Visitare Londra in 1,2,3,4,5,6,7 giorni cosa vedere nel 2017

Visitare Londra nel 2017





Londra è una città magica, ricca di eventi, negozi, luoghi da visitare e ristoranti con cucine da tutto il mondo che vale la pena provare.

Nonostante la vita in questa città sia tutt’altro che facile, le possibilità lavorative che offre attirano ogni anno centinaia di migliaia di persone da tutto il mondo, per non parlare dei turisti.

Se siete arrivati fin qui, significa che state programmando una gita nella Capitale dell’Inghilterra e avete, forse, bisogno di una mano per ottimizzare i tempi.

Qualche tempo fa ho scritto un itinerario di Londra che potrebbe eventualmente contribuire a schiarire le idee.

In linea di massima anche chi non ci è mai stato sa che ci sono delle cose che è impossibile non visitare, come il famoso Big Ben oppure Buckingham Palace.

Altrettanto impossibile è riuscire a visitare tutto nel giro di pochi giorni dato che Londra, così come New York, Parigi o Roma, è una città dalle mille sorprese e con liste infinite di cose da fare.

Vediamo di riuscire ad organizzare il tempo nel migliore dei modi, ma prima vi ricordo che è essenziale che voi abbiate scarpe comode, ombrello (che non si sa mai, il clima di Londra è estremamente variabile) ed il cellulare carico per foto/video oppure per tenere d’occhio la mappa.

 

Visitare Londra in 1 giorno




Cosa vedere a Londra in un giorno? Eccovi qua, avete un solo giorno a disposizione e volete portare a casa qualche souvenir e una vagonata di foto ricordo. Sperando che non piova, preparatevi a fare delle lunghe camminate.

Prima di tutto però tenete conto di che giorno è, così da fare i conti con quello che succede in città.

Ad esempio, se il vostro unico giorno a disposizione è una domenica, sappiate che spesso alcuni tratti della metropolitana e alcune stazioni dei treni vengono chiuse durante il weekend per permettere agli operai di fare lavori di manutenzione.

Consultando il sito del TFL – Transport for London, la compagnia dei trasporti pubblici londinese, avrete modo di capire cosa succede intorno a voi dal punto di vista della viabilità.

Se volete potete acquistare una Oyster Card alla prima fermata di metro utile ricaricandola eventualmente con la somma che più fa al caso vostro oppure valutando un ticket giornaliero o settimanale.

Qualora la vostra sosta londinese sia della durata di un solo giorno e abbiate a disposizione una carta di credito o bancomat contactless potete anche non acquistare la Oyster Card. Vi sarà infatti possibile usare la vostra carta che appoggiata sulla piattaforma magnetica vi permetterà di viaggiare senza stress.

Inoltre, se desiderate fare shopping, ricordate che la domenica quasi tutti i negozi e tantissimi supermercati chiudono anticipatamente alle ore 18:00.

Stesso discorso vale per i musei, visitate il sito internet del museo che vi piacerebbe visitare così da evitare di fare un viaggio a vuoto.

Londra posti da visitare:  

  • Buckingham Palace: inserisco questa meta come prima della lista nel caso in cui vogliate assistere al famoso cambio della guardia dato che per poter vedere qualcosa dovete arrivare sul posto abbastanza in anticipo. Dal mese di aprile fino alla fine di luglio la cerimonia del cambio della guardia si svolge tutti i giorni a partire dalle 10:45 e dura circa 45 minuti con il cambio che avviene alle 11:00, mentre durante il resto dell’anno si svolge a giorni alterni: lunedì, mercoledì, venerdì’ e domenica sempre alla stessa ora. Anche in questo caso consultate online il calendario del cambio della guardia per essere sicuri di non perdervelo.
  • St James’s Park.
  • Westminster Bridge: si affaccia sul fiume Tamigi e vi regala un bellissimo panorama con alle spalle il famoso Big Ben e davanti a voi il London Eye ed una Londra che non si ferma mai.
  • Big Ben, Westminster Palace e Westminster Abbey.
  • Trafalgar Square e la National Gallery (uno dei tanti musei che è possibile visitare gratuitamente a Londra. Al suo interno si trovano più di 2300 opere che partono dal 1250 fino al 1900).
  • Piccadilly Circus, Oxford Street, Regent Street e Carnaby Street.
  • Il quartiere di Soho e China Town.
  • Il quartiere di Covent Garden con il mercato coperto e Neal’s Yard.

Le zone di Soho, China Town e Covent Garden sono ricche di negozietti, bar e ristorantini in cui provare qualche prelibatezza dal mondo.

 

Visitare Londra in 2 giorni




Cosa vedere a Londra in due giorni?  Continuiamo il nostro itinerario aggiungendo un giorno per volta. La prima giornata di visita si è conclusa e avete avuto modo di assaporare la Londra classica e un po’ di shopping caotico tra Oxford Street e Regent Street.

Questo secondo giorno vi consiglio di passarlo spostandovi verso la parte est della città, ma regalandovi prima una sosta culturale scegliendo tra:

  • British Museum – con accesso gratuito, si tratta di uno dei musei più antichi del mondo ed espone opere provenienti da tutto il mondo, partendo dalla preistoria fino ai giorni nostri. Il più grande museo di egittologia secondo solo a quello del Cairo. Il British Museum non si visita in poco tempo, perciò se decidete di farci un salto considerate di arrivare al mattino, così da essere poi liberi durante il pomeriggio per il resto delle cose da visitare.
  • Tate Modern – meno impegnativa rispetto al British Museum, anche la Tate Modern è ad ingresso gratuito. Si tratta di uno dei musei di arte moderna più famosi al mondo. Al suo interno trovate opere che vanno dal 1900 ed arrivano fino ai giorni nostri.

Forse lo sapete, forse no, ma tantissimi musei di Londra sono ad ingresso gratuito. Diciamo quindi che non avete scuse. Controllate sempre il sito ufficiale del museo che avete scelto, così da essere certi che sia aperto e pronto ad accogliervi.

Cosa vi resta da visitare in questa seconda giornata londinese:

  • London Bridge e il Borough Market (uno dei mercati al coperto più antichi di Londra, è aperto dal lunedì al sabato fino alle 17:00 ed il venerdì fino alle 18:00).
  • Tower Bridge e la Tower of London.
  • St Paul’s Cathedral.
  • Shakespeare’s Globe Theatre.

Per concludere la serata vi consiglio di sperimentare la movida in East London tra Shoreditch, Old Street e Dalston. Tutte aree vicine tra loro, che offrono un grande numero di locali, pubs e ristoranti.

 

Visitare Londra in 3 giorni




Cosa vedere a Londra in tre giorni? In questo terzo giorno di gita avete delle possibilità, che vi consiglio di valutare in base al clima.

  • Greenwich e quindi il Greenwich Market, Cutty Sark e la passeggiata lungo il fiume e il parco con l’Osservatorio Reale ed il famoso meridiano.

Oppure mercatini! Ripartendo da East London dove vi siete fermati ieri sera troverete

  • Old Spitalfields Market: un mercato vecchio di circa 350 anni che ospita ogni giorno qualcosa di diverso. Il mercato vende un po’ di tutto, dall’abbigliamento alle opere d’arte e apre tutti i giorni alle 10:00.
  • Spitalfields Market: un grande mercato organizzato abbastanza bene che si raggiunge facilmente scendendo alla fermata di Liverpool Street (con la linea rossa, la Central Line) e uscendo dal lato di Bishopsgate. Il mercato apre tutti i giorni alle 10:00 tranne la domenica che apre alle 9:00. Sul loro sito ufficiale trovate anche tutte le info relative agli eventi che vengono organizzati.
  • Brick Lane: il cuore della community Bangladese di East London. Ricca di negozietti, localini e ristoranti. Potete girare la zona a piedi scoprendo angoli di street art e cibo buono. La domenica si svolge anche il mercato all’aperto. 

Come avete avuto modo di leggere i nomi dei primi due mercati sono molto simili, e spesso le persone tendono ad identificarli come un unico grande luogo. Di fatto sono molto vicini l’uno all’altro ma gestiti da due compagnie diverse.

Dopo il pranzo potete prendere la metro e dirigervi nel quartiere di Camden Town che si raggiunge scendendo alla fermata omonima della metro tramite la Northern Line, la linea nera.

Qui troverete il Camden Lock, il mercato, tanti negozi e tanto cibo da tutto il mondo. Il tutto decorato in stile un po’ punk ed alternativo sulle rive del Regent’s Canal.  

 

Visitare Londra in 4 giorni




Cosa vedere a Londra in quattro giorni? Mentre fate il punto della situazione su ciò che avete già visto e ciò che vorreste rivedere, io continuo ad aggiungere pezzetti di Londra al vostro itinerario.

Se il clima ve lo consente vi suggerisco di inserire, nel giorno che vi sembra più appropriato, la visita allo Shard di Londra. Si tratta del grattacielo di Renzo Piano che si trova a London Bridge, un palazzo di 72 piani che vi permetterà di avere una visione mozzafiato della città a 360 gradi. Il biglietto è un po’ costoso, ma garantisco che ne vale la pena. Sul loro sito ufficiale potete trovare tutte le informazioni.

Decisamente più basso ma gratuito, lo Sky Garden potrebbe essere una buona alternativa allo Shard. Si tratta di un grattacielo situato nel cuore della City, la zona finanziaria della città di Londra, vi permetterà di godere della vista del Tamigi da 155 metri di altezza, circondati da un bel giardino botanico. E’ difficile trovare posti liberi se non prenotate con anticipo, pertanto vi consiglio di tenere d’occhio il loro sito internet.  

Altra attrazione che vi consiglio è The London Dungeon, situato a South Bank, a metà tra il London Eye ed il Westminster Bridge.

La visita dura circa 110 minuti nei quali avrete modo di ripercorrere divertendovi circa 1000 anni della storia dark londinese. Passerete di spettacolo in spettacolo guidato da attori bravissimi che ripercorreranno con voi miti e leggende della storia di Londra da Jack lo Squartatore al barbiere assassino Sweeney Todd, passando per Il Grande Fuoco di Londra, Maria la Sanguinaria e tanto altro.

 

Visitare Londra in 5 giorni

Cosa vedere a Londra in cinque giorni? Continuando il nostro tour per la Capitale, non abbiamo ancora menzionato la zona di Notting Hill e il mercato di Portobello Road.  

Quest’ultimo in tutto il suo splendore si può visitare il sabato, dove tutte le bancarelle dall’antiquariato al vintage sono allestite e la via pullula di street food.

Qualora però vi sia possibile effettuare solo una visita infrasettimanale non disperate, vale comunque la pena farci un salto. Portobello Road si raggiunge con la Central Line (la linea rossa) scendendo alla fermata di Notting Hill Gate.

Vi accoglieranno casette colorate e negozietti vintage e di anticaglie varie ed eventuali. Una zona residenziale molto ricca e molto bella, in cui vale la pena perdersi per scattare tante fotografie.

Il quartiere è stato reso celebre dal famoso film datato 1999 (ebbene sì, sono passati 18 anni) Notting Hill, con Julia Roberts e Hugh Grant. Nonostante gli anni che passano, la zona attira ancora fan di tutto il mondo a caccia del famoso Bookshop e della porta blu.

Finito il giro per il quartiere, se siete degli appassionati di animali, ci sono due attrazioni che potete prendere in considerazione:

  • Sea life London aquarium: situato come il Dungeon in South Bank, è sicuramente un’attrazione estremamente popolare, amata soprattutto dalle famiglie. Ogni anno i visitatori dell’acquario sono circa 1 milione. All’interno della struttura si trovano anche delle aree dedicate ai programmi di conservazione animale.
  • Zoo di Londra (London Zoo): situato all’interno del Regent’s Park, la fermata tube più vicina è quella di Camden Town che dista circa 15 minuti a piedi dallo Zoo. All’interno di quest’ultimo vengono organizzati costantemente eventi di tutti i tipi, visitando il sito internet vi sarà possibile farvi un’idea in base al giorno in cui state pensando di effettuare la visita.

 

Visitare Londra in 6 giorni

Cosa vedere a Londra in sei giorni? Il nostro tour di Londra continua, con la speranza di riuscire a darvi degli spunti interessanti per una vacanza indimenticabile.

Ho menzionato all’inizio di questo articolo che moltissimi musei di Londra sono accessibili gratuitamente.

Vi suggerisco quindi una gita nel bellissimo quartiere residenziale di South Kensington dove troverete i seguenti musei ad attendervi:

  • Victoria and Albert Museum: fondato nel 1852, ospita circa 4 milioni e mezzo di oggetti esposti in una collezione permanente.
  • Science Museum: questo museo ve lo consiglio soprattutto se siete in vacanza con bambini. Un museo interattivo e divertente che viene visitato ogni anno da più di 3 milioni di persone.
  • Natural History Museum: si trova praticamente accanto al Science Museum e si tratta del Museo di Storia Naturale. Anche questo è perfetto per le famiglie, ma contrariamente al precedente (che personalmente ho trovato poco coinvolgente per gli adulti) è estremamente interessante anche per i grandi. E’ diviso in cinque sezioni principali che sono: mineralogia, entomologia, botanica, paleontologia e zoologia.

Leggermente spostato rispetto ai 3 musei di cui sopra, il Design Museum si trova sempre nel quartiere di Kensington ma più verso Holland Park, in Kensington High Street. Questa è la nuova sede del museo inaugurata il 24 novembre 2016. Se siete degli appassionati ve lo consiglio davvero tanto, vale assolutamente la pena visitarlo.

Finita la visita a uno o più musei, vi suggerisco di visitare il quartiere e di fare una visita ad Hyde Park, dove troverete il Diana Memorial Playground ed il Princess Diana Memorial Fountain.

 

Visitare Londra in una settimana

Cosa vedere a Londra in una settimana? Siamo arrivati quasi alla fine del nostro itinerario. E’ passata una settimana e abbiamo avuto modo di girare Londra quasi in lungo ed in largo.

Questo è il momento in cui si finiscono tutti quei giri lasciati a metà, si fa il punto della situazione cercando di capire se c’è ancora qualche souvenir da prendere, se abbiamo visto tutto, se c’è qualcosa in particolare al quale proprio non possiamo rinunciare prima di tornare a casa.

Prima di concludere ho un ultimo suggerimento per voi.

La tradizione vuole che il settimo giorno sia quello del riposo, perciò, clima permettendo, oggi vi consiglio una gita al Richmond Park, situato a sud-ovest di Londra e raggiungibile con la tube ed in particolare con la District Line, la linea verde, arrivando allo stop omonimo di Richmond.

Questo parco è in realtà quasi una vera e propria foresta date le sue dimensioni ed è risalente al 17simo secolo. Il luogo in cui il parco è stato creato era popolato da cervi ed è tutt’ora possibile ammirarli liberi nella natura.

Il Richmond Park è uno dei tanti parchi della Capitale, e mi sento di suggerirvelo perchè vale davvero la pena passarci una mezza giornata in relax, magari facendo un bel picnic.

Conclusione

Londra ovviamente non è finita e le cose da vedere sono ancora tantissime. Ma spero di essere riuscita a darvi un assaggio di questa città bellissima, caotica, spesso molto piovosa e assolutamente indimenticabile.

Lasciate pure le vostre impressioni nei commenti, se avete domande non esitate a scrivermi e se volete, condividete pure la vostra esperienza.

Caterina Giordo

Sarda itinerante, romana di adozione.
Amante dell’arte, dei libri, della scrittura e degli animali, in particolare dei gatti.

Laureata in Arti Visive e discipline dello Spettacolo presso la Rufa – Libera Accademia di Belle arti di Roma, attualmente vivo a Londra.

Scrivo, disegno, scatto tante foto, colleziono fallimenti e piccoli successi.
Parlo di ciò che amo, con la speranza di essere d’aiuto a chi, come me, è sempre alla ricerca di nuovi stimoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: