Studiare inglese online e gratis su internet nel 2017





Viaggi, lavoro, incontri, libri e il mondo di internet: quant’è importante oggi conoscere e imparare l’inglese?

La risposta la conosciamo tutti, saper parlare, leggere e scrivere in inglese è indispensabile, nonché una vera e propria soddisfazione personale.

Io ho imparato questa lingua sul web, online, con degli strumenti che voglio condividere con voi su questa guida, alcuni sono gratis e altri no.

Chi segue il blog da tempo lo sa, non prendo soldi nella sponsorizzazione di questi prodotti ma ve ne parlo semplicemente per la mia esperienza diretta, io mi ci sono trovato davvero bene e ho imparato molto.

 

Studiare inglese online




Studiare inglese online oggi non solo è possibile ma ci sono degli strumenti che permettono di apprendere velocemente e in maniera completa.

Prima di mostrarvi uno dei migliori strumenti che ho usato, partendo dalle basi, e che uso tutt’ora per ripassare e migliorare, vi voglio dire che imparare una nuova lingua è davvero un ottimo modo per tenere il cervello allenato e che nella vita studiare ripaga sempre, anche se alle volte è faticoso, è sempre un ottimo investimento per il futuro.

Studiare l’inglese con Babbel: è uno dei migliori corsi che ho avuto modo di usare e che tutt’ora utilizzo.

Il corso permette di studiare sia sul web che tramite un’applicazione che funziona anche offline.

Una volta registrati la piattaforma tiene sempre traccia dei progressi fatti e periodicamente manda una notifica in automatico indicando le parole che hanno necessità di essere ripassate, un sistema che aiuta a memorizzare e a non dimenticare i termini appresi.

Studiare inglese con Babbel è stato davvero utile per me in quanto ci sono corsi per tutti i livelli: principiante, intermedio e avanzato, con approfondimenti di inglese parlato su qualsiasi tipo di lavoro.

Infatti ci sono delle sezioni che vi insegnano i principali vocaboli che si usano nel mondo della cucina (magari state cercando lavoro come chef all’estero), nel settore della finanza, del turismo, dello sport e così via.

Il corso di grammatica è un altro punto di forza: ben strutturato, parte dalle basi e tocca tutti i temi per darti una conoscenza completa della della lingua, dal verbo essere alle forme irregolari.

Questo servizio è ottimo anche per la pronuncia dato che ogni frase o parola viene sempre ascoltata dall’utente tramite delle registrazioni e dato che lo stesso può interagire con il microfono.

Forse l’unica pecca che gli ho trovato (che è quella che mi ha fatto integrare Babel con un altro corso) è il fatto che non è possibile ascoltare lunghi dialoghi o discorsi, un buon modo per allenarsi sulla comprensione.

Nel complesso ve lo suggerisco vivamente, Babbel è a pagamento ma se scegliete l’abbonamento annuale vi costa davvero poco e ne vale la pena. Ovviamente si possono scegliere anche altre lingue oltre l’inglese.

 

Studiare inglese con Fluentify: chi ha avuto l’idea di creare questa piattaforma è un genio.

Con Fluentify puoi prenotare una lezione a pagamento con un vero e proprio insegnante e farla in video chiamata direttamente su PC o smartphone.

Anche questo servizio è a pagamento ma è davvero ottimo.

In pratica ti iscrivi e fai un test d’inglese gratuito che certifica il livello di partenza. Fatto ciò si ha diritto ad una prima lezione (sempre gratuita) con un’insegnante che si può scegliere tra i tanti profili disponibili.

Alla fine di questo primo test se ci si trova bene è possibile acquistare un pacchetto di lezioni, altrimenti non si è vincolati in nessun modo.

Ci sono tante teachers e ogni profilo è accuratamente descritto con tanto di curriculum.

Io ho fatto la maggior parte delle lezione con una madrelingua inglese, Leila, che mi ha seguito per diverso tempo per la preparazione dello IELTS.

Si accede, si sceglie tra i tanti insegnanti, si prenota una o più lezioni e all’ora pattuita ci si collega da PC o smartphone e si studia inglese.

Sarete voi a spiegare cosa volete apprendere e perché (inglese per lavoro, per l’università, per viaggiare ecc).

L’unica pecca del servizio Fluentify è quella che ci si deve connettere con una buona connessione altrimenti la qualità del video e dell’audio ne potrebbero risentire.

 

Studiare inglese gratis su internet




Volete studiare inglese ma non volete pagare. Ci sta e il web vi viene incontro con diversi strumenti.

Eccone due che ho usato spesso e con piacere.

Studiare inglese con Duolingo: sono in tanti a dire che questa applicazione sta andando per la maggiore e la cosa non mi sorprende dato che permette di apprendere l’inglese con 10 minuti al giorno in modo simpatico e gratuito.

Disponibile su PC e smartphone (Android, iOS e Windows phone) Duolingo funziona così:

scarichi l’app e crei un account.

Successivamente fai un test mediante il quale viene decretato il tuo livello di partenza.

Fatto questo primo passaggio puoi scegliere il grado di apprendimento giornaliero (tranquillo, facile o intenso) e da quel momento ogni giorno Duolingo ti chiede di ripassare e imparare nuove frasi e vocaboli sbloccando un livello dopo l’altro e accumulando i punti (chiamati lingotti) che vi permetteranno di sbloccare livelli particolari (come quello che vi offre le frasi necessarie per “rimorchiare in inglese”) o per personalizzare il vostro avatar.

Duolingo richiede continuità per mantenere lo “slancio”, ovvero per mantenere la costanza dello studio giornaliero, mai oltre i 10 minuti (per chi vuole poi si può usare anche tutto il giorno).

Io l’ho usato per più di un anno, la mattina sul treno mentre andavo a lavoro avevo il mio appuntamento fisso che mi ha fatto scoprire tanti vocaboli nuovi e modi di dire che non conoscevo.

 

Serie TV originali con sottotitoli in italiano e in inglesi: altro modo per imparare gratis e con piacere dato che apprendere una nuova lingua guardando una serie TV o rivedendo il proprio film preferito è sicuramente ottimo.

Unire l’utile al dilettevole.

Io ho appreso molto da questo sistema in questo modo: sono partito dalle serie TV in lingua originale ma con sottotitoli in italiano e quando il mio livello di comprensione è aumentato ho cominciato a usare i sottotitoli in inglese.

 

Come imparare l’inglese da soli




Tutti gli strumenti che vi ho elencato fino a qui sono molto validi per poter studiare l’inglese da soli, la cosa importante è la motivazione e il tempo che gli si dedica.

Imparare una nuova lingua è impegnativo, richiede il giusto sforzo, la giusta concentrazione e soprattutto continuità.

Dedicatevi ogni giorno all’apprendimento e le cose arriveranno.

Questo vale per tutto ovviamente.

 

Imparare inglese velocemente ascoltando

Il famoso Metodo Callan è improntato sull’ascolto continuo della lingua e sul ripetere subito dopo.

Qui a Londra ci sono diverse scuole che usano questo metodo ed ho avuto modo di vedere che è molto utile per chi parte da zero dato che la mente si abitua velocemente a parlare e a capire la nuova lingua.

Onestamente non ho mai provato questo metodo ma vi posso dire che per imparare l’inglese velocemente è molto importante ascoltare e ripetere.

Quindi se avete i tempi stretti per apprendere o volete imparare molto velocemente ascoltate il più possibile e cercate di ripetere ad alta voce, usate i video che si trovano in rete, la televisione con i canali in lingua originale e ripetete.

Nel prossimo paragrafo vi indico un canale YouTube molto comodo per apprendere l’inglese velocemente ascoltando.

 

Studiare inglese su YouTube




La piattaforma di YouTube ha diverse risorse per lo studio dell’inglese e del suo apprendimento.

Oltre i tanti video disponibili in lingua inglese con tanto di sottotitoli in italiano, si trovano tanti corsi che spiegano le regole della grammatica e aiutano giorno dopo giorno nell’apprendere.

Vi lascio in compagnia di John Peter Sloan e del suo divertente corso di inglese, a mio avviso uno dei migliori su YouTube dato che si apprende ridendo

 

Come si impara l’inglese su internet?

Gli strumenti che abbiamo avuto modo di vedere in questo articolo sono tutti molto validi per imparare l’inglese.

Ve li ho elencati perché li ho provati tutti personalmente e con me hanno funzionato.

Ogni corso ha le sue caratteristiche, con Fluentify ad esempio parli con un insegnante di inglese che ti corregge continuamente quando sbagli un vocabolo o la pronuncia, un esercizio ottimo.

Con Babel c’è la possibilità di studiare la grammatica in modo graduale e ben organizzato, così come con Duolingo c’è la possibilità di sfidarsi ogni giorno imparando parole nuove con giusto 10 minuti, non di più.

Quindi come si impara l’inglese su internet? Il segreto sta nell’impegno che ci mettete voi, nella vostra motivazione, nel tempo che gli dedicate.

Imparare questa lingua mi ha cambiato la vita perché:

  • ogni volta che in rete c’è un articolo in inglese lo posso leggere senza usare i traduttori automatici che, nonostante i passi da giganti che hanno fatto negli ultimi anni, traducono in maniera orribile;
  • il materiale a cui potete accedere online diventa davvero di più: giornali, blog, riviste, corsi provenienti da ogni parte del mondo;
  • scrivere in inglese, magari un blog, magari ad un’amica che non è italiana, magari un vostro pensiero o semplicemente per divertimento;
  • capire tutte le persone che usano termini inglesi, una pratica sempre più usata in diversi settori;
  • poter conoscere persone nuove quando si viaggia oltre i confini nazionali;
  • non avere problemi quando si viaggia dato che negli aeroporti e nelle strutture turistiche c’è sempre personale che parla inglese;
  • vedere film e serie TV in lingua originale, senza dover attendere la traduzione (già, perché tante arrivano dopo in Italia);
  • parlare in rete con persone che vivono dall’altra parte del mondo o semplicemente in Europa.

Questi sono i principali fattori che hanno migliorato la mia vita dopo aver imparato l’inglese e sono anche quelli che mi aiutano a mantenermi in allenamento.

 

Impara l’inglese in un mese: un consiglio

La vita ci può portare a dover imparare una lingua molto velocemente: la voglia di partecipare ad un concorso che richiede la conoscenza dell’inglese, la necessità di fare un colloquio di lavoro in questa lingua nel breve periodo, di dover cambiare paese o semplicemente di aver conosciuto una persona che non è italiana.

Io mi sono ritrovato in questa situazione quando mi sono trasferito a Londra con una conoscenza della lingua davvero (ma davvero) base.

Se i tempi sono stretti ed avete necessità di apprendere l’inglese in un mese la cosa migliore che potete fare è quella della full immersion, ovvero dedicare più tempo possibile ogni giorno allo studio della lingua e rendere quest’ultima presente in tutti gli ambiti possibili.

Impostare il cellulare in lingua inglese, leggere solo articoli in questa lingua, studiare, video chiamare o chattare con persone che vivono nel Regno Unito o in un altro paese in cui si parla la stessa lingua, comprare un libro in inglese e leggerlo prima di andare a dormire, vedere film in lingua originale, sforzarsi di parlare durante il giorno in inglese e ovviamente studiare, magari con un corso o un’applicazione che abbiamo visto in questo articolo.

Conclusione

La conoscenza ripaga sempre, al giorno d’oggi quella dell’inglese è fondamentale, lo vediamo nelle distanze che si accorciano sempre di più tra un paese e l’altro, nelle qualifiche che vengono richieste in tanti lavori e nella comprensione della società che ci circonda.

Spero che gli strumenti che abbiamo visto vi tornino utili, buono studio.

Marco Valeri

Mi chiamo Marco Valeri, sono nato a Roma e attualmente vivo a Londra, città che mi ha cambiato la vita.

Divoro libri, amo scrivere e non mi stanco mai di conoscere cose nuove, soprattutto legate alla comunicazione, alla crescita personale e allo sviluppo del web.

Ho fatto praticamente ogni tipo di lavoro per mantenermi e questo mi ha permesso di capire che l’età non è mai un limite per essere ciò che vuoi essere.

“La disciplina è libertà” è quel concetto che provo a mettere in pratica ogni giorno.

2 pensieri riguardo “Studiare inglese online e gratis su internet nel 2017

  • 4 ottobre 2017 in 8:52 AM
    Permalink

    Molto interessante ed esaustivo. Mi piacerebbe sapere se esistono dei cosi soft on line anche per bambini e da che età si possono, eventualmente utilizzare.
    Quanto dico soft intendo corsi che utilizzano l’aspetto ludico per interessare i bambini e che non richiedano una attenzione superiore ai 10-15 minuti per volta
    Grazie

    Risposta
    • 4 ottobre 2017 in 10:52 AM
      Permalink

      Ciao Vincenzo,

      sono contento che ti sia piaciuto l’articolo.

      C’è un corso online gratuito che si chiama Starfall, si tratta di una piattaforma che contiene video e giochi strutturanti in modo da far interagire i più piccoli con la lingua inglese.

      http://more.starfall.com

      Fammi sapere che ne pensi.

      Grazie a te per averci scritto e buona giornata

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: