Trovare lavoro a Londra 2017: 9 consigli per farcela





Lavorare a Londra è un’ambizione di molte persone che sono alla ricerca di un’esperienza lavorativa da rivendere successivamente nel proprio paese, nonché un’aspirazione di chi parte per la City per rimanerci, per farci un’esperienza o per pagarsi gli studi.

Indipendentemente dal motivo che vi ha portati su queste righe, vediamo 9 consigli utili per trovare lavoro a Londra e per non essere impreparati ad un settore completamente diverso da quello italiano.

 

Trovare lavoro a Londra




Trovare lavoro a Londra non è un’impresa molto difficile data la buona offerta di lavoro presente su questo territorio e dato che parliamo anche di una città in cui molti lavoratori sono semplicemente di passaggio, magari in cerca di un’esperienza per poi decidere di tornare nel loro paese.

1 – Trovare lavoro a Londra dall’Italia: sicuramente è la cosa migliore che possa capitare a chi decide di trasferirsi nella Capitale dell’Inghilterra, scendere dall’aereo, fare i controlli di sicurezza ed avere un lavoro che ti aspetta.

Solitamente ci sono due tipi di persone che cercano un lavoro a Londra direttamente dall’Italia: coloro che stanno cercando un determinato impiego e coloro che stanno cercando un primo contratto per mantenersi una volta arrivati.

Se siete tra coloro che sono alla ricerca di uno specifico lavoro non vi rimane che fare un elenco di tutte le società presenti nella City, contattandole una per una e tenendo la valigia pronta quando arriverà il momento di andare a sostenere un colloquio.

Parliamo prevalentemente di un lavoro qualificato, di una specifica professione, quindi un buon livello d’inglese sarà indispensabile per fare in modo che il colloquio vada bene.

Tutti coloro che, invece, sono alla ricerca di un primo impiego qualsiasi a Londra avranno probabilmente più difficoltà dato che dovranno orientarsi su specifici annunci in cui si cercano italiani a Londra. Tuttavia vi voglio suggerire questo portale per trovare lavoro a Londra dall’Italia, un sito fatto interamente in lingua italiana che ha al suo interno molte offerte di lavoro in Inghilterra e dove potreste trovare il vostro primo impiego già dall’Italia.

 

Trovare lavoro a Londra nel 2017




Trovare lavoro a Londra spesso è facile dato che si tratta di una città economicamente in continuo movimento, con attività provenienti da tutto il mondo che sono sempre alla ricerca di personale. Sicuramente alcuni settori sono più propensi di altri nell’offerta lavorativa, ma indipendentemente dal settore avrete bisogno di un buon curriculum in lingua inglese e dei documenti in regola.

2 – Curriculum: un buon CV giocherà una parte fondamentale per un posto di lavoro a Londra. Ci sono degli aspetti di cui dovete tenere conto per la sua stesura:

  • scrivere il CV in lingua inglese;
  • evitare errori grammaticali, se la vostra padronanza della lingua non è delle migliori fate correggere il vostro curriculum prima di stamparlo;
  • non usate il formato europeo;
  • scrivete le vostre esperienze più significative, facendo capire che tipo di lavoratori siete ma senza dilungarvi più di tanto (chi seleziona diversi candidati ha solitamente per le mani centinaia di curricula e sicuramente non perderà mezz’ora del suo tempo a leggere un poema).

La parte del CV è molto importante, se non sapere da dove partire o volete vedere un buon esempio da cui prendere spunto potete consultare il nostro articolo come fare un buon curriculum in inglese.

 

Documenti per lavorare a Londra




3 – Documenti: sono un fattore molto importante senza il quale non c’è nemmeno la possibilità di partire. Nessun datore di lavoro vi assumerà se non siete in regola dato che il lavoro in nero in questa città è un fenomeno abbastanza raro.

Ecco i documenti necessari per lavorare a Londra:

  • Documento di riconoscimento, il passaporto è sempre meglio della Carta d’Identità ma anche quest’ultima va bene.
  • National Insurance Number, documento che vi viene rilasciato dall’ufficio del lavoro di Londra, molto importante per essere assunti dato che nessun datore di lavoro vi prenderà in considerazione se non l’avete fatto o se non avete un appuntamento con gli uffici competenti da lì a breve.

Con questi ultimi due documenti siete in regola per lavorare nella Capitale e più in generale in tutto il Regno Unito. Ad essi aggiungete (anche se non si tratta di documenti):

  • un numero di telefono inglese: è necessario che siate reperibili, nessun datore di lavoro sarà così tanto propenso a contattarvi ad un numero di cellulare italiano;
  • conto in banca inglese: indispensabile per ricevere lo stipendio, lo potete aprire sia appena arrivate a Londra sia dopo aver firmato un contratto. Tuttavia, per alcuni istituti di credito il solo documento d’identità e la prova di indirizzo non sono sufficienti e qualora siate senza un lavoro potreste dovervi rivolgere a più di una banca prima di aprire il conto. Difficilmente troverete un datore di lavoro che vi dia la busta con i soldi a fine mese.

 

Trovare lavoro a Londra oggi




4 – Trovare lavoro a Londra a 50 anni: perdere il lavoro non è mai una cosa facile da gestire, specialmente quando si hanno 50 anni.  A quest’età in Italia è molto difficile inserirsi in un nuovo impiego, soprattutto per determinati settori. Per quanto anche oltre confine questa regola sembra vigere, a Londra si ha come l’impressione che l’età non esista, dal mondo del lavoro a quello dello studio.

Se state cercando un lavoro a Londra e avete 50 o più anni potete trovare ancora un’occasione, soprattutto se avete un mestiere per le mani, molte aziende non baderanno alla vostra età ma alle vostre competenze.

Inoltre ci sono proprio dei portali che si occupano di aiutare le persone a trovare lavoro a Londra a 50 anni.

 

5 – Lavoro a Londra per giovani: come abbiamo visto Londra è una città senza età e allo stesso tempo ricca di opportunità per i giovani.

Studiare nella City o fare un’esperienza lavorativa danno a qualsiasi ragazzo una marcia in più per il resto della vita. Sinceramente è un’esperienza che consiglio a tutti i giovani.

Anche da questo punto di vista la città si presta molto e dimostra la sua maturità a livello lavorativo: le attività nella Capitale inglese assumono facilmente anche coloro che non hanno esperienza. Mi è capitato di parlare con molti giovani europei del sud che sono venuti a Londra per fare un’esperienza lavorativa da rivendere in un secondo momento nel loro paese.

Se pensate di partire preparatevi ad un mondo lavorativo frenetico ma che vi darà molte possibilità, soprattutto di crescere, tenendo presente che il minimo sindacale a Londra viene calcolato in base all’età.

 

6 – Ristoranti italiani a Londra lavoro: sono spesso e volentieri un punto di partenza per molti italiani che si spostano nella Capitale dell’Inghilterra.

I vantaggi di lavorare in queste attività sono legati al fatto che la maggior parte del personale è italiana, quindi avrete a che fare con connazionali, utili se non parlate bene inglese, ma di contro rischiate di finire in ambienti dove si parla poco la lingua del posto, cosa che rallenterà notevolmente il vostro apprendimento.

In generale, per gli italiani è facile trovare lavoro nel ramo della ristorazione, la nostra cultura ci rende ben visti nella City in questo settore, un ramo del lavoro a cui potete accedere portando il curriculum di attività in attività o cercando tramite i tantissimi annunci di lavoro a Londra.

 

7 – Lavoro Londra vitto e alloggio: si tratta di una tipologia di contratto che difficilmente si trova ma tuttavia non impossibile.

Cercando tra i diversi annunci in città o nel web potete avere la fortuna di trovare qualcosa.

Solitamente i lavori che comprendono vitto e alloggio prevedono una decurtazione dallo stipendio che varia in base al tipo di contratto che si riesce ad ottenere.

Il mio primo lavoro a Londra è stato dentro una birreria sita in zona Kilburn, Old Bell Pub. Il classico pub inglese, rimasto ancora alla vecchia maniera. In pratica questo posto si trova in un edificio composto da tre piani. Ricordo che sopra il pub si trovavano (penso si trovino tutt’oggi) diverse stanze che venivano affittate ai dipendenti che lo richiedevano per un costo di £70 al mese circa (un vero affare dati i prezzi di Londra).

Io sinceramente non ho mai chiesto la stanza, l’idea di vivere nel posto in cui lavoravo non mi faceva impazzire, ma diversi dei miei colleghi ne usufruivano.

Si tratta di rarità, ma se cercate potete trovare la vostra occasione, specialmente se siete alla ricerca di lavori diversi come baby sitter, nanny o la badante.

 

Lavorare a Londra senza sapere l’inglese

8 – Lavorare a Londra senza conoscere la lingua è possibile nonostante le difficoltà che si presentano. Chiunque è stato a Londra sicuramente vi sconsiglierà di fare una cosa del genere e sinceramente mi sento di fare lo stesso.

Tuttavia Londra e il suo alto livello di multiculturalità permettono di trovare lavoro anche quando non si conosce l’inglese. Sembrerà strano ma è così, e questo succede perché in molti posti di lavoro si trovano tanti connazionali che si aiutano tra di loro e anche perché le mansioni più basse solitamente sono lasciate a chi non conosce bene la lingua.

Se volete imparare l’inglese direttamente a Londra, se avete deciso di partire nonostante tutto, se avete problemi di lavoro e pensate che la soluzione migliore sia andare a lavorare nella City, sappiate che avrete molte difficoltà ma per esperienza vi dico che è possibile trovare lavoro a Londra senza conoscere l’inglese.

 

Come trovare lavoro a Londra

Concludiamo questo articolo sul lavoro a Londra vedendo i principali modi pratici su come immettersi nel mondo del lavoro.

9 – Come trovare lavoro a Londra? I principali modi sono i seguenti:

  • candidarsi direttamente presso le aziende che vi interessano. Ad esempio se volete lavorare nel campo del giornalismo, vi conviene fare una ricerca di tutti i giornali a cui siete interessati e inviare la vostra candidatura direttamente nella sezione contatti dei siti di riferimento;
  • utilizzare i portali del lavoro online, tutti quei motori di offerte e richieste di lavoro. Al punto 2 di questo articolo ne ho indicato uno dei migliori che potete trovare a Londra;
  • portare il curriculum porta a porta. Se pensate si tratti di una strategia superata dal digitale in una città innovativa come Londra sappiate che non è così, tutt’oggi consegnare il curriculum “door to door” ha ancora effetto ed è una buona garanzia di successo, specialmente per determinati settori come bar, hotel, pub, ristoranti e negozi.

Mi auguro che i punti analizzati in questa guida vi possano tornare utili per la vostra prossima o possibile esperienza di lavoro a Londra.

Ricordate di abbondare con le candidature e che Londra è una città molto frenetica lavorativamente parlando, ma dove c’è la possibilità non solo di trovare lavoro ma anche di fare carriera.

Marco Valeri

Mi chiamo Marco Valeri, sono nato a Roma e attualmente vivo a Londra, città che mi ha cambiato la vita.

Divoro libri, amo scrivere e non mi stanco mai di conoscere cose nuove, soprattutto legate alla comunicazione, alla crescita personale e allo sviluppo del web.

Ho fatto praticamente ogni tipo di lavoro per mantenermi e questo mi ha permesso di capire che l’età non è mai un limite per essere ciò che vuoi essere.

“La disciplina è libertà” è quel concetto che provo a mettere in pratica ogni giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: