Vivere e trasferirsi a Milano 2017? Costi, opinioni, consigli





Vivere a Milano, la città che da secoli ormai attira persone provenienti da tutta Italia e da tutto il mondo alla ricerca di un lavoro, di un percorso di studi, di un’esperienza o della realizzazione del proprio progetto di vita.

Città che continua ad essere una valida meta anche al giorno d’oggi, vediamo come si vive a Milano, il costo della vita, cosa offre a livello formativo, lavorativo, le zone in cui vivere e quelli che sono gli aspetti positivi e negativi.

 

Vivere a Milano 2017




Andare a vivere a Milano sembra essere tutt’oggi una valida opzione, sia per coloro che sono alla ricerca di un lavoro che per coloro che sono alla ricerca di un valido percorso formativo.

Nonostante la crisi economica, che si fa sentire anche in questa città, Milano continua ad essere una città ricca di opportunità e con uno stile di vita a sé rispetto al resto della Penisola, un modo di vivere, se vogliamo, più internazionale e cosmopolita.

Sono nato a Roma e oggi vivo fuori dai confini nazionali ma ho un rapporto affettivo con Milano dato che è la città in cui è nata mia madre e che crescendo ho imparato a conoscere.

Oggi ve la voglio raccontare sotto diversi aspetti. Partiamo dal costo della vita.

 

Vivere a Milano costi




Vivere a Milano quanto costa? Si tratta di una delle città più costose d’Italia. Affitti e spesa in generale non sono bassi ma la grande scelta che si trova può aiutarvi a risparmiare.

La spesa alimentare è più cara al centro e si abbassa nelle periferie. Milano è ricca di supermercati e il vantaggio per chi ci vive è quello di poter scegliere tra diversi supermercati, discount e piccole attività, per poter accedere al prezzo più basso o al prodotto che più soddisfa le proprie esigenze.

Da questo punto di vista se si evita il centro è possibile fare una buona spesa senza spendere troppo e nella maggior parte dei casi i prezzi sono simili a quelli delle altre città italiane.

La società ATM è quella che si occupa del trasporto dei mezzi pubblici a Milano. Onestamente devo dire che Milano è ben collegata e che i prezzi degli abbonamenti per viaggiare sono molto competitivi: ad esempio con 35 euro è possibile fare l’abbonamento mensile ai mezzi pubblici.

Un settimanale (corse illimitate per sette giorni) ha un costo di 11,30 euro.

Se visitate il sito dell’ATM potete trovare molte altre offerte e soluzioni per viaggiare in tutta la città.

Dato il traffico, i costi e le zone a traffico limitato vi sconsiglio l’uso della macchina e vi invito a provare i mezzi pubblici.

Le bollette di luce e gas sono simili a tutto il territorio anche se nei mesi invernali vengono entrambi utilisation di più per via del freddo e dalla poca luce. In media con 100/120 euro al mese è possibile pagare tutte le utenze se si vive in una casa di circa 100 mq. La spesa ovviamente varia in base anche ad altri fattori come grandezza dell’abitazione, modelli di elettrodomestici utilizzati, vecchiaia degli infissi, quanto si sta a casa, come si consuma ecc.

Per quanto riguarda gli affitti e i costi delle case c’è una grande disparità tra il centro, la periferia e la provincia.

Volendo fare una media possiamo dire che:

  • 350/600 euro per una stanza bollette incluse;
  • 500/1000 euro per un monolocale bollette escluse;
  • 900 euro a salire per gli appartamenti.

Quelle riportate sono tutte stime fatte in base agli annunci che attualmente si trovano nelle agenzie immobiliari di Milano. Gli importi oscillano notevolmente tra periferia (dove è possibile trovare piccoli monolocali a 500 euro al mese) al centro (dove un monolocale può costare anche più di 1500 euro al mese).

Più avanti elencherò alcune zone della città in modo da potervi orientare nelle possibili aree in cui abitare, ma vediamo ora cosa implica vivere a Milano come studente.

 

Vivere a Milano da studenti




La città di Milano offre veramente molto dal punto di vista dell’aspetto formativo: importanti università pubbliche e private assieme a tanti corsi professionali fanno di questa città un ottimo luogo per formarsi e crescere professionalmente. Non a caso vivere a Milano da universitari è una realtà che riguarda molti giovani provenienti da tutto il territorio nazionale e internazionale se contiamo anche i tanti studenti Erasmus.

Quanto costa vivere a Milano per uno studente? Se ci si accontenta si può vivere con poco, magari prendere una casa con altri colleghi universitari oppure una singola stanza.

Con un lavoro part time da circa 800 euro al mese è possibile vivere e studiare a Milano, con qualche sacrificio ma senza grandi problemi.

Volendo fare un esempio:

  • stanza euro 350;
  • spesa e divertimenti euro 200;
  • trasporto pubblico euro 35 (con le agevolazioni disponibili per gli studenti è possibile spendere anche meno);
  • 215 euro rimanenti per spese universitarie, libri, telefono e biglietto per tornare a casa di tanto in tanto e imprevisti.

Se state pensando che si tratta di costi contenuti avete ragione ma vi assicuro che si tratta di importi fattibili per vivere. Sebbene Milano sia costosa, vivendoci imparerete a divertirvi spendendo poco.

Inoltre, intraprendere e portare a termine un percorso di studi a Milano può portarvi veramente lontano ed essere l’inizio della vostra carriera in quello che avete sempre sognato. Sulla base di questo sarete pronti a superare ogni sacrificio.

Vivere a Milano da fuori sede è una realtà di tantissimi giovani che oggi si trovano in questa città.

Molti studenti vanno a vivere vicino alle zone universitarie, interi quartieri popolati per la maggior parte da studenti che solitamente dividono appartamenti e case. Questo sistema permette di trovare delle case da condividere con gli altri colleghi universitari in modo da ridurre notevolmente le spese (affitto e utenze divise). A questo c’è da aggiungere anche il vantaggio di poter avere una buona vita sociale all’interno dell’ambiente universitario.

Il settore pubblico offre molto in questa città con le due principali università, quali:

Il Politecnico di Milano è un’altra università molto importante, un ateneo che gode di fama internazionale e che offre un’offerta formativa molto valida.

Ci sono anche altre importanti università private a Milano, quali:

  • Università Commerciale Luigi Bocconi;
  • la IULM, Libera Università di Lingue e Comunicazione;
  • Università Cattolica del Sacro Cuore;
  • Università San Raffaele.

Per tutti gli artisti e aspiranti tali ci sono due accademie molto importanti che sono:

  • Accademia di Brera;
  • NABA – Nuova Accademia di Belle Arti.

 

Trasferirsi a Milano per cercare lavoro




La città di Milano attrae un gran numero di persone per via delle tante opportunità lavorative che ci sono.

Sede di importanti aziende, multinazionali, sempre piena di eventi, attività, attiva 24 ore su 24, Milano è un po’ il cuore dell’economia italiana.

Come per ogni posto del mondo, arrivare a Milano dopo aver trovato lavoro è la cosa migliore. A differenza di molte altre città, Milano è ricca di opportunità, quindi anche se si arriva senza un lavoro c’è la possibilità di trovare qualcosa da fare senza dover aspettare molto. Ovviamente per tutti coloro che si ritrovano in quest’ultima situazione ci sarà l’obbligo di avere qualche risparmio da parte per trovare un primo posto in cui dormire e successivamente per munirsi di pazienza, curriculum e andare alla ricerca di un lavoro.

Una premessa che, purtroppo, molti italiani già conoscono, è quella della crisi economica. Milano offre veramente molte possibilità in più rispetto a tante altre città italiane, soprattutto se parliamo di piccoli centri. Tuttavia la crisi economica è arrivata anche in questa città e alle volte la ricerca di un lavoro può richiedere tempo. Tuttavia con la giusta motivazione nulla vi fermerà. Avere un atteggiamento positivo ed essere convinti di quello che si sta facendo non vi fermerà dinanzi a nulla.

Vediamo allora come questa città divide l’offerta di lavoro qualificato da quells di lavoro generico.

Lavoro qualificato: dipenderà molto da cosa cercate e dalla vostra formazione. Quello che possono dirvi è che Milano è la sede di molte importanti aziende italiane ed internazionali e non mancano le occasioni di ogni genere.

Tutti coloro che ambiscono a lavori negli ambienti qualificati possono optare per cercare lavoro prima di trasferirsi.

Un buon curriculum con tanto di lettera di presentazione può essere la vostra carta vincente in un mercato che ha risentito della crisi economica ma che comunque gli tiene testa.

Lavoro generico: se arrivate a Milano e siete alla ricerca di un primo e semplice impiego che vi permetta di sopravvivere il consiglio che mi sento di darvi è quello di puntare al centro della città. Lì troverete molte attività commerciali che spesso cercano personale: commessi, camerieri, baristi, facchini, addetti alle pulizie, aiuti in cucina e così via. Essendo Milano una città in cui passa un po’ tutto il mondo spesso viene chiesta la conoscenza di una seconda lingua (solitamente l’inglese) se si lavora a contatto con il pubblico.

Oltre al centro cittadino potete anche orientarvi su molti altri settori se non avete grandi pretese: settore edile, della distribuzione su strada (consegne di giornali, alimenti, pubblicità), call centre, settore della ristorazione e turistico.

Sia per il lavoro qualificato che per quello generico la cosa migliore è quella di sfogliare tra i diversi annunci disponibili sul web, nonché appoggiarsi ad una delle tante agenzie per il lavoro a Milano presso le quali è possibile registrarsi online o recarsi direttamente in una delle tante sedi dislocate su tutto il territorio.

Sebbene internet e le diverse agenzie interinali siano di grande aiuto per la ricerca di lavoro vi invito anche a vestirvi bene e, con tanto di curriculum alla mano, a presentarvi in tutte le possibili attività a cui siete interessati con un gran bel sorriso. Siamo nell’era del digitale ma questa pratica funziona ancora in Italia come all’estero: ricordo ancora che quando arrivai a Londra nel 2015, stampai 10 curriculum e cominciai a girare per il quartiere in cui vivevo (Kilburn) per cercare lavoro: al terzo cv consegnato una signora di Newcastle mi prese a lavorare part time nel suo pub, The Old Bell Pub di Kilburn.

Quindi sebbene internet e le candidature telematiche per il lavoro siano quelle più ricercate, non dimenticate che consegnare un curriculum a mano può aiutarvi a trovare il vostro primo impiego.

Nel complesso Milano non è quella città in cui si risparmia con facilità dati i prezzi ma in cui è possibile entrare in contatto con tantissime opportunità che possono permettervi di fare carriera a livello economico e professionale.

 

Vivere a Milano opinioni: pro e contro

Vivere a Milano pro e contro di questa città:

Pro:

  • Opportunità: Milano è una città ricca di opportunità dato il grande fiume di persone che ogni giorno l’attraversa e date anche le più disparate attività che la scelgono temporaneamente o in maniera permanente.
  • Città multiculturale: Milano è un punto di riferimento per persone provenienti da tutta Italia, Europa e dal mondo intero. Trasferirsi in questa città implica anche entrare in contatto con molte altre culture. Ad esempio a Milano c’è il quartiere di Chinatown, la più grande comunità cinese italiana che ogni anno mette in festa l’intera città con il capodanno cinese. Attività, merci e persone provenienti da tutto il mondo vi faranno entrare in contatto con tante e diverse culture che convivono in questo territorio.
  • Città sempre attiva: Milano è una città sempre in movimento e che non dorme mai. C’è sempre qualcuno in giro, c’è sempre qualcosa da fare, ci sono locali sempre aperti, supermercati che chiudono la sera tardi ed alcuni aperti 24 ore al giorno. Sebbene a volte questa mentalità non è ben vista in Italia, io mi sento di inserirla negli aspetti positivi in quanto questa città ti da la possibilità di fare tutto a qualsiasi ora.
  • Trasporto pubblico e ben organizzato distingue Milano da molte altre città italiane e vi darà la possibilità di vivere a Milano senza macchina potendovi comunque muovere senza problemi e praticamente a tutte le ore. La metropolitana è molto più efficiente degli autobus (dato l’elevato traffico). Se prendete la metropolitana ricordate che nelle scale mobili bisogna tenere la destra se non si cammina per lasciare spazio a chi va di corsa.
  • Vita sociale attiva: è vero che Milano è una città frenetica ma è anche vero che i milanesi amano divertirsi dopo il lavoro: happy hours, locali, ristoranti ed eventi si estendono lungo il territorio riempiendo le strade di persone di tutte l’età che socializzano e si svagano nel tempo libero.
  • Vivere a Milano spendendo poco è possibile nonostante i prezzi: questa città offre molte opportunità e di conseguenza è anche possibile poter scegliere tra diverse opzioni che possono farvi vivere con poco: in base alla zona che si sceglie per vivere è possibile risparmiare sull’affitto; in base al supermercato per cui si opta è possibile risparmiare sulla spesa; è molto in voga il “all you can eat” ovvero i ristoranti dove si paga una quota fissa e si mangia fino a quando non si è sazi; è possibile usufruire di mezzi della sharing economy. Insomma, se andate a vivere a Milano, con la conoscenza della città, imparerete con il tempo come spendere poco per vivere.
  • Posizione geografica molto potenziale: Milano è ben collegata sia su rotaie, che via aereo che su strada. Treni ad alta velocità partono ogni giorno per le principali città italiane nonché per le principali mete europee: famoso il collegamento Milano Parigi così come quello di Milano Roma. Città vicina alla Svizzera, la Francia e l’Austria, se decidete di andare a vivere a Milano in poco tempo potrete stare in qualche città europea per passare magari un fine settimana diverso.

Contro:

  • Costo della vita: Milano è una delle città più care della Penisola italiana. Andarci a vivere richiede un buon ragionamento finanziario: è vero che da una parte c’è più possibilità di trovare un impiego rispetto ad altre città ma è anche vero che i costi sono elevati e che questo potrebbe consumare velocemente il vostro budget di partenza se non trovate velocemente un primo impiego che vi permetta di mantenervi.
  • Clima: fredda in inverno e molto calda in estate, solitamente Milano non viene scelta per il suo clima ma è un fattore a cui vi abituerete (parola di chi vive nel Nord Europa).
  • Traffico: come tutte le grandi città il traffico non manca a Milano. Evitate il più possibile l’uso della macchina anche perché la città offre una buona alternativa quanto a mezzi pubblici.
  • Vivere a Milano, vivere a Roma così come vivere nelle grandi città, implica il fatto di stare in contesti in cui molto spesso tutti vanno di corsa e dove le strade si rivestono di grandi fiumi di persone. Onestamente non ho mai avuto problemi con le grandi folle, ma se non amate la vita caotica forse Milano non fa al caso vostro.

 

Dove vivere a Milano

Vivere a Milano quartieri centrali, periferici o in provincia? Vediamo alcuni luoghi della città.

Centro città affascinante, ricco di storia e attività e come sempre soggetto ad elevati costi. Le leggi di mercato non cambiano da città a città.

La zona dei Navigli è una delle tante zone che conoscerete se andrete a Milano, piena di tanti locali che si estendono lungo i canali frequentati maggiormente dai più giovani e che rende gli affitti e i costi delle zone più alti rispetto alla media della città.

Nella zona del canale di Naviglio Pavese si possono trovare interessanti offerte per le case in affitto.

Case a prezzi accessibili sono disponibili anche nelle zone di Bande Nere e Primaticcio, entrambe zone periferiche ma ben collegate con il centro grazie alla fermata della metropolitana.

Zona Tortona, zona periferica è ricca d’arte, sicuramente il cuore dell’arte milanese, dove i prezzi delle case sono molto alti.

Il quartiere l’Isola è vicino al centro e oggi è una delle zone ricche della città con molte attività e locali.

Piazza Sempione e il suo parco è una zona vicino al centro e ben collegata con la linea della metropolitana. Si tratta di un quartiere vivo sotto ogni aspetto in cui l’affitto delle abitazioni non è molto elevato rispetto ad altre zone.

Prezzi contenuti si trovano a Città Studi, un quartiere popolato da tantissimi giovani.

Un’alternativa che molti milanesi e non solo prendono in considerazione è quella di vivere fuori città, in uno dei tanti comuni limitrofi dove i prezzi delle case sono decisamente più bassi. In questi casi la scelta migliore è quella di optare per uno dei tanti Comuni ben collegati con Milano via treno.

Vivere a Milano 3 o in altre zone in provincia della città può essere un’ottima alternativa.

Sesto San Giovanni, ad esempio, è un Comune in provincia di Milano ben collegato con la città e dove le case si trovano a prezzi non troppo elevati.

Queste sono solo alcune delle tante e diverse zone che la città offre. Se state programmando di trasferirvi a Milano la prima cosa che dovete fare è uno o più sopralluoghi per capire la città, quale zona possa essere adatta ai vostri bisogni e soprattutto sceglierla in base a quella che sarà la vostra vita nel capoluogo della Lombardia.

 

Vivere a Milano punto della situazione

Ne avrete sicuramente sentito parlare tanto. Milano è una di quelle città che tutti conoscono per un motivo o per un altro.

Ho spesso sentito dire che i milanesi sono freddi e che hanno problemi verso il meridione. Posso dirvi che tutte le volte che sono stato a Milano ho avuto ben altra percezione: persone educate, anche socievoli e con chi non ho mai avuto problemi per via della mia provenienza da Roma.

I maleducati poi sono in tutto il mondo, ma nel complesso posso dire di aver sempre avuto un buon impatto con questa città.

Forse alle volte i prezzi mi hanno spiazzato ma se ci si vive tutti i giorni è possibile conoscere come spendere poco e muoversi bene. Io sono riuscito a fare questo lavoro a Londra: oggi conosco posti che fanno un’ottima pizza napoletana a meno di £6.

Quello che mi sento di dirvi è di scegliere con il cuore quello che volete fare. Se Milano è la vostra reale scelta nessuno vi potrà fermare.Vi sentirete dire che è una città cara, piena di competitività e una volta che sarete lì vi accorgerete che è tutto vero. Ma se siete determinati ad andare a studiare, lavorare o a svolgere la vostra attività in questo territorio non solo avrete dalla vostra parte le tante possibilità che la città offre, ma avrete con voi la vostra determinazione.

Per esperienza personale vi dico che sono andato a vivere a Londra conoscendo non molto bene la lingua inglese. Sono stati in tanti a dirmi che Londra era molto competitiva, che sarebbe stato difficile, ed era vero. Non è stato facile, ma la mia determinazione nel voler imparare bene la lingua inglese e di qualificarmi in questa città mi ha portato ad avere la meglio.

Ho fatto molti sacrifici ma alla fine sono arrivato al mio obiettivo.

Quando si sceglie con il cuore, quando si è determinati, non c’è difficoltà che possa fermarci.

Prima di partire fate qualche sopralluogo per capire bene la città e fate anche un piano dettagliato di quello che volete fare.

Spero comunque di avervi resto le idee più chiare sulla vita a Milano.

Raccontateci la vostra esperienza nei commenti se ne avete voglia, sicuramente sarà d’aiuto a molte persone che come voi stanno per compiere questo passo.

Se siete interessati ad altre mete potete leggere le altre guide del nostro portale come vivere a Londra e lontano dai confini nazionali.

Marco Valeri

Mi chiamo Marco Valeri, sono nato a Roma e attualmente vivo a Londra, città che mi ha cambiato la vita. Divoro libri, amo scrivere e non mi stanco mai di conoscere cose nuove, soprattutto legate alla comunicazione, alla crescita personale e allo sviluppo del web. Ho fatto praticamente ogni tipo di lavoro per mantenermi e questo mi ha permesso di capire che l’età non è mai un limite per essere ciò che vuoi essere. “La disciplina è libertà” è quel concetto che provo a mettere in pratica ogni giorno.

6 pensieri riguardo “Vivere e trasferirsi a Milano 2017? Costi, opinioni, consigli

  • 14 luglio 2017 in 7:27 AM
    Permalink

    Grazie Marco per questo articolo.

    Noti delle differenze fra Londra e Milano?

    Per chi a vissuto a Londra, Milano sarebbe una buona alternativa italiana?

    grazie mille.

    Risposta
    • 15 luglio 2017 in 9:51 PM
      Permalink

      Ciao Lucia,

      Milano è una città ricca di potenzialità e tutt’oggi ti posso dire che è veramente ben organizzata.

      Parliamo di una metropoli italiana moderna che non ha nulla da invidiare alle principali città europee.

      Sicuramente a Londra ci sono più opportunità lavorative ma Milano oggi è quella città italiana che da una possibilità a tutti.

      Secondo me Milano è una buona alternativa a chi viene da Londra, a chi magari ha voglia di tornare in Italia ma cerca una dimensione organizzata e cosmopolita.

      Se è un po’ che non ci vai ti invito a farlo per vedere come sono cambiate le cose negli ultimi anni.

      Grazie a te per averci scritto.

      Passa una buona serata

      Risposta
  • 9 ottobre 2017 in 8:48 PM
    Permalink

    Ciao.
    Ho saputo che Milano e una città di Oportunidad.
    È letto queste articolo mi a piaciuto molto
    . Siamo residenti in una provincia a 4 ore di Roma.
    Noi abbiamo 4 figli una de 10 anni, una di 4 anni ,gemelli di 3 anni.
    Mi piacerebbe sapere si per trasferirsi a Milano con tanti figli quanti soldi se requiere. ?
    La educazione per loro costa assai. ?
    Noi siamo una famiglia numerosa che città sarebbe la più gusta per questioni di risparmi anche di qualità di vita. .
    Grazie Mille.

    Risposta
    • 10 ottobre 2017 in 6:07 AM
      Permalink

      Ciao Maria,

      Milano è diventata davvero una gran bella città italiana, ne parlano tutti in Europa e non solo.

      Capita di sentir dire che è una piccola Londra ed ha tutte le potenzialità per avere questo nome.

      Se sei alla ricerca di una città in cui poter vivere, lavorare e risparmiare con la tua famiglia numerosa devi puntare ad un posto in cui puoi trovare un buon lavoro.

      Non so di cosa ti occupi, tuttavia a Milano ci sono tante opportunità.
      Nel Nord Italia potresti valutare anche Torino, bellissima città dove il costo della vita è decisamente più basso rispetto a Milano.

      Grazie a te per averci scritto, buona giornata Maria

      Risposta
  • 18 ottobre 2017 in 10:47 AM
    Permalink

    Ciao Andrea,
    Grazie per queto articolo, io mi devo trasferire a Milano verso fine Anno io mia moglie e due Bambine di 9 e 5 anni , mi servono informazioni riguard gli affitti in zone limitrofe a Milano e che sono ben collegate al centro di Milano, hai delle zone a suggerirmi per favore? ho visto Rho , sesto san giovanni ect
    non sono mai stato a milano invece ho vissuto diece anni alle pereferie di Roma, a dire la verità mi sono sempre trovato bene qui à Roma , la gente e aperta e socevole .

    grazie in anticipo e buona giornata
    yassir

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: