Vivere ad Algarve 2017 quanto costa? Come si vive oggi da pensionato?





Vivere ad Algarve oggi sembra più un sogno che realtà. Molti di noi conoscono questa regione meridionale del Portogallo per la sua bellezza e perché da sempre è una delle più belle mete turistiche dell’Europa. Negli ultimi anni però qualcosa è cambiato: Algarve è rimasta sì un luogo ambito dai turisti di tutto il mondo ma è anche diventato uno dei paesi in cui espatriare per un esperienza se non per il resto della vita. Il perché? Scopriamolo

 

Vivere ad Algarve 2017





Oggi vivere ad Algarve è un desiderio che molte persone hanno per via della sua bellezza e per le ultime politiche economiche e fiscali del Governo portoghese che è riuscito ad attirare i pensionati di tutto il mondo, con la sua manovra esentasse per 10 anni sulle pensioni, e lavoratori ed investitori di tutte le età per una peculiare qualità della vita che solo questo paese europeo riesce ad offrire per via delle sue caratteristiche. 

Regione più a sud del Portogallo, confina a nord con Alentejo, a est con la Spagna mentre da ovest a sud è bagnata dall’Oceano Atlantico che dona a tutta la costa delle bellissime spiagge che hanno reso da sempre Algarve la principale meta turistica di tutto il paese. È vero che non è solo la costa a rendere Algarve un luogo unico, ad essa bisogna aggiungere le città di Faro (che è il capoluogo), Albufeira, Lagos, Loulé, Olha, Portimao, Quarteira, Silves, Tavira e Vila Real De Santo Antonio.

Clima e temperatura subtropicale grazie alla vicinanza con l’Africa, danno la possibilità di godere del mare quasi tutto l’anno. Ad Algarve i mesi più caldi son luglio ed agosto ma anche in inverno le temperature restano miti. Le precipitazioni sono maggiormente concentrate in quest’ultima stagione ma sono molte contenute. Il clima del Portogallo varia da nord a sud e la regione di Algarve promette un clima mite tutto l’anno con temperature che possono dare rifugio a tutti coloro che sentono il bisogno di scappare dall’ostinato clima del nord Europa.

Solitamente in inverno la media delle temperature minime arriva a 11° e le massime a 15°. In primavera si passa da una media di 15° fino alle massime di 23° mentre il vero caldo arriva in estate con le minime a 18° e le massime a 31°. In autunno le temperature scendono nuovamente ma non per questo si sta male con giornate che vedono oscillare le temperature mediamente tra i 20 e i 15 gradi.

Questi aspetti di Algarve l’hanno resa da sempre una meta perfetta per i turisti di tutto il mondo che amano il sole, il mare, città che hanno fatto la storia e la buona cucina. Ma questa Regione, così come tutto il Portogallo, negli ultimi anni ha offerto quel qualcosa in più che ha spinto molte persone a trasferircisi.

Scopriamo di cosa si tratta.

 

Quanto costa?





Gli italiani ad Algarve raccontano di essere stati attratti dalla bellezza del suo territorio, dalla tranquillità che ci si trova e dal basso costo della vita. Difatti questa regione meridionale del Portogallo offre nell’insieme bene e servizi a basso costo rispetto l’Italia e a buona parte dell’Europa. Un punto, questo, che tutt’oggi attira molte persone.

Sebbene il costo della vita è in aumento anche in questo paese, ad oggi con 300/500 euro è possibile prendere una casa in affitto spese delle utenze incluse. Certamente bisogna restare lontano dai luoghi turistici che sono come da legge di mercato sempre più cari. Ma andando a vivere a pochi km dalla costa o nelle periferie delle città, Faro inclusa, i prezzi scendono decisamente non solo per le case ma anche per la spesa alimentare, i prezzi dei locali e nel complesso della vita in generale.

Algarve è una regione ricca di attrazioni dove è facile divertirsi 24 ore al giorno tra luoghi da visitare, mare e locali. È possibile mangiare in ottimi ristoranti spendendo 10 euro a persona, vedere uno spettacolo al cinema a 5,5 euro e sorseggiare qualcosa di fresco sul lungo mare con pochi soldi.

Elettronica, abbigliamento e benzina sono più bassi rispetto ai prezzi che troviamo in Italia. In genere una coppia vive ad Algarve con 1000 euro al mese senza problemi. Ad esempio con 30 euro è possibile riempire il frigo per tutta la settimana per due persone. Sicuramente le abitudini cambiano di persona in persona, così come le spese, ma state pur certi che ad Algarve la vita non è affatto dispendiosa.

Ma andiamo ora a parlare di un punto fondamentale: come vivere ad Algarve? C’è da specificare che se si decide di andare a vivere in questa Regione con una rendita (magari l’affitto di una casa in Italia o lo stipendio derivante da un attività svolta in un altro paese) sicuramente si può vivere bene e dignitosamente. Da questo punto di vista è un po’ come vivere a Tenerife, ovvero in un posto dove il costo della vita è basso.

Tuttavia se si decide di andare a vivere ad Algarve per lavorare la storia può cambiare in base al proprio settore.

 

Lavoro ad Algarve





Parlando di Algarve parliamo anche del Portogallo ovvero di un paese che sta vivendo la crisi economica che molti stati del Sud Europa attraversano. Dal punto di vista lavorativo pesa il tasso di disoccupazione che è elevato. Questo punto è da evidenziare per evitare errori di calcolo prima di programmare un eventuale trasferimento. Ovviamente un alto tasso di disoccupazione non implica che sia impossibile trovare lavoro. Bisogna capire prima di partire cosa andare a fare.

Ma cosa offre Algarve? Il settore del turismo è un buon campo dove inserirsi lavorativamente parlando, sia per cominciare, sia come lavoro permanente (se è il vostro ramo il Portogallo in generale offre molto) che come lavoro autonomo. Infatti buone idee nel turismo possono essere ben sviluppate se si decide di lavorare in proprio e c’è da dire che in questo settore noi italiani riusciamo sempre a distinguerci.

Agricoltura, settore farmaceutico e altre industrie sono alla ricerca di personale qualificato. Se state optando per un lavoro specializzato è possibile vagliare le diverse offerte presenti nel web e programmare un colloquio prima di partire.

Il Centro dell’impiego di Algarve offre una panoramica delle diverse offerte di lavoro che è possibile consultare online sia per chi è sul posto sia per chi deve ancora farsi un’idea. Nello stesso portale è possibile individuare anche le diverse posizioni aperte nel resto del Portogallo.

Solitamente un normale stipendio si aggira sugli 800 euro (ad esempio un full time come cameriere) ma ogni settore varia a seconda delle mansioni e delle competenze.

Indipendentemente dal lavoro di appartenenza è importante la lingua: lavorare ad Algarve richiede una buona conoscenza del portoghese. L’inglese come al solito da una marcia in più ma da solo non basta non trattandosi del resto di Londra dove è possibile, seppur con difficoltà, trovare lavoro pur non conoscendo la lingua del luogo molto bene.

Sebbene la crisi economica del Portogallo possa spaventare è da notare che molti italiani vivono in questo luogo da anni. Un buon progetto di vita è realizzabile ovunque ci si trovi e se pensate di avere le carte giuste potete tranquillamente provare questa Regione meravigliosa.

Del resto sono tante le persone che negli ultimi anni si sono trasferite in paesi in piena crisi economica ma riuscendo nel loro intendo. Prendiamo ad esempio tutti gli italiani che si sono trasferiti in Spagna negli ultimi anni (e che tutt’oggi ci vivono). Sono stato a Barcellona e ne ho incontrati diversi che in un modo o nell’altro, partendo dal basso o riuscendo fin da subito, si sono riusciti ad inserire nel settore lavorativo spagnolo. Sicuramente le regole del mercato hanno un peso, non c’è dubbio, ma se si ha una buona idea da realizzare o semplicemente una grande voglia di andare nemmeno la domanda e l’offerta possono ostacolarvi.

 

Come si vive da pensionato?

Come si vive ad Algarve con la pensione italiana? Abbiamo già trattato l’argomento nel dettaglio con Vivere in Portogallo con la pensione italiana. Con la riforma adottata dal Governo portoghese in merito alle pensioni, i pensionati possono entrare ad Algarve con una marcia in più. Infatti in Portogallo vige una legge secondo cui chi si trasferisce a vivere nel territorio portoghese e percepisce una pensione sarà esente da qualsiasi tassa sul reddito per 10 anni.

Un lasso di tempo non indifferente che permette alle pensioni italiane (e non solo dato che inglesi e francesi dominano le classifiche dei pensionati in Portogallo) di essere più consistenti in un territorio dove il prezzo della vita è decisamente più basso che nella Penisola italiana. Infatti tutti i pensionati italiani che si trasferiscono ad Algarve (e nel resto del paese) non avranno più nulla a che fare con l’erario italiano e di conseguenza non ci sarà più distinzione tra pensione lorda e netta dato che l’ammontare sarà identico.

Facendo un esempio pratico, se in Italia si percepisce una pensione di 850 euro netti (lordi 1.200 euro) una volta che ci si trasferisce in Portogallo si percepirà ogni mese l’ammontare di 1.200 euro netti. Come fare? Il Governo portoghese ha pensato anche a questo: bisogna diventare “residente non abituale”, uno status giuridico che si ottiene vivendo per almeno 183 giorni in Portogallo.

I regimi per i residenti non abituali in Portogallo sono dettagliatamente elencati dall’Ambasciata Portoghese in Italia che nel suo portale offre anche molte altre informazioni per chi sta pensando di andare a vivere in maniera temporanea o permanete ad Algarve.

Tuttavia in base alla Convenzione tra Italia e Portogallo (articolo 19) chi percepisce una pensione italiana derivante da un impiego pubblico non può usufruire di questa agevolazione sul territorio portoghese. Per tutti coloro che si trovano in questa situazione è bene contattare l’INPS per avere delucidazioni in merito alla propria situazione.

 

Conviene comprare casa?

Così come visto per il costo della vita in generale, ad Algarve anche il mercato immobiliare ha dei prezzi più contenuti rispetto l’Italia. È possibile trovare case a partire da 60.000 euro fino a salire a cifre decisamente più alte se ci si avvicina alle zone turistiche. Solitamente più si sta nell’entro terra e più i costi son contenuti ma è anche possibile trovare casa vicino al mare tra i 100.000/150.000 euro.

Se ci si avvicina a Vilamoura o la Spiaggia di Marinha (due dei principali luoghi turistici non solo della regione ma di tutto il Portogallo) i prezzi degli immobili salgono alle stelle.

Ci sono diverse agenzie immobiliari ad Algarve che trattano l’argomento e che vi possono far fare un’idea sulla questione. Sfogliando i diversi annunci sul web ci si rende conto che ci sono molte occasioni.

Sicuramente chi decide di trasferirsi definitivamente ad Algarve può seriamente prendere in considerazione l’idea di acquistare casa dati i prezzi accessibili. Ad esempio una coppia di pensionati che hanno da poco avuto la loro buona uscita dal lavoro potrebbero prendere anche un’abitazione vista mare senza troppi problemi. Oppure se si è dei liberi professionisti e si decide di vivere in questa zona meridionale del Portogallo, con delle entrare anche non troppo consistenti è possibile anche avviare le pratiche per il mutuo.

Lo stesso discorso vale anche per chi decide di vivere direttamente di un attività lavorativa sul luogo.

Per avviare le pratiche di compravendita ci si dovrà informare direttamente tramite le agenzie immobiliari del luogo.

 

Pro e contro

Quali sono i lati positivi e negativi di vivere ad Algarve? Ci sono sicuramente degli aspetti che vi inviteranno maggiormente ad optare per questa regione del Portogallo rispetto ad altri. Una cosa è certa, molto spesso la percezione della vita in un determinato luogo è molto soggettiva. Vi dico questo per esperienza: vivo da anni a Londra, città cosmopolita per eccellenza, dove le opportunità di lavoro e studio non mancano mai. Nonostante questo ogni anno sono molte le persone che arrivano nella City e dopo qualche mese decidono di abbandonarla per i motivi più disparati, dalla vita frenetica al costo della vita, dal clima alle difficoltà con l’inglese e così via. Al contrario sono molte le persone che, invece, decidono di rimanerci per anni se non per sempre.

La stessa regola, credetemi, si può estendere ad Algarve, al Portogallo e al resto del globo.

Ecco, allora, quelli che possiamo ritenere aspetti positivi o negativi della vita in questa regione.

Pro:

Costo della vita molto contenuto e decisamente conveniente per chi ha un reddito esterno al paese come per i pensionati o i liberi professionisti. Questo fattore può voler dire una maggior facilità nell’aprile un’attività, la possibilità di comprare casa e di andare a mangiare in un buon ristorante sul lungo mare senza troppi problemi.

Cibo: tanti prodotti del Portogallo sono reperibili presso i supermercati di tutta Europa e c’è da dire che Algarve offre molto da questo punto di vista. Ad esempio il mare deposita naturalmente il sale dietro il passare dell’acqua in determinati canali vicino Faro, e questi vicoli d’acqua naturali hanno dato vita al famoso Sale Marino di Algarve.

Clima mite tutto l’anno, accompagnato da lunghe giornate di luce anche nei mesi invernali dove il sole illumina Algarve anche per 10 ore al giorno.

Qualità della vita eccellente, basso tasso di criminalità e uno stile di vita non troppo frenetico fanno di Algarve un ottimo posto dove vivere.

Contro:

Stipendi non troppo alti per chi comincia dagli strati più bassi. Ci tengo a sottolineare che questo solitamente riguarda l’inizio o determinati settori dato che non mancano settori ben remunerati.

Crisi economica che ad oggi, però, vede un Governo molto impegnato alla sua risoluzione con provvedimenti mirati (come ad esempio l’esenzione delle tasse per 10 anni sulle pensioni).

Alto tasso di disoccupazione, impossibile non metterlo nei lati negativi, soprattutto perché ad oggi è più alto di quello italiano. Tuttavia state ben attenti a non farvi influenzare negativamente da questo fattore: se il vostro sogno è ad Algarve andateci, magari impiegherete più tempo a trovare una prima occupazione ma sicuramente la troverete.

Se avete deciso di trasferirvi ad Algarve, di andarci a fare un’esperienza o semplicemente di farci un bel viaggio fateci conoscere le vostre esperienze e non mancate di godervi quelle meravigliose spiagge bianche che si estendono per km e km.

Marco Valeri

Mi chiamo Marco Valeri, sono nato a Roma ed ora sono in giro per il mondo a raccontare le mie storie anche se la mia base operativa si trova a Londra, città che mi ha cambiato la vita. Ho fatto praticamente ogni tipo di lavoro per mantenermi fino ad arrivare a fare il web writer, il webmaster e qualche volta anche l’autore. Divoro libri, amo scrivere e non mi stanco mai di conoscere cose nuove. Sono cresciuto nel settore della comunicazione con il gruppo InnovaMedia (al quale devo molto) e altri progetti affini. Vivo attualmente a Londra e giro il mondo per raccontare le mie storie a tutti coloro che vogliono sapere cosa c’è oltre i confini nazionali, che vogliono uscire dall'Italia o stanno cercando di cambiare vita. “La disciplina è libertà” è un quel concetto che provo a mettere in pratica ogni giorno.

25 pensieri riguardo “Vivere ad Algarve 2017 quanto costa? Come si vive oggi da pensionato?

  • 30 gennaio 2017 in 5:08 PM
    Permalink

    Questa primavera io e la mia compagna vorremmo visitare l’Algarve, per una decina di giorni e verificare la possibilità di trovare un appartamento per una futura residenza . Chiedo suggerimenti e consigli per appartamenti località zona mare piccoli porti o centri storici . Grazie

    Risposta
    • 31 gennaio 2017 in 12:06 AM
      Permalink

      Salve Lucio,
      una buona soluzione nel tuo caso sarebbe quella di prenotare in un bed and breakfast ad Algarve.

      In questo modo tu e la tua ragazza potete trovare un posto economico in cui stare per la vostra vacanza e allo stesso tempo conoscere persone del luogo a cui chiedere informazioni per un futuro appartamento e lavoro.

      A presto e facci sapere

      Risposta
  • 6 febbraio 2017 in 9:16 PM
    Permalink

    spostandosi dall’algarve mi consigliate altre zone marine, magari meno affollate dal turismo per poterci vivere. Grazie

    Risposta
    • 6 febbraio 2017 in 10:06 PM
      Permalink

      Ciao Diego,
      diciamo che il posto in cui vuoi vivere in Portogallo dipende molto da quello che vai a fare in questo paese.

      La Regione Algarve oltre ad essere molto bella è presa di mira da turisti e persone che decidono di trasferirsi stabilmente in questo paese per via del suo fascino e delle sue opportunità.

      Tuttavia se cerchi posti di mare più tranquilli potresti valutare la città di Almada, piccolo centro abitato proprio vicino al mare.

      Ti suggerisco anche il Comune di Setubal e il Comune di Amadore (non molto lontano dal mare).

      A presto

      Risposta
  • 7 febbraio 2017 in 12:09 AM
    Permalink

    L’idea è di trasferirmi per un periodo di un anno, vorrei portarmi la mia vela di undici metri. C’è qualcuno che mi può dire quanto potrebbe costare tenere in un porto suddetta barca? E quale potrebbe essere il porto del sud più ideale?

    Risposta
    • 7 febbraio 2017 in 12:02 PM
      Permalink

      Ciao Ferruccio,

      per questo genere di servizio di conviene individuare il porto che t’interessa e metterti in contatto direttamente con la struttura.

      In genere ogni porto ha un sito e la relativa sezione “contatti” dove puoi chiedere tranquillamente se accettano la tua barca a vela e il costo dell’affitto.

      A presto

      Risposta
  • 22 febbraio 2017 in 1:36 AM
    Permalink

    Posto bellissimo, incantevole, gente molto cordiale,ottima cucina….l’unico difetto è il mare….
    bello, ma assolutamente freddissimo,persino in agosto…sembra una fesseria ma vivere in riva al mare e non poterti fare il bagno non è bello

    Risposta
  • 26 febbraio 2017 in 12:51 PM
    Permalink

    Sono un single ’44 e vorrei trasferirmi in Portogallo, senza esigenze se non quella di trovare un posto economico, causa pensione da 600,00 + 13° e 14°. Puoi aiutarmi ad individuare la località? Grazie
    Mauro Landucci

    Risposta
    • 26 febbraio 2017 in 1:58 PM
      Permalink

      Ciao Mauro,
      quella del Portogallo potrebbe essere una buona idea nel tuo caso.

      La zona di Algarve è molto bella, così come altri luoghi: Porto, Lisbona, le zone centrali e quelle lungo la costa.

      Se ti devi trasferire quello che ti consiglio è di puntare ad una zona non turistica per trovare case a prezzi contenuti.

      Il secondo consiglio è quello di fare più di un sopralluogo prima di trasferirti, in modo da vedere se un posto ti piace più rispetto ad un altro.

      Prenotando in un bed and breakfast puoi farti piccole vacanze in diverse zone del Portogallo senza spendere troppo, riuscendo così a capire se un determinato luogo fa al caso tuo o meno.

      Inoltre con i b&b puoi conoscere tante persone del luogo alle quali chiedere informazioni e farti un’idea di come potrà essere la tua vita futura.

      La tua è una scelta coraggiosa, buona fortuna e grazie per averci scritto.

      A presto

      Risposta
    • 13 aprile 2017 in 6:08 PM
      Permalink

      ciao Mauro vorrei trasferirmi in Portogallo pensione di 670 € al mese + tredicesima un po pochini mi sto allestendo un camper x vedere come si sta se sei interessato dimmelo ho 62 anni mi chiamo Giovanni Mosca abito ad Alessandra

      Risposta
  • 5 marzo 2017 in 5:12 PM
    Permalink

    Buongiorno e complimenti per il tuo lavoro.
    io e la mia tribù vorremmo trasferirci al più presto, ho un figlio di 12 anni che fa le medie e alcuni animali cani e gatti, percepiamo una discreta pensione e vorrei sapere quali zone ben servite da servizi scuole ospedale supermercati, mi puoi consigliare.. non per forza in una grande città ovviamente visto i miei animali.
    Castelo Sesimbra che ne dici? attendo qualche consiglio
    grazie mille Angela

    Risposta
    • 6 marzo 2017 in 9:37 AM
      Permalink

      Ciao Angela,

      sono contento che ti sia piaciuto l’articolo.

      Castello Sesimbra è una bella zona e il Comune di Sesimbra è un luogo strategico: spiagge, turismo e la vicinanza con Lisbona che ha tutti i servizi di una moderna città.

      Data l’importanza del tuo trasferimento ti consiglio di fare qualche sopralluogo prima di spostarti con la tua famiglia, in modo da vedere di persona se questo Comune possa soddisfare le vostre esigenze.

      Buona fortuna con questo importante passo.

      A presto

      Risposta
  • 6 marzo 2017 in 6:14 PM
    Permalink

    Ciao,
    ci sono agenzie a Setubal che mi possono assistere per trasferirmi..

    Saluti

    Risposta
  • 24 marzo 2017 in 1:31 PM
    Permalink

    Salve complimenti innanzi tutto per la cordialità e la professionalità che si evince dalla tue risposte..io ho 52 anni e sono una Dott.ssa Cosmetologa , visto il clima di crisi che si respira dalle mia parti ” la bellissima roma”vorei valutare il portogallo! La mia idea sarebbe di aprire un b&b ma i costi?? Io amo gli animali e i cavalli….grazie mille Marco 🙂

    Risposta
    • 24 marzo 2017 in 3:33 PM
      Permalink

      Salve,

      sono contento che ti sia piaciuto l’articolo.

      Hai avuto un’ottima idea. Il Portogallo è oggi un paese più indicato per aprire un attività che per cercare lavoro dato il basso gettito fiscale.

      Il settore turistico è sicuramente uno dei più redditizi.

      Inoltre i bassi prezzi del settore immobiliare possono aiutarti a portare a termine questo tuo progetto imprenditoriale.

      Per intraprendere una simile scelta hai bisogno di un budget di partenza per avere delle mura (in affitto o di proprietà) e confrontarti con la burocrazia portoghese.

      Sicuramente avrai bisogno di un buon livello di lingua per affrontare gli step burocratici.

      Per quanto riguarda i costi mi risulta difficile darti degli importi dato che, ad esempio, il prezzo di un locale da usare per il tuo bed and breakfast varierà in base al posto in cui si trova e alla sua grandezza.

      Ci sono molti esperti del settore che possono sicuramente darti cifre concrete per la realizzazione del tuo progetto, sia in termini di costi fissi, variabili che fiscali.
      Trovi molte risorse online o direttamente sul posto (così magari con la scusa ti fai un viaggio ad Algarve è vedi in quali zone realizzare il tutto).

      Grazie per averci scritto, se ti va facci sapere come si evolve il tuo progetto.

      A presto

      Risposta
  • 24 marzo 2017 in 5:32 PM
    Permalink

    Ciao Marco ci siamo già scritti….se è possibile mi daresti qualche dritta di associazioni o avvocati che si occupano di pratiche fiscali per il mio trasferimento?
    NON voglio cadere in mani poco pulite e sperperare soldi
    Grazie Angela

    Risposta
  • 23 aprile 2017 in 12:58 PM
    Permalink

    Chiedo dopo 10 anni un pensionato di 800 euro circa cosa rischia mi fate sapere sia le cose positive che negative

    Risposta
  • 3 maggio 2017 in 8:29 AM
    Permalink

    Buongiorno,complimenti per l articolo chiaro e la sua disponibilità.
    Io e il mio convivente viviamo in Sudafrica ( siamo italiani 51 e 61 anni) e vorremmo trasferirci per 6 mesi all anno in Portogallo ( da maggio a ottobre).
    Cerchiamo un affitto di un appartamento o piccola casa fuori dalle rotte turistiche anche 30km dal mare.
    Ci può suggerire qualche località e anche siti o agenzie per affitti a medio termine?
    Grazie mille
    Cris

    Risposta
    • 4 maggio 2017 in 9:07 AM
      Permalink

      Buongiorno Cris,

      sono contento che le sia piaciuto l’articolo.

      Se vuole rimanere fuori dalle rotte turistiche le consiglio di vedere qualche piccolo centro nella provincia delle principali città come Lisbona o Porto.
      Ad esempio Amadora è un piacevole Comune in provincia di Lisbona che si trova a mezz’ora circa dal mare (collegamento diretto con il treno) dove si può trovare una vita tranquilla e serena.

      Per quanto riguarda i siti le consiglio AirBnB che ha proprio una sezione per gli affitti a lungo termine
      (https://www.airbnb.it/affitti-temporanei)
      Un’altra soluzione valida sarebbe quella di rivolgersi ad un’agenzia immobiliare del posto in cui decide di andare a vivere.

      Grazie per averci scritto Cris, buona giornata

      Risposta
  • 13 maggio 2017 in 12:53 AM
    Permalink

    Ciao Marco,congratulazioni per la tua professionalità e disponibilità..Vivo in Puglia Taranto,città dei due mari bella in tutti i sensi,vorrei cambiare vita..Penso di andare in pensione tra non molto,vorrei documentarmi per andare a vivere in Portogallo,attratto un po da tutto quello che offre..58 anni Maestro di arti Marziali ju jitsu..Hobby- insegnare Autodifesa per tutte le età.. E perchè no,trovare una Lei… Che consigli mi daresti nei limiti delle possibilità.. Un cordiale saluto…

    Risposta
    • 13 maggio 2017 in 7:41 AM
      Permalink

      Ciao Giovanni,

      sono contento che ti piaccia il mio lavoro, grazie.

      Stai per andare in pensione che sei ancora giovane, quindi hai tutte le carte in regola per intraprendere questo percorso se è quello che vuoi.

      Un giorno un mio amico che ha vissuto 7 anni all’estero mi ha detto:
      “Il nostro più grande difetto è quello di essere italiani, ovunque vai nel mondo non riesci a trovare un paese bello come l’Italia”.

      La Puglia è molto bella e dopo aver vissuto tanti anni in una città non dev’essere facile trasferirsi all’estero, anche se c’è da dire che chi vuole cambiare vita in Portogallo trova molte opportunità, nonché un vasto e piacevole territorio.

      Nel tuo caso, una volta in pensione, oltre a poter godere della situazione fiscale potresti anche sfruttare le arti marziali ed insegnarle direttamente sul posto.

      I consigli che mi sento di darti sono due:
      vai di tanto in tanto in Portogallo per vedere se ti piace, organizza dei piccoli viaggi per capire com’è questo paese, per conoscere chi già ci vive, riuscendo così a comprendere se è il posto in cui vuoi vivere.
      Algarve è molto bella, ma anche a nord del paese ci sono tanti altri posti come la Regione di Alentejo.

      Il secondo consiglio è quello di cominciare a studiare la lingua già da ora per arrivare preparato e (perché no) anche per trovare la tua anima gemella. Gli italiani all’estero hanno sempre il loro fascino.

      Grazie per averci scritto, se hai voglia facci sapere come si evolve la situazione.

      A presto

      Risposta
  • 20 maggio 2017 in 8:06 PM
    Permalink

    Ciao Marco, so che mi ripeto, ma come tutti anch’io ti faccio i miei complimenti per tutte le tue risposte
    Io mi chiamo Roberto ho 60 anni (61 a luglio) e abito a pochi km da Venezia
    Dal 1 gennaio sono in pensione e come tanti sto valutando la possibilità di provare a trasferirmi in Portogallo per avere qualche euro in più in tasca e vivere più tranquillamente.
    Vorrei trovare una casa a prezzo economico tipo 400-500 euro al mese
    Puoi per cortesia darmi qualche dritta su come procedere??
    Chi potrei contattare ??
    Qualche nominativo e magari telefono o email??

    Ti ringrazio tantissimo

    Saluti Roberto

    Risposta
    • 21 maggio 2017 in 10:23 AM
      Permalink

      Ciao Roberto,

      grazie per quello che scrivi, sono contento ti piaccia questa pagina.

      Una casa a quel prezzo la trovi senza grandi problemi con gli attuali importi del mercato immobiliare, l’importante è non stare troppo vicino alle località turistiche.

      Per procedere il consiglio migliore che posso darti è quello di andare di persona, prenderti qualche giorno di vacanza per vedere una zona che pensi ti possa piacere e successivamente entrare in contatto con una o più agenzie immobiliari del posto, nonché con le persone del luogo per capire se il Portogallo possa fare al caso tuo.

      Se hai già in mente qualche luogo in particolare e vuoi farti un’idea sui prezzi ti consiglio questo portale che è fatto molto bene e lo trovi anche in lingua italiana

      http://www.remax.pt/default.aspx

      Grazie a te per averci scritto, se ti va aggiornaci sulla tua situazione.

      Buona giornata

      Risposta
  • 29 maggio 2017 in 3:14 AM
    Permalink

    salve, scrivo di notte poichè ritengo essere il momento migliore per avere la mente libera, almeno per me. Sono da poco pensionato, il fisico è ancora buono e lascio la professione di tecnico elettronico ad alto livello. Con il programma governativo di incentivo la mia pensione li, andrebbe a superare i 2000 € mensili. A Roma si vive male, molto male oramai da diversi anni e non si vede miglioramento all’orizzonte. Ho visitato Lisbona ma non ritengo sia la svolta per andarci a vivere, il costo della vita l’ho trovato esattamente come qua. L’algarve mi sa di litorale laziale ma lo vedrò questa estate e saprò meglio dirvi. Credo siano molto più belle le zone i paesi e le città che si affacciano sull’Atlantico, sempre da notizie reperite qua e la. La domanda è: volendo cercare una città cittadina ricca di storia dove vivere in un contesto tipo medioevale, cosa suggerirebbe l’esperto di andare a vedere? Fermo restando che potrei ancora praticare la professione aprendo un negozio o cose del genere. Grazie in anticipo per ogni eventuale suggerimento.
    Vinc

    Risposta
    • 29 maggio 2017 in 8:52 AM
      Permalink

      Buongiorno Vincenzo,

      la notte è sempre un buon momento per scrivere, pochi rumori, tutti che dormono, l’atmosfera giusta per liberare la mente e concentrarsi. Ultimamente sono solito a svegliarmi molto presto per alcuni impegni di lavoro e mi capita di provare la stessa sensazione durante le prime ore del mattino.

      Una bella città ricca di storia e di borghi medievali è Faro. Stando lontano dalle zone turistiche e centrali si può trovare una vita tranquilla e dai costi contenuti.
      Inoltre se vuole ancora esercitare la sua professione in proprio, una città come Faro le darebbe molta visibilità date le tante persone che ci vivono o ci passano per i motivi più disparati.

      Grazie per averci scritto Vincenzo

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: