’itinerario. Unico dubbio: gli animali possono viaggiare sui bus olandesi? E sugli Intercity? Perché ho visto che da Hook of Holland a Rotterdam (da dove prenderemmo un Transavia diretto per VE con i pelosi a bordo) si ci arriva con un paio di bus o con un bus e un IC. O c’è un’alternativa diretta che ci porterebbe da Hook all’aeroporto di Rotterdam?
    Di nuovo, grazie ancora! Non sai quanto bene mi hai fatto! 😀

    Risposta
    • 20 marzo 2017 in 9:34 PM
      Permalink

      Ciao Michela,

      Grazie a te per il commento!

      Sui treni Olandesi non ci sono problemi per quanto riguarda il trasporto di gatti nella gabbietta, io ho portato la mia gatta a costo zero senza nessuna difficoltà dall’aeroporto di Amsterdam a Hoek Van Holland Haven. Per quanto riguarda i bus, online ho visto che dovresti prendere il bus 33, che stando al costo credo sia un normale bus di linea, quindi non un pullman, pertanto non dovresti avere difficoltà neanche in quel caso.
      Trattandosi comunque di un tragitto breve, potresti valutare il taxi o un Uber da Rotterdam all’aeroporto qualora ci fossero problemi, basandomi sulle info reperite online e sulla durata del viaggio non credo che il costo sia eccessivo.

      Buon viaggio! 🙂 🙂

      Risposta
      • 21 marzo 2017 in 4:03 PM
        Permalink

        Grazie mille per la risposta!
        Ultima domanda: ma con i bisognini come hai fatto? Perché stanotte ci pensavo: 4 ore di treno per raggiungere il traghetto, 8h di traghetto, un paio di ore di aereo (senza contare il tempo morto)… insomma i gatti starebbero in viaggio circa 12/15h e quindi per i bisognini bisogna fare qualcosa. Avevo pensato a delle traversine assorbenti da mettere nei trasportini (o fogli di giornale).
        Nelle gabbiette del traghetto i gatti starebbero liberi al loro interno, così da metterci della sabbietta, oppure devono stare nel trasportino?
        Grazie mille!

        Risposta
        • 21 marzo 2017 in 10:16 PM
          Permalink

          Figurati!! Puoi portare della sabbietta con te, le gabbiette del kennel della nave sono abbastanza capienti e loro hanno delle cassettine che mettono a disposizione di chi viaggia. Nonostante questo la mia gatta non ha bevuto/mangiato/fatto i bisogni per quasi 30 ore 🙁 Un gattino accanto a lei però era molto più tranquillo da questo punto di vista e ha fatto tutto senza problemi 🙂

          Risposta
          • 23 marzo 2017 in 1:00 PM
            Permalink

            Grazie mille! Sei stata preziosissima!

  • 12 aprile 2017 in 3:21 AM
    Permalink

    Ciao Caterina! Il 31 marzo ho fatto l’antirabbica alla mia cagnetta. Il 21 aprile potrei già andare in inghliterra? O devo aspettare il 22? E il test immunologico è sicuro che non serve? Perché qualcuno mi dice di sì e altri mi dicono di no. Grazie mille

    Risposta
    • 13 aprile 2017 in 9:03 AM
      Permalink

      Ciao Giada,

      per viaggiare con il pet devi aspettare almeno 21 giorni, se ti senti più sicura puoi partire il 22.

      Per quanto riguarda il test immunologico, trattandosi di un viaggio da un paese comunitario non è obbligatorio. La cosa migliore che puoi fare però se hai dei dubbi, è quella di rivolgerti al tuo veterinario di fiducia che sarà in grado di consigliarti al meglio.

      Grazie e a presto

      Risposta
  • 18 aprile 2017 in 1:42 AM
    Permalink

    Grazie dell’articolo e dell’aiuto .. in giro per la rete era un caos… pazzesco.. mai mi sarei immaginato che fosse cosi complicato portare i propri gatti e trovare tanta confusione sull’argomento. Io ho due gatte e a giugno ho un lavoro che mi attende a Londra, l’unica remora erano le mie micie….pensavo di cavarmela con 2 orette di volo e già mi sembrava un ‘impresa da fare passare alle mie gatte, e tu mi hai dato la mazzata finale.. ma almeno ho la verità su tutto e come andarci… io opterei per la rotta di Rotterdam… ovviamente scelgo la più economica.. e a proposito il tuo articolo è molto esplicativo, manca solo secondo mè cosa hai speso, nel dettaglio per il viaggio con la tua gatta…per il volo a quei prezzi io nn li trovo mai.. il treno e il traghetto con cucetta cosa ti è costato ? perchè parto con tutto contato… e devo farcela assolutamente a sto giro. Grazie sei stata utilissima. Saluti Edoardo Pucci

    Risposta
    • 18 aprile 2017 in 9:38 AM
      Permalink

      Ciao Edoardo,
      Grazie per il tuo commento. Per quanto riguarda i costi posso dirti che io ho prenotato con 5 mesi di anticipo e ho trovato molte offerte, ad esempio da Olbia ad Amsterdam ho pagato circa €80 compresa la gatta. Mentre per quanto riguarda il traghetto ho pagato circa €200/250 però per due persone + la gatta. Il treno da Amsterdam al porto di Hoek Van Holland costa €16 (la gatta viaggia gratis) e l’ho prenotato sul posto, mentre da Harwich a Londra Liverpool Street ho pagato £32, anche quello pagato sul momento – prenotando in anticipo potresti trovare qualche offerta.
      Trattandosi di importi soggetti sempre a variazioni ho preferito non indicare il costo per evitare di creare delle aspettative, puoi trovare a minore/uguale importo ma anche a importo maggiore. Calcola almeno €300/350 volo + traghetto + treni + due gatte + cibo ecc. per essere sicuro.
      Spero di esserti stata d’aiuto.
      Buona giornata e buon viaggio!

      Risposta
      • 24 aprile 2017 in 3:39 AM
        Permalink

        Per prima cosa grazie molto Caterina, sei stata molto utile e incoraggiante ad affrontare sto incubo… pazzesco che nel 2017 in UK nn si possa viaggiare coi propri piccoli animali sull’aereo.. ne sugli Eurostar.. che senso ha ?? una cosa inspiegabile…. una rabbia che devo archiviare per ora, ho guardato ancora un pò per informarmi di più , ma alla fine il tuo articolo è il più aggiornato, niente voli, niente manica coi treni, niente traghetto dalla Francia c’è la possibilità aggiungo di prendere il taxi per la manica da Calais e poi riprendere il treno da Dover o dove si arriva.. per Londra http://www.folkestonetaxi.com/Pet+travel+abroad.html, o con il traghetto come ci segnali tu dal’Olanda, io quel budget lo ritengo troppo oneroso, devo spendere meno assolutamente… quindi opterò per treno fino a Calais e taxi fino alla stazione Inglese e treno ancora per Londra… ho fatto più o meno i conti e sarei sulle 200€ cosi, vediamo ora aspetto contratto da firmare e sto cercando la casa disperatamente.. perchè anche li… che odissea con i gatti… nessuno li vuole..pazzescooo !! alla faccia della petfriendly Brittanica !! insomma deluso… già parto per disperazione.. per questo paese che si sta affossando.. e che nn ce lo possiamo più permettere … e siamo a casa nosr, .. il ns bel paese per pochi oramai… e sò benissimo come si vive a Londra, zero contatti e tutti vanescenti, mi basterebbe anche un giardinetto e stare con le mie pelose..ma sembra di doversi tagliare un dito per averla, il lavoro ci ho messo meno che fare la carta d’identità i n Italia a trovarlo a momenti… ma il resto è una corsa ad ostacoli.., sono contento che almeno qlno ha scritto qlsa come tè e nn lo avrai fatto a caso scommetto ! 😉 .. infatti nn ci sono tante info ufficiose sull’argomento, facili da reperire diciamo, senza le mie micie nn parto, ho un lavoro per giugno, una prova di tre mesi, che nn sarebbe male, ma ho saputo che con lo stipendio che avrò li farò una vita rosicatina…troppo cara Londra per ogni cosa pare… e nn metti via un pound…insomma è più la disperazione che mi manda li..e anche forse la voglia di cambiare aria ..visto che qui è diventata asfitica… spero in risvolti più positivi…grazie ancora e ciao Caterina

        Risposta
        • 24 aprile 2017 in 8:09 AM
          Permalink

          Ciao Edoardo,
          sono felice di esserti stata d’aiuto e che tu abbia trovato una soluzione comoda per te e le tue gatte! A tal proposito, grazie infinite per la segnalazione. Ci sono tante persone che cercano una soluzione e questa che mi segnali è un’altra possibile via.
          Comunque non ti abbattere, qualcosa anche qui a Londra sicuro la troverai. Ci vuole tanta ricerca e tanta fortuna anche in questo caso, trovare lavoro in UK è un attimo, ma trovare una buona casa può essere una vera e propria sfida. Londra comunque è una città che ha davvero tanto da offrire ancora oggi.
          Facci sapere come va con l’opzione Folkestone Taxi!
          Buona giornata e buona fortuna con i tuoi progetti!

          Risposta
          • 24 aprile 2017 in 3:41 PM
            Permalink

            Grazie mille Caterina !! si s ivi aggiornerò !! ciao a tè e a tutti gli amici dei pelosi.. 😉

          • 25 aprile 2017 in 12:57 AM
            Permalink

            Un’ ultima cosa Caterina sorry se ti rompo ancora.. ma è sempre più caotica la ricerca.. pazzesco .un paese con tutte ste menate amanti degli animali.. ne hanno fatto un business… ho controllato il sito del traghetto dall’Olanda ma a tutte le rotte riporta nn è ammesso viaggiare ai passeggeri a piedi a bordo con gli animali..uguale alla Francia.. ‘?? ma che storia è ?!!?’ io nn ci capisco più nulla !! https://ws.directferries.com/ferry/secure/booking_redirect_df.aspx?stdc=DF10IT&grid=0&rfid=81&psgr=1&curr=2&retn=false&rfidr=33

            Grazie dimmi solo che le Gtte almeno li le posso portare e fuori anche un pò a prendere aria.. ma che maniere mediovali sono ??

          • 25 aprile 2017 in 8:36 AM
            Permalink

            Ciao Edoardo,
            Niente panico! Purtroppo non è possibile lasciare gli animali liberi sul traghetto per questioni di sicurezza (un po’ come sull’aereo o sul treno). Esistono delle compagnie marittime con aree pet-friendly dedicate, prevalentemente ai cani, ma non è questo il caso purtroppo.
            Comunque le tue gatte staranno benissimo e potrai andare a visitarle in ogni momento. Sul traghetto dall’Olanda, il cui viaggio dura circa 8 ore, ci sono dei kennel dedicati ai gatti e ai cani – ho fatto qualche foto che trovi nell’articolo, il personale di bordo ti accompagna e ti da un codice che ti permette di entrare in qualunque momento durante il viaggio. Oltretutto puoi monitorare le gatte dalla tua cabina, un canale del televisore è collegato alle CCTV presenti nel kennel. Le gabbiette sono capienti, puoi mettere dentro cibo, acqua, lettiera e una coperta se preferisci. Se parti dalla Francia invece il viaggio dura solo 3 ore. Capisco che per noi e per i nostri pelosi può essere uno stress, ma una volta arrivati a casa vi dimenticherete del viaggio nel giro di poco tempo.
            Non ti abbattere! Buona giornata 🙂

  • 24 aprile 2017 in 4:07 PM
    Permalink

    Ciao Caterina,
    grazie per le tue spiegazioni, chiare, precise e molto utili!
    Sto cercando anche io di viaggiare con la mia gatta in Inghilterra e, non avendola mai portata fuori dall’Italia, vorrei essere certa di aver capito quali documenti avere. Ricapitolando, per i gatti servono: il microchip, il vaccino antirabbica, il passaporto e il certificato di buona salute (da fare massimo 48 ore prima del viaggio), giusto? Non serve invece la titolazione anticorpale (si fa solo per i cani), vero?

    C’è poi un’altra cosa che non mi è chiara dal sito del Governo Britannico, e cioè la possibilità che il pet sia rifiutato se arrivato via mare: https://www.gov.uk/take-pet-abroad (“Your pet may be put into quarantine for up to 4 months if you don’t follow these rules – or refused entry if you travelled by sea. You’re responsible for any fees or charges.”). Sai chiarirmi tu le idee?

    Non avendo mai affrontato prima un viaggio così lungo e complesso con la mia gatta, ho un po’ paura che possa essere un’esperienza traumatizzante per lei. Hai ulteriori consigli su come prepararla e tranquillizzarla? Ti ringrazio tantissimo!

    Risposta
    • 24 aprile 2017 in 6:05 PM
      Permalink

      Ciao Benedetta,

      Grazie per il tuo commento!
      Esatto, per i gatti microchip, vaccino antirabbica, passaporto e certificato.
      In merito a quel che dice il sito del governo, praticamente la quarantena non esiste più ma può essere applicata nel caso in cui il tuo pet arrivi a destinazione senza tutta la documentazione richiesta. Qualora accadesse, il costo viene addebitato al proprietario del pet. Oppure, nel caso del traghetto, non lo fanno proprio imbarcare dato che i controlli non vengono effettuati su suolo britannico ma prima dell’imbarco, alla frontiera. Se tu hai tutti in regola stai serena che non avrai nessun problema! Quando arrivi al porto ti fanno tirare fuori la gatta dal trasportino e con un rilevatore ti fanno verificare la presenza del chip, mentre controllano poi tutta la documentazione in tuo possesso.
      Una volta verificato il tutto ti viene rilasciato un foglio da tenere con te fino allo sbarco e da mostrare ai controlli una volta arrivata in uk.

      Per quanto riguarda il taxi menzionato nell’altro commento, personalmente non l’ho provato ma per quello che ho visto è un servizio che ti permette di viaggiare partendo dalla Francia, questo perché le compagnie che effettuano la tratta francese non accettano animali se non a bordo di un’auto. Ho letto molte reviews positive, sembra un buon servizio! Aggiornerò l’articolo appena possibile includendo anche questa opzione!

      Spero di esserti stata d’aiuto
      A presto!

      Risposta
  • 24 aprile 2017 in 4:21 PM
    Permalink

    Ah! E invece questa cosa del taxi come funziona? Ti mettono comunque su una nave? Grazie ancora!

    Risposta
  • 25 aprile 2017 in 3:20 PM
    Permalink

    Ciao Caterina ti ringrazio molto per i tuoi consigli sei veramente un angelo che ci aiuti molto a noi che siamo amanti degli animali ti racconto questo :io con la mia famiglia ci dobbiamo trasferire a Londra a settembre e quindi dobbiamo spostare tutta la nostra tribù cioè ,ho tre gatti e un dobermann ho contattato un sito che si chiama BLISS PET che si occupa di trasporti internazionali per gli animali e mi hanno chiesto più di 2000 € un’esagerazione. Pensavo di chiamare la BRITISH e sentire per quanto riguarda il costo il tempo anche perché io abito a Modena ,e da Bologna e Verona loro non fanno cargo per gli animali quindi dovrei prendere il volo da Milano poco più di due ore di volo e i nostri amici peloseti sarebbero a Londra quindi non dovrebbero affrontare un viaggio così lungo . La tratta che hai fatto tu è molto conveniente dal punto di vista economico però secondo me per loro sono troppe ore ,riesci a darmi qualche altro consiglio ti ringrazio molto . Daniela

    Risposta
    • 25 aprile 2017 in 8:02 PM
      Permalink

      Ciao Daniela,
      Grazie per il tuo commento.
      Diciamo che tre gatti e un doberman sono una bella sfida. Considerato il tutto non credo neanche che il costo del servizio che ti hanno proposto sia così eccessivo. Considera che la cifra che ho indicato in uno dei precedenti commenti è relativa ad una sola persona con un solo gatto e che ho fatto un viaggio durato “door to door” circa 30 ore. Puoi provare a contattare il servizio cargo della British Airways per vedere un po’ che tipo di preventivo ti propongono. Purtroppo, dovendo comunque imbarcare gli animali non ti resta molta scelta, una delle alternative potrebbe essere quella di arrivare fino a Parigi in aereo e poi prendere il treno fino a Calais e da li provare con l’Eurotunnel, ma noleggiando un’auto oppure usufruendo di un servizio taxi dedicato. Però a questo punto, avendo già imbarcato i pelosi conviene farli arrivare direttamente a destinazione. Non sono sicura che il risparmio eventuale di forse poche centinaia di euro valga il lungo viaggio e lo stress inflitto sia a voi che ai vostri pelosi.
      L’ideale è avere tutti i preventivi sotto mano e valutare anche in base alla singola durata di ogni potenziale viaggio. La scelta migliore verrà da se.
      Tienici aggiornati e buona fortuna!

      Risposta
  • 3 maggio 2017 in 8:10 AM
    Permalink

    Ciao grazie mille per tutte le informazioni scritte nel tuo sito. Vivo da un anno a londra e sono Siciliana vorrei portare il mio cane di 16 kili da palermo a londra come posso muovermi?grazie in anticipo

    Risposta
    • 3 maggio 2017 in 9:37 AM
      Permalink

      Ciao Delia,

      Grazie a te per il commento.

      Dovendo partire con un cane da 16 kg ti consiglio di valutare direttamente l’opzione cargo, prova a contattare la British airways o comunque le compagnie che viaggiano da Palermo usufruendo di questo servizio per vedere se è possibile far viaggiare il cane direttamente da li. Purtroppo, non potendo far viaggiare il cane in cabina neanche in Italia o Europa (dato il peso superiore ai 10kg normalmente consentiti), il cargo mi sembra la soluzione ideale. Il cane affronterebbe un viaggio in aereo di qualche ora, arrivando direttamente a destinazione.

      Puoi consultare il tuo veterinario per valutare insieme il modo migliore per far affrontate al tuo cane un viaggio che gli riduca al minimo lo stress.

      Buona giornata!

      Risposta
  • 4 maggio 2017 in 3:01 PM
    Permalink

    Grazie per il tuo articolo molto utile.
    Ti volevo chiedere (proprio per la tua esperienza diretta) se è fattibile un trasloco in Inghilterra di due persone + tre gatti, ciascuno nel suo trasportino, con quale percorso e con quali costi.
    Nel nostro caso, dovremmo andare a Liverpool.
    Abitiamo in provincia di Rimini, quindi l’aereo lo possiamo prendere da Rimini, Falconara, Bologna, Milano, etc.
    Cosa sarebbe meglio secondo te?
    Partendo da quale aeroporto qui in Italia? (considerando anche la distanza per raggiungere l’aeroporto).
    Diretti dove: per la Francia o per Olanda?
    E dalla costa inglese come si arriva a Liverpool?

    P.S.: due gatti in particolare tendono ad agitarsi da matti nel trasportino… il veterinario potrebbe dare anche un blando sedativo?
    Grazie di cuore
    🙂

    Risposta
    • 4 maggio 2017 in 10:35 PM
      Permalink

      Ciao Fabrizio,
      Grazie per il tuo commento.
      Il consiglio migliore che mi sento di darti è quello di armarti di tempo e pazienza ed informarti per quanto riguarda il cargo, potresti essere in grado di far arrivare i gatti direttamente a Liverpool, ma qualora non fosse possibile da Londra il collegamento in treno è ottimo ed il viaggio dura un paio d’ore. Trovandoti geograficamente in una posizione comoda puoi valutare quale aeroporto scegliere in base alle compagnie che effettuano la tratta che ti interessa ed al costo.
      Escluderei i traghetti perchè allungheresti il viaggio notevolmente. Su ogni aereo non è possibile far viaggiare in cabina più di due animali di piccola taglia insieme (il peso massimo consentito per animale varia tra i 6kg e i 10kg in base alla compagnia scelta), dovendo quindi far viaggiare uno o più gatti in stiva per arrivare in Francia o in Olanda tanto vale far fare loro il viaggio completo, soprattutto se hanno difficoltà a stare a lungo nel trasportino.
      Esistono diversi tipi di calmanti per gatti, sono sicura che il tuo veterinario saprà darti i consigli migliori, conoscendo i tuoi gatti, affinchè possano affrontare il viaggio nella maniera più serena possibile.
      Grazie ancora e buona serata!

      Risposta
      • 5 maggio 2017 in 7:43 AM
        Permalink

        Grazie mille per la tua risposta.
        Il cargo l’avevo escluso intanto perché abbiamo quasi paura che potrebbero restarci secchi per la paura e il distacco… Quanto può costare?
        Forse sarebbe il male minore portarli con noi, cercando appunto di procurarci un calmante, non so.
        Poi non ho capito bene il limite dei due animali.
        Stavamo infatti pensando di portare con noi mio padre, così saremmo in tre e viaggeremmo con un gatto a testa, ognuno nel suo trasportino… è possibile o no?
        Pensavamo di arrivare in Francia e prendere il famoso taxi.
        Certo è che aggiungendo altre due ore di treno per Liverpool, è un’odissea!!… 😀

        Risposta
        • 5 maggio 2017 in 11:16 AM
          Permalink

          Ciao Fabrizio,
          Il costo del cargo varia in base al luogo di partenza, alla compagnia e al numero di animali. Devi contattare la compagnia (o piu’ compagnie) che effettua il servizio che ti interessa e richiedere un preventivo.
          Normalmente su ogni aereo che effettua il servizio di trasporto animali su territorio nazionale o in Europa ci sono dei posti limitati per gli animali in cabina (due o tre). Se decidi di escludere il cargo informati con la compagnia che scegli per arrivare fino in Francia, ogni compagnia ha regole diverse. Le compagnie con cui ho viaggiato accettavano non piu’ di due animali, loro ti consigliano infatti di verificare prima la disponibilita’ nel caso qualcun altro abbia gia’ prenotato, prima di fare il biglietto. Non tutte le compagnie permettono di prenotare online per il proprio pet, con Transavia ho acquistato online, ma con Alitalia ad esempio, ho dovuto contattare il servizio clienti.
          Buona giornata 🙂

          Risposta
          • 5 maggio 2017 in 12:46 PM
            Permalink

            Quindi, scartando la possibilità di viaggiare in odissea con tre gatti nei trasportini, non ho capito bene i vari modi di spedire gli animali, girando sul web…
            Nella stiva dello stesso aereo dove viaggiamo noi? (magari!!!)
            Oppure in aereo cargo che va per conto suo?
            Oppure con delle ditte tipo Blisspets, etc.,
            Ma poi bisogna andarli a prendere all’aeroporto?
            O te li portano a casa, tipo corriere? oh my god!
            Sono un po’ confuso… perdonami 🙂

          • 5 maggio 2017 in 1:20 PM
            Permalink

            Ciao Fabrizio,

            queste sono le possibilita’ che hai:

            – cargo (come spiegato in precedenza devi richiedere un preventivo)
            – arrivi in Francia o in Olanda (tu scegli come, in base alle tue preferenze/disponibilita’) e da li prendi un traghetto per il Regno Unito.
            – societa’ che si occupano di trasporto animali all’estero (le contatti, spieghi loro il da farsi e ti faranno avere un preventivo)

            Ora sta solo a te stabilire l’opzione che ti sembra migliore.
            Oltre all’articolo completo che potrebbe esserti utile, puoi dare una letta ai commenti di chi, come noi, ha intrapreso o deve intraprendere questo viaggio con i propri animali. Le esperienze altrui spesso aiutano molto 🙂

            Grazie ancora e buona giornata.

          • 5 maggio 2017 in 1:44 PM
            Permalink

            Ok, grazie ancora.
            Sto anche valutando se fare in treno tutto il viaggio fino alla costa francese, senza aerei.
            Da lì in poi, ho altre perplessità.
            Ma il famoso taxi ti può portare in Inghilterra imboccando il tunnel sotto la Manica, evitando il traghetto? (e il pedaggio del tunnel è piuttosto salato?)
            Oppure si può prendere il treno che va nel tunnel sotto la Manica, con i gatti al seguito?

          • 5 maggio 2017 in 3:09 PM
            Permalink

            Questo e’ il servizio taxi http://www.folkestonetaxi.com/ e attraversa l’Eurotunnel arrivando appunto a Folkestone 🙂
            Questo e’ il link dell’Eurotunnel https://www.eurotunnel.com/uk/home/
            Personalmente non l’ho provato, ma ho letto tante recensioni positive. Il treno, l’Eurostar Parigi/Londra, purtroppo non accetta animali.
            Sembra complicato, in realta’ una volta a conoscenza di tutte le opzioni e prenotati i biglietti ti renderai conto che il viaggio e’ solo lungo, ma molto fluido.
            Spero di esserti stata utile.

            A presto 🙂

  • 5 maggio 2017 in 2:10 PM
    Permalink

    Ciao Caterina,
    grazie per il tuo utilissimo articolo! Il mio ragazzo ed io dobbiamo trasferirci a Edinburgh a fine ottobre ed abbiamo due gatte. Fin ora l’opzione più fattibile mi sembra Fiumicino- Charles de Gaulle con Air France e poi manica in taxi e poi treni… tanti treni… Ho già scritto alla compagnia di taxi pet friendly per ricevere più info su modalità e costi (fingers crossed).
    L’opzione due sarebbe KLM fino ad Amsterdam e poi traghetto ma non mi è chiaro se anche in questo caso c’è la possibilità di prendere un taxi pet friendly oppure no, perché noi non abbiamo un’auto, e le compagnie di autonoleggio non consentono di cambiare paese (oltretutto con la guida dall’altro lato, comprensibilmente!)
    Inoltre le compagnie aeree richiedono un trasportino morbido da mettere sotto al sedile in cabina, ma nel momento in cui si viaggia in traghetto/taxi viene richiesto uno rigido? Oppure quello da cabina va bene?

    Grazie mille davvero per il tuo aiuto!

    Risposta
    • 5 maggio 2017 in 3:29 PM
      Permalink

      Ciao Valeria,
      Grazie per il tuo commento.

      Io sono partita dall’Olanda senza auto, avevo scelto quel percorso perche’ pur essendo piu’ lungo (il traghetto dall’Olanda impiega 8 ore per arrivare in UK) per me era il piu’ comodo non avendo appunto l’auto e avendo un collegamento comodo con Amsterdam.
      Per quanto riguarda il trasportino, io ho sempre viaggiato con quello rigido e non ho mai avuto problemi, ma ho visto anche in traghetto persone che usavano il trasportino morbido. Non ho letto indicazioni specifiche a riguardo, stessa cosa credo valga per il taxi.
      A presto e buona serata 🙂

      Risposta
  • 31 maggio 2017 in 4:41 AM
    Permalink

    Ciao Caterina volevo raccontarvi l’esperienze… ho scritto un sacco l’ultima volta ma nn vedo il mio commento risposta per tè.. mi spiace…. sono quasi a Londra !!! yessss !!!…. tutto come dicevi e come immaginavo conoscendola di già, casa trovata grazie alla super gentilezza che sto trovando nei miei nv datori di lavoro… in Italia nn ci credono tanto siamo abituati male che mi ha fatto sto favore… ha pure pagato l’anticipo di cauzione per bloccarmela !! un vero gentleman !!… dopo un mese che si libererà la doppia il primo starò in una singola…mi farà portare anche le gatte il landlord…. 😉 fantasticooo !! evvaiiii !!! c’è l’ho fatta !!! è stata più dura di quanto credevo.. e senza poi mollare un attimo per un mese e mezzo..sotto tutte le notti a cercare.. l’avevo anche trovate.. ma pet allow è quasi una botta di fortuna pazzesca…. per le ragioni che poi ho capito… gli inquilini e molti proprietari Londinesi nn ne vogliono sapere, perchè per gli altri inquilini può dar fastidio e in più molti li hanno già gli animali….e poi ci sono i proprietari che nn vogliono probabili danni o disagi… vabbè nella “norma”… anche se era brutto vedere tante belle case perfette per i ns pelosi..che ci rifiutavano…. bè alla fine grazie a quest’uomo tanto disponibile ho trovato casa pure a 2 km dal lavoro.. ci andrò a piedi.. che voglio di più ??? ma io ci credo… quindi… nn arrendetevi mai come dice la Cate !!! Volevo passarti il mio contatto.. .chissà che una pinta con amici e il tuo ragazzo riusciamo a bercela…. ho visto che hai simili passioni, io faccio visual mapping, fotografo per passione, sono grafico web designer e Lanscaping Designer e siamo due gattonauti convinti !! 😉 grazie per l’attenzione e gli incoraggiamenti !!! grande Cate !!! anche se ti devo confessare che ho passato momenti che nn ci credevo di farcela in tempo.. .io avevo già un contratto firmato x il 1 Giugno ..poi me ne è arrivata un’ altra di proposta più bella della prima e ho preso la seconda… ho pure scelto dunque… ma il viaggio e portare le mie micie sarà ancora una sfida da rimandare al mese prossimo e dopo aver cercato di tutto e di più … mi sa che dovrò per forza andare anche io via Holland.. ma possibile che nn ci sono tratti col traghetto più brevi cara ?’ io se penso di far fare 24 h di viaggio alle mie micie sto male ..nn sò come lo faranno .. nn riescono a stare nel pelo quando vado al Lago maggiore… per 1 ora di viaggio da Milano…io avrei voluto fare milano-parigi e parigi-calais che ho capito che nn c ‘è più modo di imbarcarsi con le gatte ma nemmeno sui treni normali ?? anche sotto la manica ? io ho chiesto ad una mia amica Parigina che gli sembrava impossibile anche a lei.. e poi ha costatato andando in stazione per mè. che è cosi…io prenderei anche un treno normale ..nn x forza l’Eurostar ! ma nn ci sono !! Pazzescoo !!!! te lo chiedevo per abbreviare il tratto di mare.. dal Belgio il servizio è scarso.. nn sò rimane solo la tua strada ??’ ti segnalo Bla Bla Car on line.. che funziona con gli autostop. .e ha buoni prezzi .. ma è difficile trovare il giorno per quando si deve partire… ma se si incastrano è un altro ottimo metodo volendo…. dai 100 ai 145 euri…ti dividi il costo del tunnel o del traghetto coi passeggeri della macchina..nn male.. direi.. molti accettano sia cani che gatti…peccato che nn trovo per fine luglio se no sceglierei anche questa soluzione…ps avevo delle domande sul costo della vita Caterina da farti.. se riesco a mettere via due sterline !? x es… con 1550£ ce la farei ?? spendendone 550 per la casa? grazie Cate ormai sei un punto di riferimento per me a Londra.. thank you lady !!! ciaooo !!

    Risposta
    • 31 maggio 2017 in 11:58 PM
      Permalink

      Ciao Edoardo,
      Grazie per il tuo feedback, sono sicura che riuscirai nel tuo intento, trasferirsi all’estero non è mai facile, cambiare vita è una grossa sfida e le difficoltà sono sempre tante, ma con il giusto spirito si ottengono grandi risultati.
      Per quanto riguarda il viaggio con i gatti, dall’Olanda la durata della traversata è di 8 ore, ma i traghetti sono molto comodi sia per persone che animali. Per quanto riguarda invece il discorso economico, farti un pronostico di spesa mi riesce difficile. Londra è molto costosa, ma anche in questo caso dipende da te e da come riesci a gestirti. £1500 sono comunque un’ottima partenza, non dovresti avere difficolta’.
      Grazie ancora ed in bocca al lupo per il futuro.

      Risposta
  • 1 giugno 2017 in 12:36 PM
    Permalink

    Ciao di nuovo, ti avevo già scritto tempo fa, avevamo parlato sulle varie opzioni.
    Ho 3 gatti da dover trasferire in caso di emigrazione in Inghilterra, Liverpool.
    A me e la mia compagna ci è balenata l’idea un po’ pazza di prendere un camper! 😀
    Un po’ perché mi spaventa di fare tanto sbattimento con treni, aerei, etc.; o di pagare un salasso per le ditte che te li spediscono a destinazione… con tutto il terrore dei poveri piccoli.
    E sarebbe un modo per fare una vacanza all’avventura da ricordare, se uno deve spendere dei soldi.
    A questo punto ti chiedo: potremmo sì comprarlo un camper (usato, ovviamente), ma poi, arrivati in territorio UK che la guida è invertita? Si può guidare? Cosa ce ne facciamo di questo camper? Conviene tenerlo come automezzo? O magari si può rottamare?…
    Oppure sai se ci sono delle ditte (a questo punto internazionali) che affittano il mezzo e poi non devi riconsegnarlo alla fonte, ma lo puoi riconsegnare ad all’agenzia più vicina al punto di arrivo (quindi Liverpool)?

    Risposta
    • 3 giugno 2017 in 10:27 AM
      Permalink

      Ciao Fabrizio,
      Ti consiglio di consultare il sito del Governo dal quale puoi reperire un bel po’ di info relative alla tua idea. Se decidi di portare un mezzo di trasporto estero in UK ci sono delle procedure standard da seguire: https://www.gov.uk/importing-vehicles-into-the-uk/overview
      Onestamente, comprare un camper solo per fare un viaggio che puoi benissimo fare in aereo e treno non so quanto sia conveniente a livello economico, considerando le spese totali. Se pero’ siete degli appassionati e poi volete tenerlo allora il discorso cambia, ma questo dipende interamente da voi. Resta comunque da tenere presente regole e costo. La cosa migliore per te e’ informarti presso la motorizzazione della tua citta’ e consultare contemporaneamente il sito del Governo inglese. Se invece vuoi solo noleggiarlo, ti consiglio di rivolgerti ad una compagnia locale che possa rispondere a tutte le tue domande e che possa inoltre fornirti un preventivo dettagliato.
      Grazie e a presto.

      Risposta
  • 9 giugno 2017 in 1:29 PM
    Permalink

    Salve Caterina!
    Voglio chiederti una cosa veramente importante che sta tormentando me e mia madre da tempo. Questa estate andremo da mio padre in Inghilterra e il gatto non sappiamo a chi lasciarlo. Ci hanno detto che per portare animali in Inghilterra va pagata una tariffa di 600 sterline lì e non capisco come sia possibile. Ho fatto passaporto e tutto, abbiamo anche cercato trasporti animali dall’Italia all’Inghilterra e i prezzi sono altissimo. Per favore mi serve sapere
    Grazie in anticipo

    Risposta
    • 10 giugno 2017 in 6:08 PM
      Permalink

      Ciao Basy,

      Grazie per il tuo commento.

      Non c’è nessuna tariffa fissa da pagare, solo il costo del trasporto previsto dalle compagnie con cui sceglierai di viaggiare, il quale può essere più o meno elevato a seconda del periodo. Nessuna tassa una volta in uk.

      Buona serata, a presto.

      Risposta
      • 11 giugno 2017 in 12:33 PM
        Permalink

        Grazie mille, mi hai tranquillizzata molto. In ogni caso volevo sapere su quale compagnia aerea hai trasportato il tuo gatto.
        Grazie ancora in anticipo!

        Risposta
        • 11 giugno 2017 in 1:29 PM
          Permalink

          Ciao,
          Io ho viaggiato con Transavia fino ad Amsterdam per poi prendere il traghetto per il Regno Unito da Hoek Van Holland. Sia nell’articolo che nei precedenti commenti puoi trovare tutte le informazioni relative al mio viaggio, incluso il costo del viaggio nel totale. Come ho già ribatito anche ad altri, il costo varia in base al periodo e alla compagnia, perciò utilizza le info che troverai per farti un’idea, consapevole che potresti ritrovarti a spendere una cifra uguale, inferiore o superiore a seconda dei casi.
          Grazie ancora e a presto!

          Risposta
        • 10 settembre 2017 in 4:20 PM
          Permalink

          Ciao vorrei sapere per il cane corso 60kg con macchina e cosa mi consigliate grazie

          Risposta
          • 12 settembre 2017 in 6:52 PM
            Permalink

            Ciao Gabriela,
            Se parti con l’auto puoi raggiungere il Regno Unito dalla Francia o dall’Olanda con il traghetto. Tra l’articolo ed i commenti troverai tutte le informazioni necessarie per poter poi valutare la soluzione migliore per te – in base anche al luogo dal quale partirai.

      • 11 giugno 2017 in 12:45 PM
        Permalink

        Comunque volevo chiederti se è possibile contattarti su Facebook o per cellulare

        Risposta
        • 11 giugno 2017 in 1:31 PM
          Permalink

          Ciao,
          puoi seguirci su Facebook @esperienzeviaggimondo

          Risposta
  • 18 giugno 2017 in 9:26 AM
    Permalink

    Salve Caterina,
    Anche noi dobbiamo trasferirci a Londra in agosto, vorremmo andare in macchina da Calais, abbiamo un weimaraner di 35 chili e vorrei sapere se è possibile andare sul traghetto o sull’euro tunnel solo con la cintura di sicurezza invece che con il trasportino.
    Grazie mille per questo ottimo servizio
    Maurizia

    Risposta
    • 18 giugno 2017 in 2:26 PM
      Permalink

      Ciao Maurizia,
      Grazie per il tuo commento.
      Puoi consultare questi due siti internet con tutte le info relative al viaggio in auto con cani:
      https://www.themotoringlaw.uk/driving-with-dogs/
      https://www.gov.uk/guidance/the-highway-code/rules-about-animals-47-to-58
      Spero possano esserti utili.
      Comunque, per quel che mi e’ stato possibile leggere, la cintura di sicurezza sembra essere sufficiente.
      Il sito del governo dice “When in a vehicle make sure dogs or other animals are suitably restrained so they cannot distract you while you are driving or injure you, or themselves, if you stop quickly. A seat belt harness, pet carrier, dog cage or dog guard are ways of restraining animals in cars.”
      Quindi dovresti avere la liberta’ di scegliere lo strumento piu’ comodo per te e il tuo cane.
      Buona giornata e a presto!

      Risposta
  • 29 giugno 2017 in 2:44 PM
    Permalink

    Ciao Caterina,

    grazie mille per il tuo articolo, davvero utilissimo!!! Mi trasferirò a Londra a fine agosto con la mia cagnolina, che pesa 7kg. Purtroppo ho visto che tendenzialmente per il viaggio in cabina le compagnie aeree chiedono di usare una borsa alta al massimo 27cm e specificano che l’animale deve potersi alzare e girare… la mia bestiola ha le zampe lunghe, quindi temo proprio che non ci stia. A questo punto pensavo di optare per la soluzione tgv milano-parigi, poi treno fino a calais e poi servizio taxi. Arrivo alla domanda: hai avuto per caso qualche notizia in più su quest’ultimo? Recensioni, tariffe, info utili?

    Grazie mille ancora!!

    Risposta
    • 30 giugno 2017 in 12:22 PM
      Permalink

      Ciao Valentina,

      Grazie mille per il tuo commento! In merito al servizio taxi, purtroppo non ho avuto nessuna esperienza diretta ma ho letto numerose recensioni positive sul loro sito, molto incoraggianti! Puoi dare uno sguardo a questo link http://www.folkestonetaxi.com/Feedback.html
      Penso che se dovessi averne necessità in futuro, lo prenderei in seria considerazione se non altro per quanto riguarda i tempi di percorrenza e la comodità di viaggiare in auto con il tuo peloso sempre vicino.
      Le tariffe che vengono indicate sul loro sito sono standard e non viene menzionata la Francia, ma ho letto di qualcuno che ha viaggiato con loro partendo da Parigi, pertanto potrebbe essere una buona opzione per te.
      Qualora tu decidessi di usufruire del servizio e ti andasse di farci sapere com’è stata la tua esperienza, potresti scriverci ancora per raccontarcela. Sono sicura che sarebbe di aiuto a tante persone.
      Grazie ancora e a presto 🙂

      Risposta
  • 2 luglio 2017 in 7:38 PM
    Permalink

    Ciao Caterina,
    Grazie per questa pagina stupenda! Fortunatamente sono finita qui perchè non avevo idea di tutto quello che si dovesse fare per portare il cane in UK. A Gennaio porterò il mio cane a Londra, dove vivo. Opterò probabilmente per la tratta da Calais usando Folkestone (già contattati da Calais a Folkestone 190 Euro – costoso ma ok). La mia domanda è: Da Parigi a Calais il treno accetta i cani? e qual è la compagnia di treni che effettua questo trasporto? Un’altra idea potrebbe essere affittare la macchina a Parigi e lasciarla a Londra.. ma ancora non ho cercato info per questa opzione. Sai dirmi qualcosa?
    Grazie mille
    Elisa

    Risposta
    • 4 luglio 2017 in 2:46 PM
      Permalink

      Ciao Elisa,
      Grazie a te per il commento! Sono felice che questo articolo ti sia stato utile.
      Per quanto ne so il noleggio dell’auto, se pur molto comodo, e’ abbastanza costoso.
      E’ possibile far viaggiare il cane sul treno ma non sull’Eurostar, che accetta solo cani guida. Percio’ dovresti optare per quello che loro definiscono un “domestic train”.
      Ho letto sulle recensioni presenti sul sito della Folkestone Taxi che e’ possibile usufruire del loro servizio partendo da Parigi (qualcuno lo ha fatto), potresti a questo punto valutare l’idea, se non altro chiedendo un preventivo per capire se poi vale effettivamente la pena anche in termini di costi.
      Puoi consultare il sito http://www.trainline.eu per cercare i domestic trains che effettuano la tratta Parigi/Calais.
      Spero di esserti stata d’aiuto.
      Grazie ancora e a presto! 🙂

      Risposta
  • 14 luglio 2017 in 8:38 PM
    Permalink

    Ciao Caterina grazie mille per le informazioni che ci dai . L unica panchina in grado di spiegare realmente come portare il cane in uk. Vivi a Londra e ho un cane in Italia in Sicilia e non si quando ma vorrei salirla qui.volevo sapere quanto costa la tratta Olanda Regno unito con il traghetto e con quale compagnia aereo potrei portare il cane sa palermo in Olanda il cane pesa 14-15 kg. Grazie mille in anticipo.

    Risposta
    • 15 luglio 2017 in 8:34 AM
      Permalink

      Ciao Delia,
      Grazie per il tuo commento!
      I costi del trasporto variano in base al periodo in cui viaggi, per quanto riguarda il traghetto ti consiglio di visitare il sito della Stena Line olandese per un preventivo su misura: https://www.stenaline.nl/en-GB-nl/england
      Per quanto riguarda invece il viaggio in aereo, potresti viaggiare ad esempio con Transavia o British Airways che arrivano tranquillamente ad Amsterdam o Rotterdam partendo da Palermo, escludi le compagnie low cost perchè non trasportano animali neanche in stiva.
      Anche in questo caso, il costo varia in base al periodo, ti consiglio di contattare le compagnie con cui pensi di poter effettuare il viaggio così che possano fornirti un preventivo e tutte le indicazioni per il trasporto del tuo cane in stiva.
      Grazie per averci contattato e buona giornata!

      Risposta
  • 26 luglio 2017 in 5:45 PM
    Permalink

    Buonasera,
    sto avendo enormi difficolta’ a portare con me la mia cagnolina di 5 kg. a per andare a trovare mia zia a Londra; tengo a precisare che ho fatto tutti i documenti e le vaccinazioni del caso, ma non riesco a organizzare percorso per arrivare da bari a londra; escluderei traversata di 8 ore di traghetto. Ti ringrazio in anticipo per i suggerimenti. Saluti

    Risposta
  • 1 agosto 2017 in 10:23 PM
    Permalink

    Ciao Caterina, devo partire per Liverpool e vivo in Sicilia ho notato che è quasi impossibile acquistare un biglietto aereo, i prezzi sono mostruosi. Leggendo il tuo articolo sono venuta a conoscenza di alternative più economiche, che nessuno parla. Volevo chiederti una cosa che non ho ancora capito, sono entrata sul sito dei traghetti partendo da Hoek van Holland e volevo farmi un’idea sugli orari e prezzi ma leggo che non posso viaggiare con il mio animale non avendo un’auto, c’è un alternativa come in Francia noleggiando un taxi? se si puoi indicarmi il sito? grazie infinite il tuo articolo mi ha risollevato, non posso pensare di partire senza il mio micio.

    Risposta
    • 2 agosto 2017 in 9:54 PM
      Permalink

      Ciao Simona,
      Purtroppo il cargo non è molto economico. Io però ho viaggiato da Hoek Van Holland in traghetto e senza auto. Per poter effettuare la prenotazione con partenza dall’Olanda devi visitare il sito della Stena Line olandese, da quello inglese è possibile prenotare solo effettuando il percorso opposto. Ecco il link https://www.stenaline.nl/en-GB-nl/england
      Altrimenti puoi valutare il servizio Folkestone taxi da Calais a Folkestone, ed attraversare con loro la manica http://www.folkestonetaxi.com/
      Puoi consultare entrambi i siti e valutare, preventivo alla mano, quale sia la soluzione più conveniente per te.
      Grazie per il tuo commento e a presto.

      Risposta
  • 19 agosto 2017 in 3:51 PM
    Permalink

    Ciao Caterina, vorrei affrontare questo viaggio per portare la mia cagnetta in Galles, il volo Roma Rotterdam con Transavia,la cagnetta pesa circa 8kg quindi potrebbe rientrare nei 10kg compreso trasportino,L unica cosa che mi domando è come può entrarci un cane nelle misure che chiedono Lunghezza max. 47 cm x larghezza 30 cm x altezza 27 cm. almenochè non è un chihuahua. Inoltre chiedono che L animale possa muoversi autonomamente e stare anche all inpiedi. Poichè potrei portarla solo in stiva secondo te potrei avere problemi con questa compagnia aerea? Nel tuo
    Volo ti è capitato di incontrare qualche passeggero
    Con cane in stiva? Sul sito è descritto che sarebbero imbarcati in una stanza a parte pressurizzata e climatizzata ma sono lo stesso preoccupato all idea, in più la mia cagnetta è molto paurosa e ansiosa cosa mi consiglieresti?

    Risposta
    • 21 agosto 2017 in 9:00 AM
      Permalink

      Ciao Emanuele,
      Ti consiglierei di consultare il veterinario, in maniera tale da preparare la tua cagnetta al viaggio nel modo migliore possibile.
      Ho conosciuto persone che hanno dovuto far viaggiare animali in stiva e non hanno avuto problemi. Ma non ho sperimentato la cosa personalmente, pertanto non riesco a darti informazioni più dettagliate.
      Nel caso di animali particolarmente ansiosi è sempre l’ideale consultarsi col proprio veterinario di fiducia.
      Grazie per averci scritto e buona giornata

      Risposta
  • 21 agosto 2017 in 9:27 AM
    Permalink

    Io ho ancora molte perplessità per la durata del viaggio e la coincidenza degli orari tra i vari mezzi (un rompicapo che difficilmente si incastra), e anche per la spesa…
    A me sembra uno sbattimento immane e una spesa che potenzialmente si avvicina la cargo, contando che io dovrei arrivare a Liverpool col mio gatto (Londra sarebbe più agevole)… partendo dalla prov. di Rimini.
    Pensavo ad una tratta del genere: treno Rimini-Venezia, Venezia Aeroporto – Rotterdam con Transavia (che dovrebbe accettare almeno un paio di animali a bordo?), da Hoek Van Holland dovrebbe esserci un traghetto per Hull (più a nord-est dell’Inghilterra) e da lì prendere il treno fino a Liverpool.
    Quel traghetto però fa una traversata infinita di 10 ore e mezza, di notte…
    Mi sento di escludere di passare dalla Francia, poiché mi ritroverei semplicemente sulla costa inglese a Folkenstone col povero gatto, a barcamenarmi per arrivare a Londra e poi a Liverpool.
    Comunque mi sembra un’odissea. Tu come hai fatto a incastrare tutti gli orari? Sei riuscita a fare tutto il viaggio senza necessità di dormire da qualche parte, magari lì in Olanda?

    Risposta
    • 22 agosto 2017 in 3:11 PM
      Permalink

      Ciao Enrico,
      Si, gli orari possono essere difficili da incastrare, ma sicuramente troverai la soluzione più comoda per te.

      Io non ho avuto difficoltà perché da dove mi trovavo avevo il volo diretto per Amsterdam. Ho viaggiato di notte con la nave, per me è stato più comodo.

      Risposta
  • 18 settembre 2017 in 7:38 PM
    Permalink

    Ciao Caterina,

    Grazie mille per tutte le info che ci stai dando. Ad ora è la pagina più esaustiva che ho trovato al riguardo.
    Volevo chiederti però dove è possibile controllare gli orari dei treni da Amsterdam ad Hoek Van Holland Haven. Ho trovato il sito della trainline, ma non mi riconosce la stazione di Hoek Van Holland Haven.
    Ho necessità di calcolare gli orari dato che ho trovato un volo Transavia da Pisa che arriva ad Amsterdam a 00:15. Volevo capire se ci sono treni di notte per raggiungere il porto di Hoek.

    Risposta
    • 18 settembre 2017 in 7:50 PM
      Permalink

      Ciao,
      Grazie a te.
      L’ultimo treno da Amsterdam per HVH è alle 23.08 dalla stazione centrale.
      In ogni caso ci sono solo due traghetti per l’Inghilterra, uno parte alle 14:30 e l’altro parte alle 22:00.
      Puoi tranquillamente fermarti ad Amsterdam per la notte e partire col primo treno del mattino se decidi di prendere il traghetto nel pomeriggio successivo.

      Risposta
      • 19 settembre 2017 in 9:12 PM
        Permalink

        Grazie mille!
        Ho deciso che prenderò il traghetto delle 22.
        Una domanda.. tu hai sedato la tua gatta? Come hai fatto per calmarla? Calcolando io dovrò fare un viaggio di quasi 24 ore se conto il momento in cui metto il gatto nel trasportino in macchina per recarmi all’aeroporto di Pisa (da Firenze dove sto è quasi un’ora e mezza)… Temo che sia troppo traumatico per il mio micio. Inoltre temo che a rimetterlo nel trasportino dopo averlo liberato nel kennel del traghetto ce ne voglia…
        Tu cosa consigli? Quanto è durato il tuo viaggio complessivamente?

        Risposta
        • 20 settembre 2017 in 8:45 AM
          Permalink

          Ciao Charo,
          no, non ho sedato la gatta. Ho usato delle salviette della Feliway, per farla stare più rilassata, che ho passato su tutta la superficie interna del trasportino prima di metterla dentro. Avevo sperimentato un calmante per gatti in passato ma ho deciso di non farlo mai più perchè India non ha reagito bene. La mia gatta viaggia con me sin da quando era un cucciolo e, per quanto stressante, il viaggio non la traumatizza se sa che sono con lei. Il mio viaggio door-to-door è durato circa 30 ore – solo la traversata in nave dura 8 ore circa dall’Olanda all’Inghilterra. Ho comprato un guinzaglio con pettorina per poterla far uscire dal trasportino, siamo state in un parco e ha avuto modo di sgranchirsi le zampe spesso anche se ha preferito passare il tempo nel trasportino dove si sentiva più sicura. All’interno del kennel, nel traghetto, ho messo il trasportino aperto con lei dentro (è molto grande), due ciotole con cibo e acqua e una coperta. India non è mai uscita dal suo trasportino, credo che la traversata sia stata la cosa più fastidiosa per lei perchè all’interno del kennel sentiva gli odori degli altri gatti e questo la infastidiva molto. Una volta a casa ha avuto modo di rilassarsi nel giro di poche ore. Ho lavato e disinfettato bene il trasportino dopo il viaggio per evitarle di risentire quegli odori e di infastidirsi di nuovo.
          Puoi provare con Feliway se non vuoi sedare il gatto, io personalmente non sono un’amante dei sedativi data l’esperienza vissuta con India – ma dipende poi di caso in caso. Puoi inoltre considerare di acquistare una pettorina così da poter far uscire il gatto dal trasportino durante i momenti di attesa.
          Hai provato a chiedere consiglio al veterinario?

          Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: